Le nostre attività in Costa d'Avorio

Dal 2015 operiamo nell’esplorazione e sviluppo di idrocarburi. Queste nuove attività segnano il nostro ritorno nel Paese dove siamo stati attivi anche negli anni ’60 e negli anni ’80.

cover-costa-avorio-1.jpg

L’esplorazione di due nuovi blocchi

A giugno 2019 abbiamo firmato i contratti relativi ai due nuovi blocchi esplorativi CI-501 e CI-504 situati nella parte orientale del bacino sedimentario al largo della Costa d'Avorio. Il blocco CI-501 si trova  fra i 100 e i 2.400 metri di profondità d’acqua, a circa 80 km a sud-ovest della capitale Abidjan, mentre il blocco CI-504 (di 399 km quadrati) è tra i 1.000 e i 2.350 metri, a circa 60 km a sud-ovest della capitale. Abbiamo in entrambi i blocchi il ruolo di operatore con il 90% di partecipazione, mentre la società di stato Petroci detiene il rimanente 10%. I blocchi sono adiacenti al limite nord del Blocco CI-205. Questa continuità geologica permetterà di studiarli in sinergia, utilizzando tecnologie proprietarie e ottimizzando i costi. Nel 2015, tramite la società controllata Eni Côte d’Ivoire Limited, abbiamo acquisito il 30% del blocco esplorativo offshore CI-100. A marzo 2017 abbiamo ottenuto due nuovi blocchi esplorativi denominati CI-101 e CI-205, situati a circa 50 km dalla costa. Il blocco CI-101 è ubicato fra i 200 e i 2.500 metri di profondità d’acqua, a 50 km a sud della capitale Abidjan, mentre il blocco CI-205 è tra i 2.000 e i 2.700 metri e a 80 km a sud-ovest della capitale. In entrambi i blocchi deteniamo il ruolo di operatore con il 90% di partecipazione, mentre la società di stato Petroci detiene il rimanente 10%.

A settembre 2021 abbiamo annunciato un'importante scoperta a olio e gas associato nel blocco offshore CI-101. Il pozzo è stato perforato a circa 60 chilometri dalla costa, a circa 1200 metri di profondità, con la nave di perforazione Saipem 10000. Il pozzo esplorativo che ha portato alla scoperta è stato perforato sul prospect Baleine. Baleine-1x è il primo pozzo esplorativo perforato da Eni in Costa d'Avorio, e la prima scoperta commerciale nel paese negli ultimi 20anni. Il potenziale della scoperta è stimato tra 1,5 e 2 miliardi di barili di olio in posto e tra 1,8 e 2,4 trilioni di piedi cubi (TCF) di gas associato, con possibile upside.