Le nostre attività a Gela

Transizione energetica, decarbonizzazione, risanamento ambientale, sviluppo locale: le nostre attività a Gela si inseriscono in un programma integrato di valorizzazione e rilancio del territorio che si consolida anno dopo anno, iniziato nel 2014. Perno di questa trasformazione è la bioraffineria, la più all’avanguardia d’Europa, un impianto in grado di trasformare in biocarburanti praticamente qualsiasi materia prima d’origine biologica.

 

L’Italia è al centro dell’evoluzione con cui stiamo rispondendo alle sfide della transizione energetica, per esempio con le riconversioni delle raffinerie tradizionali in bioraffinerie. Altri settori in cui investiamo sono le rinnovabili e le nuove soluzioni per la mobilità, attraverso Plenitude ed Enilive. Anche la chimica di Versalis è orientata al futuro, con nuovi prodotti ricavati da fonti rinnovabili e ispirati all’economia circolare. Prosegue inoltre lo smantellamento e la bonifica degli ex siti industriali attraverso Eni Rewind.

Caratteristiche del progetto

Data inizio attività: 1963 - in corso

Italia, Gela

1963

Bioenergie
Bioenergie
Bioraffineria
Bioraffineria
Bonifiche ambientali
Bonifiche ambientali
Energie da fonti rinnovabili
Energie da fonti rinnovabili
Oil & Gas
Oil & Gas
Diversificazione economica
Diversificazione economica
Educazione
Educazione

Enilive
Eni Med
Eni Rewind
Versalis
Eni New Energy

Sviluppo e operatività del progetto

Biocarburanti da materie prime di scarto

La bioraffineria di Gela produce biocarburante di qualità (HVO - Hydrotreated Vegetable Oil, Olio vegetale idrogenato) a partire da materie prime di origine biologica. L’impianto può utilizzare cariche di seconda generazione (unconventional) fino al 100% della capacità di lavorazione e ha un’elevata flessibilità operativa. Alla base del processo vi è la tecnologia proprietaria EcofiningTM. La bioraffineria è alimentata prevalentemente da materie prime di scarto, come oli esausti da cucina, grassi animali e residui dell’industria agroalimentare. A Gela è in costruzione l’impianto per la produzione di carburanti sostenibili per l’aviazione (Sustainable Aviation Fuel – SAF). I bio-componenti trattati, una volta distillati, daranno origine a Eni Biojet, un carburante miscelabile con il prodotto convenzionale. 

Lo sviluppo di energie rinnovabili

A Gela portiamo avanti una serie di attività nelle energie rinnovabili. Attraverso Eni Rewind abbiamo realizzato un impianto fotovoltaico da 5 MW sulla ex discarica fosfogessi, già messa in sicurezza in modo permanente. Un ulteriore impianto di circa 1 MW è stato realizzato da Eni New Energy in un’area di proprietà Eni Rewind. In collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology di Boston e il Politecnico di Milano, inoltre, abbiamo installato il primo impianto solare a concentrazione (CSP – Concentrated Solar Power) nel Nuovo Centro Oli di Gela. Attualmente stiamo studiando come poter diffondere questa tecnologia su larga scala, ad esempio per produrre energia per l’autoconsumo in altri siti industriali. Questo progetto si inserisce in SOLARGRID, iniziativa in parte finanziata dal MIUR che punta a supportare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

I giacimenti di gas naturale

In Sicilia operiamo nella produzione di idrocarburi attraverso la Società Eni Mediterranea Idrocarburi (EniMed). Le operazioni sono coordinate dal Centro Direzionale di Gela e riguardano quattro Centri Olio, tre piattaforme offshore e tre centrali a gas distribuite sul territorio. In linea con la strategia di valorizzazione del gas naturale come fonte energetica a basse emissioni, abbiamo avviato il progetto di sviluppo dei giacimenti Argo e Cassiopea. Il gas estratto verrà inviato a un nuovo impianto di trattamento e compressione nella bioraffineria di Gela e immesso nella rete di distribuzione nazionale. In questo modo contribuiremo alla sicurezza degli approvvigionamenti grazie alle risorse del Paese. Le attività estrattive a Gela utilizzano le tecnologie proprietarie di monitoraggio e prevenzione più avanzate, in modo da testarle per poterle applicare in tutto il mondo.

Gli interventi per il risanamento ambientale

L’ex petrolchimico di Gela è considerato Sito di Interesse Nazionale e cioè un’area che necessita di interventi di risanamento speciali a seguito delle attività che si sono svolte nel corso di decenni, da parte di più aziende. La bonifica ambientale è in capo a Eni Rewind, la società ambientale di Eni. Il programma, avviato con la messa in messa in sicurezza d’emergenza, prevede la bonifica e il monitoraggio della falda, la bonifica dei suoli e la demolizione di impianti, capannoni ed edifici. Oggi, grazie all’impegno di Eni ed Eni Rewind, Gela rappresenta un esempio virtuoso di riqualificazione ambientale e innovazione tecnologica teso alla creazione di nuove opportunità di sviluppo per il territorio.

Le iniziative di sviluppo locale

A Gela portiamo avanti una serie di attività rivolte al territorio, per sostenere la comunità e dialogare con le istituzioni e tutti gli interlocutori locali. Al centro di ogni progetto poniamo sempre il rispetto e la salvaguardia delle persone e dell’ambiente, condizioni imprescindibili per creare valore di lungo termine. Due esempi sono la ristrutturazione della “ex Casa-albergo” nel quartiere Macchitella e la formazione di un gruppo di studenti attraverso l’Alternanza scuola-lavoro e Joule, la scuola di Eni per l’impresa. Insieme al Comune di Gela, Fondazione Banco Alimentare e Banco Alimentare della Sicilia ONLUS, inoltre, abbiamo sottoscritto un accordo di collaborazione per la sicurezza alimentare.

Numeri in evidenza
1.070
persone

attive a Gela, di cui il 98% residenti in Sicilia e il 74% nel Comune di Gela


26.746
ore

formazione per i dipendenti di Gela nel 2021


-17
kton CO₂eq

riduzione delle emissioni GHG (2021 Vs 2020)


+500
Kton

biomasse lavorate nella bioraffineria di Gela nel corso del 2021


1.070
persone

attive a Gela, di cui il 98% residenti in Sicilia e il 74% nel Comune di Gela

26.746
ore

formazione per i dipendenti di Gela nel 2021

-17
kton CO₂eq

riduzione delle emissioni GHG (2021 Vs 2020)

+500
Kton

biomasse lavorate nella bioraffineria di Gela nel corso del 2021

Espandi

Documentazione

Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2024


Back to top
Back to top