Libri e documenti

Eni ha rispettato le procedure di controllo

Nell’operazione, Eni ha rispettato le procedure interne, le best practice internazionali e messo in atto ogni verifica contabile e industriale. È FALSO che Eni abbia violato le procedure di controllo.

La verità dei fatti

Nell’iter di compravendita del Blocco, Eni ha garantito il pieno rispetto delle procedure interne e della due diligence.

Il pieno rispetto delle procedure interne e della due diligence

Sul tema, la correttezza dell’operato di Eni emerge sotto un duplice profilo:

  • la congruità dell’offerta economica, che è stata formulata all’esito di un esame approfondito della qualità del Blocco 245 sotto i profili geologico, tecnico ed economico. Un esame nel quale sono state coinvolte circa un’ottantina di persone.
  • La piena osservanza delle procedure di "due diligence", dei protocolli interni e delle best practice rilevanti per garantire la massima correttezza dell’operazione. Nel corso dell’iter negoziale Eni si è anche avvalsa di primari consulenti internazionali (come la TRAG, società inglese di business intelligence e investigazioni) e studi legali indipendenti nigeriani (Paul Erokoro e Aluko & Oyebode).