Chimica sostenibile, dall’innovazione tecnologica alla produzione

Sviluppiamo nuove tecnologie per raggiungere la piena circolarità dei nostri processi e prodotti lungo il loro intero ciclo di vita.

La sostenibilità e la circolarità sono aspetti strategici per il nostro settore chimico, sia sul piano della ricerca che a livello industriale. Lo sviluppo di nuove tecnologie e nuovi processi che applicano i principi dell’economia circolare ci ha permesso di realizzare attuare nuovi cicli produttivi basati sul riciclo dei materiali, un ulteriore tassello della nostra trasformazione con cui intendiamo raggiungere l’obiettivo Net Zero.

 

Le principali iniziative in questo settore riguardano il riciclo meccanico e chimico dei polimeri e delle gomme e l'utilizzo di materie prime da fonti rinnovabili, in particolare di origine vegetale. Per gli imballaggi industriali, inoltre, utilizziamo processi circolari ed efficienti che coinvolgono gli attori dell’intera filiera produttiva.

L’economia circolare applicata a più linee produttive

Le principali linee di sviluppo nella chimica circolare di Versalis, la società chimica di Eni e la più grande del settore in Italia, riguardano:

Il riciclo dei polimeri e delle gomme: riciclo meccanico, fisico e chimico.
La diversificazione delle materie prime: da riciclo e da fonti rinnovabili.
L’utilizzo di imballaggi industriali circolari: ottenuti da materie prime riciclate.

Numeri in evidenza

Le nuove linee produttive nella chimica circolare nascono dal nostro impegno costante nella ricerca e sviluppo.

23

siti produttivi in Italia e nel mondo

6

Centri di Ricerca Versalis in Italia

256

brevetti depositati

50%

plastica riciclata nella nostra linea di imballaggi “Bag to Bag”

I principali progetti nella chimica circolare

Raggiungere la piena circolarità dei prodotti è ciò che spinge Versalis a sviluppare tecnologie di riciclo meccanico, fisico, chimico di plastiche e gomme complementari.

Alleanze per la circolarità

Promuoviamo il riutilizzo della plastica nella realizzazione di nuovi prodotti e individuiamo soluzioni per far fronte al problema dei rifiuti plastici in mare e alla perdita di granuli di plastica nell’ambiente.

Circular Plastics Alliance (CPA)

Promossa dalla Commissione Europea, la CPA vuole contribuire all’obiettivo di aumentare fortemente la quantità di plastica riciclata in nuovi prodotti entro il 2025. Aderendo alla CPA, le aziende condividono l’impegno di rafforzare il recupero e il riciclo delle plastiche non trattabili meccanicamente, riciclare e diversificare la materia prima, sviluppare e utilizzare il più possibile imballaggi circolari.

Alliance to End Plastic Waste (AEPW)

La finalità di questa organizzazione senza scopo di lucro è contrastare il problema dei rifiuti plastici, soprattutto quelli che inquinano l’ambiente marino. I progetti e le collaborazioni che promuove riguardano quattro ambiti specifici: sviluppo delle infrastrutture, sostegno all’innovazione, formazione e coinvolgimento di governi, aziende, comunità e pulizia delle aree con concentrazioni maggiori di rifiuti plastici.

Operation Clean Sweep

L’obiettivo di questo programma internazionale volontario è prevenire la perdita di granuli di plastica nell’ambiente durante l’intera catena del valore, per centrare lo Zero Pellet Loss (ZPL). Operation Clean Sweep è promosso in Europa da Plastics Europe con l’obiettivo di superare il problema dell’inquinamento da microplastiche nei mari.

Alleanze per la circolarità

Promuoviamo il riutilizzo della plastica nella realizzazione di nuovi prodotti e individuiamo soluzioni per far fronte al problema dei rifiuti plastici in mare e alla perdita di granuli di plastica nell’ambiente.

Circular Plastics Alliance (CPA)

Promossa dalla Commissione Europea, la CPA vuole contribuire all’obiettivo di aumentare fortemente la quantità di plastica riciclata in nuovi prodotti entro il 2025. Aderendo alla CPA, le aziende condividono l’impegno di rafforzare il recupero e il riciclo delle plastiche non trattabili meccanicamente, riciclare e diversificare la materia prima, sviluppare e utilizzare il più possibile imballaggi circolari.

Alliance to End Plastic Waste (AEPW)

La finalità di questa organizzazione senza scopo di lucro è contrastare il problema dei rifiuti plastici, soprattutto quelli che inquinano l’ambiente marino. I progetti e le collaborazioni che promuove riguardano quattro ambiti specifici: sviluppo delle infrastrutture, sostegno all’innovazione, formazione e coinvolgimento di governi, aziende, comunità e pulizia delle aree con concentrazioni maggiori di rifiuti plastici.

Operation Clean Sweep

L’obiettivo di questo programma internazionale volontario è prevenire la perdita di granuli di plastica nell’ambiente durante l’intera catena del valore, per centrare lo Zero Pellet Loss (ZPL). Operation Clean Sweep è promosso in Europa da Plastics Europe con l’obiettivo di superare il problema dell’inquinamento da microplastiche nei mari.

Sustainable B2B

Il nostro modello integrato per contribuire alla decarbonizzazione delle piccole, medie e grandi aziende con soluzioni ad hoc.



Back to top
Back to top