Promozione di sistemi di cottura migliorati in Costa d’Avorio

Distribuzione di piani cottura per le comunità locali africane

Il progetto di distribuzione dei fornelli migliorati punta a ridurre il consumo di biomassa legnosa e le emissioni associate alla combustione. Oltre a contribuire a migliorare la qualità della vita delle famiglie, rendendo più efficienti e sostenibili i tradizionali metodi di cottura, la distribuzione e promozione dei fornelli migliorati ci permette di generare crediti di carbonio (Verified Carbon Units - VCU), certificati da standard internazionali. Grazie a questo strumento, nei prossimi dieci anni potremo compensare le emissioni residuali Scope 1+2 dello sviluppo di Baleine. Con l’avvio della produzione del giacimento di gas di Baleine, la scoperta più grande mai avvenuta in questo territorio, consolidiamo il nostro ruolo nella transizione energetica e nel favorire ulteriormente l’accesso all’energia in Costa d’Avorio. Aiutiamo il Paese a rafforzarsi come hub energetico regionale, non solo per il suo sistema elettrico, ma anche per la produzione di olio e gas destinata a soddisfare, rispettivamente, la domanda esterna e quella interna.

Caratteristiche del progetto

Data inizio attività: 2022 – in corso

Costa d’Avorio

Accesso all’energia off-grid
Accesso all’energia off-grid
Salute delle comunità
Salute delle comunità

SDG 1 Sconfiggere la povertà 

SDG 3 Salute e benessere 

SDG 5 Parità di genere 

SDG 7 Energia pulita e accessibile 

SDG 8 Lavoro dignitoso e crescita economica

SDG 13 Lotta contro il cambiamento climatico

Eni Cote D’Ivoire

Associazioni Volontari per il Servizio Internazionale (AVSI)
Green Ker

Azioni e obiettivi del progetto 

Miglioriamo l'accesso all'energia

Promuoviamo la diffusione di sistemi di cottura migliorati nelle comunità più vulnerabili della Costa d’Avorio. Il programma prevede la distribuzione di 300.000 fornelli in 7 anni di cui beneficeranno oltre 1 milione di persone. Questi apparecchi, caratterizzati da un’elevata efficienza termica, sono interamente realizzati in Costa d’Avorio dall’azienda locale Green Ker, che grazie al progetto ha incrementato la propria capacità produttiva di oltre il 200%, investendo nell'acquisto di nuovi macchinari e assumendo nuovi lavoratori. I fornelli sono interamente prodotti in un laboratorio situato nella città di Abidjan, riconosciuto dalla Clean Cooking Alliance e in parte assemblati a Korhogo a sostegno delle aziende e della manodopera locale.

Contribuiamo a compensare le emissioni del progetto Baleine 

Questa iniziativa è per noi un caso esemplare. Per la prima volta, infatti, abbiamo registrato a nome di Eni un progetto di generazione di crediti di carbonio presso lo standard certificatore, anziché affidarci a terzi. Un pian

o in linea con la nostra strategia di decarbonizzazione a sostegno delle Carbon Offset Solutions, iniziative nate per tutelare la biodiversità aumentando la resistenza degli ecosistemi e la loro capacità di assorbire la CO2, promuovendo, al tempo stesso, lo sviluppo nelle comunità locali.

Un vantaggio per ambiente e comunità

I fornelli migliorati si differenziano dai sistemi tradizionali di cottura, come ad esempio il focolare a tre pietre, perché, pur essendo alimentati a legna e carbone, hanno un’elevata efficienza termica che permette di risparmiare notevolmente la quantità di combustibile necessaria. Grazie alla loro capacità di ridurre fino al 60% la quantità di biomassa legnosa utilizzata, i fornelli migliorati rappresentano un contrasto prezioso alla deforestazione locale, un problema che, in Costa D’Avorio, raggiunge il livello più grave fra tutti i Paesi africani. Oltre a contenere la deforestazione, i fornelli migliorati permettono di risparmiare tempo per la raccolta della legna e denaro per l’acquisto del carbone, consentendo di ridurre le emissioni di gas serra e del fumo da combustione.

Un rapporto regolare con i villaggi e le comunità, insieme all’assistenza prestata alle singole famiglie, sono elementi cardine del lavoro degli operatori coinvolti. Il successo dell’iniziativa risiede infatti nella sensibilizzazione e nell'accompagnamento delle famiglie beneficiarie a favore dell’adozione di questi sistemi di cottura.

Numeri in evidenza
60 mila
fornelli

migliorati distribuiti da giugno 2022


+300 mila
beneficiari

del progetto


660
villaggi

raggiunti dall'iniziativa


130 mila
tCO₂e/a

riduzione media annua delle emissioni di GHG prevista grazie ai crediti di carbonio generati


60 mila
fornelli

migliorati distribuiti da giugno 2022

+300 mila
beneficiari

del progetto

660
villaggi

raggiunti dall'iniziativa

130 mila
tCO₂e/a

riduzione media annua delle emissioni di GHG prevista grazie ai crediti di carbonio generati

Espandi

Eni for 2022. Le nostre alleanze per lo sviluppo sostenibile

Le partnership solide che instauriamo a livello globale garantiscono il raggiungimento dei nostri obiettivi per la transizione energetica equa e inclusiva.

Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2023


Back to top
Back to top