482178901

Remunerazione degli azionisti

Remunerazione

La nuova remuneration policy prevede:

  • un dividendo annuale composto da un floor ‘dividend’ di 36 centesimi di euro commisurato a una media annua del Brent pari ad almeno 45 $/barile e una componente variabile per Brent superiori ai 45 $/barile.
  • la riattivazione di un piano di buy back da 400 milioni di euro annui per scenari Brent da 61 a 65 $/barile e da 800 milioni di euro annui per scenari superiori a 65 $/barile.

In maggior dettaglio:
il floor dividend di 36 centesimi di euro crescerà in funzione del grado di realizzazione della strategia di Eni e sarà rivalutato ogni anno.

La componente variabile del dividendo è determinata in funzione della media Brent attesa per ciascun anno ed è calcolata come percentuale crescente, tra il 30% e il 45%, del free cash flow generato dallo scenario per prezzi Brent superiori ai 45 $/barile e fino a 60$/barile. La sensitivity del free cash flow incorporata nella remuneration policy è fissa e pari a 900 milioni di euro per ogni variazione di 5 $/barile del Brent.

Il dividendo base di 0,36 euro per azione sarà assicurato anche nel 2020 nonostante la previsione ad oggi di un Brent medio annuo di 40 $/barile, e sarà versato per 1/3 con l’acconto di settembre 2020 e 2/3 con il saldo di maggio 2021.

Dopo il 2020, in caso di uno scenario annuo Brent assunto inferiore a 45 $/barile, si valuteranno le azioni sul dividendo base in funzione dell’ampiezza della riduzione del prezzo e della sua durata prevista. Dal 2021 il dividendo base sarà pagato 50% come acconto e 50% come saldo, mentre la componente variabile sarà integralmente pagata insieme all’acconto.

La componente variabile sarà pagata ogni qual volta il prezzo annuale del Brent comunicato a luglio sarà superiore a 45 dollari, indipendentemente dalla crescita progressiva attualmente ipotizzata nel nostro scenario. Per maggiore chiarezza, nel caso in cui l’anno prossimo il Brent raggiunga i 60 $/barile, verrà pagata l’intera componente variabile di 0,34 euro per azione.

Se applicata allo scenario Brent adottato da Eni, e senza assumere per il momento alcun incremento del valore del dividendo base, la nuova politica di remunerazione comporta per cassa la distribuzione di un dividendo di 0,55, 0,47, 0,56 e 0,70 euro per azione negli anni dal 2020 al 2023.

Calendario dividendi: le prossime date

La data del pagamento del saldo del dividendo 2020 sarà comunicata con la pubblicazione del calendario finanziario 2021 ai sensi del Regolamento di Borsa.

Calendario dividendi: gli ultimi pagamenti

Il pagamento dell’acconto del dividendo 2020, dell’importo di 0,12 € per ciascuna azione, è stato effettuato il 23 settembre 2020, con data di stacco il 21 settembre 2020 e record date il 22 settembre 2020.

Il dividendo relativo all’esercizio 2019 si è determinato tra acconto e saldo per un ammontare complessivo di 0,86 € per azione, pagati come segue:

  • 25 settembre 2019: pagamento dell’acconto del dividendo 2019 pari a 0,43 €  per azione con data di stacco il 23 settembre 2019 e record date il 24 settembre 2019.
  • 20 maggio 2020: pagamento del saldo del dividendo 2019 pari a 0,43 €  per azione con data di stacco il 18 maggio 2020 e record date il 19 maggio 2020.

Calcola il dividendo con il nostro Investor Tool

Dividend Yield - Rapporto dividendo/prezzo

Corrisponde al rapporto tra dividendo unitario e prezzo dell'azione. Per il calcolo dei valori riportati è stata seguita la seguente metodologia: valore del dividendo unitario rapportato alla media dei prezzi di chiusura del mese di dicembre dell'anno cui il dividendo si riferisce. Ad esempio: dividend yield 2014 = €1,12 (dividendo dell'anno 2014 distribuito in acconto a settembre 2014 e in saldo a maggio 2015) / €14,72 (prezzo medio dell'azione a dicembre 2014). Il dividend yield è utilizzato come indicatore del rendimento del titolo azionario senza tener conto dei guadagni / perdite in conto capitale. Non deve essere considerato un rendimento atteso in quanto tiene conto del dividendo di ciascun anno.

Storia del dividendo

Anno Data Stacco Data Pagamento Importo
Lire
2019 Saldo 18 maggio 2020 20 maggio 2020 0,43
2019 Acconto 23 settembre 2019 25 settembre 2019 0,43
2018 Saldo 20 maggio 2019 22 maggio 2019 0,41
2018 Acconto 24 settembre 2018 26 settembre 2018 0,42
2017 Saldo 21 maggio 2018 23 maggio 2018 0,40
2017 Acconto 18 settembre 2017 20 settembre 2017 0,40
2016 Saldo 24 aprile 2017 26 aprile 2017 0,40
2016 Acconto 19 settembre 2016 21 settembre 2016 0,40
2015 Saldo 23 maggio 2016 25 maggio 2016 0,40
2015 Acconto 21 settembre 2015 23 settembre 2015 0,40
2014 Saldo 18 maggio 2015 20 maggio 2015 0,56
2014 Acconto 22 settembre 2014 25 settembre 2014 0,56
2013 Saldo 19 maggio 2014 22 maggio 2014 0,55
2013 Acconto 23 settembre 2013 26settembre 2013 0,55
2012 Saldo 20 maggio 2013 23 maggio 2013 0,54
2012 Acconto 24 settembre 2012 27 settembre 2012 0,54
2011 Saldo 21 maggio 2012 24 maggio 2012 0,52
2010 Acconto 19 settembre 2011 22 settembre 2011 0,52
2010 Saldo 23maggio 2011 26maggio 2011 0,50
2009 Acconto 20settembre 2010 23settembre 2010 0,50
2009 Saldo 24 maggio 2010 27 maggio 2010 0,50
2008 Acconto 21 settembre 2009 24 settembre 2009 0,50
2008 Saldo 18 maggio 2009 21 maggio 2009 0,65
2007 Acconto 22 settembre 2008 25 settembre 2008 0,65
2007 Saldo 19 maggio 2008 22 maggio 2008 0,70
2006 Acconto 22 ottobre 2007 25 ottobre 2007 0,60
2006 Saldo 18 giugno 2007 21 giugno 2007 0,65
2005 Acconto 23 ottobre 2006 26 ottobre 2006 0,60
2005 Saldo 19 giugno 2006 22 giugno 2006 0,65
2004 Acconto 24 ottobre 2005 27 ottobre 2005 0,45
2004 Saldo 20 giugno 2005 23 giugno 2005 0,90
2003 Saldo 21 giugno 2004 24 giugno 2004 0,75
2002 Saldo 23 giugno 2003 26 giugno 2003 0,75
2001 Saldo 24 giugno 2002 27 giugno 2002 0,75
2000* Saldo 18 giugno 2001 21 giugno 2001 424 820
1999 Saldo 19 giugno 2000 22 giugno 2000 362 700
1998 Saldo 21 giugno 1999 28 giugno 1999 310 600
1997 Saldo 22 giugno 1998 22 giugno 1998 289 560
1996 Saldo 23 giugno 1997 23 giugno 1997 248 480
1995 Saldo 24 giugno 1996 24 giugno 1996 222 430

* 1 euro = 1936,27 lire