cover-sviluppo-locale-priorita-eni.jpg

Lo sviluppo locale, una priorità per Eni

Puntiamo a favorire lo sviluppo socio-economico e la crescita inclusiva prestando attenzione allo sviluppo delle comunità locali e alle esigenze specifiche dei territori in cui operiamo.

Al fianco dei popoli e dei loro bisogni

Fin dalle origini di Eni, operiamo in contesti difficili, dove l’acqua, l’energia, il lavoro e i servizi sanitari sono spesso un privilegio per pochi. L’esperienza maturata da Eni, lungo i decenni, ci consente di pensare e attuare interventi mirati a sostegno delle esigenze delle popolazioni locali. Il nostro obiettivo è infatti sostenere le comunità, ideando e realizzando progetti coerenti con i piani di sviluppo nazionali. Ci muoviamo in coerenza con il pensiero e l’azione sviluppati da Enrico Mattei, la cosiddetta “Formula Mattei”, secondo la quale l’obiettivo era accompagnare lo sviluppo di popoli e comunità, favorendo l’autonomia dei Paesi produttori dal punto di vista energetico e dello sviluppo. Questo approccio si traduce oggi nell’attenzione al Local Content, inteso come insieme degli elementi che caratterizzano potenzialità e bisogni di ogni territorio.

video-attualita-modello-mattei.jpg

L’attualità del modello Mattei

Energia per i territori in cui operiamo

L’energia è un elemento centrale per tutte le sfide che il mondo si trova oggi ad affrontare ed è anche una grande opportunità. Non a caso, il settimo obiettivo di Sviluppo sostenibile sancito dall’Onu nel 2015 e sottoscritto da oltre 190 Paesi, indica la strada che porta a energia pulita e sostenibile per tutti. L’accesso all’energia è un fattore chiave per favorire l’educazione, la forestazione, l’accesso all’acqua e alla salute, pilastri a cui si ancorano le attività di business.

 

Diversificazione economica: sosteniamo le vocazioni dei territori, le donne e i giovani

In linea con l'ottavo Obiettivo per lo Sviluppo Sostenibile, vogliamo "incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti". Per questo, promuoviamo interventi per lo sviluppo di attività imprenditoriali, agricole l’agricoltura, ittiche e infrastrutturali, obiettivi di business e crescita socio-economica locale, in ottica di lungo termine, sviluppando il nostro business in sinergia con i territori in cui operiamo. Queste attività permettono la creazione di nuove opportunità di lavoro per le persone e le imprese e favoriscono l’empowerment femminile e dei giovani.

 

La centralità dell’istruzione

Contribuiamo all’accesso all’istruzione nei Paesi nei quali operiamo in collaborazione con le istituzioni locali, in linea con il quarto Obiettivo di Sviluppo Sostenibile promosso dalle Nazioni Uniti, che nell’Agenda 2030 indica l’istruzione di qualità come una priorità. Nel corso degli ultimi anni sono stati raggiunti importanti risultati, a cominciare dall’incremento dell’accesso all’istruzione e dei livelli di iscrizione alla scuola, soprattutto per ragazze e giovani donne.

 

L’acqua, il bene più prezioso

L’accesso all’acqua e ai servizi igienici di base è un elemento centrale per lo sviluppo locale e per questo promuoviamo iniziative che lo favoriscono, così come è stabilito dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Dove operiamo, lavoriamo per raggiungere questi risultati, costruendo pozzi, impianti di potabilizzazione, reti di distribuzione delle acque e collettori fognari.

 

La salute delle comunità

Il miglioramento delle condizioni sanitarie e delle opportunità di cura per le comunità in cui operiamo sono per Eni un obiettivo da perseguire costantemente, anche in forza della nostra adesione agli obiettivi di Sviluppo sostenibile sanciti dalle Nazioni Unite nel 2015, che al numero 3 promuovono salute e benessere e accesso alle cure sanitarie. La promozione del benessere delle comunità locali rappresenta uno strumento importante per rafforzare la credibilità e l’efficacia di Eni in qualità di partner per lo sviluppo sostenibile dei territori nei quali opera.