Le nostre attività nella Repubblica del Congo

Siamo presenti sul territorio dal 1968 nel settore Exploration & Production, dove operiamo sia in ambito offshore sia in onshore e nel Refining & Marketing e Chimica, anche attraverso Versalis e il suo portafoglio di oilfield chemicals.

eni-nel-mondo-congo.jpg

Al fianco del Paese nella transizione energetica e la decarbonizzazione

Ad agosto 2022, in coerenza con la nostra strategia di valorizzazione delle risorse gas equity, abbiamo acquisito la società Export LNG Ltd, che detiene l’impianto di liquefazione galleggiante Tango FLNG. L’impianto sarà utilizzato nell’ambito delle attività del progetto di sviluppo del gas naturale nel blocco Marine XII. L’acquisizione di questo impianto consente lo sviluppo di un modello fast-track in grado di cogliere le opportunità del mercato LNG.

Ad aprile 2022, facendo leva sulle consolidate relazioni con il Paese, abbiamo definito un accordo quadro finalizzato a rafforzare le operazioni congiunte nel settore dell'esplorazione e sviluppo di idrocarburi, con l’obiettivo di aumentare i flussi di export di gas naturale verso l’Europa. In particolare, l’aumento della produzione di gas nel Paese farà leva anche sullo sviluppo di un progetto GNL con avvio previsto nel 2023 e capacità a regime di oltre 4,5 miliardi di metri cubi all’anno.

A ottobre 2021 abbiamo firmato un Memorandum d’Intesa per lo sviluppo congiunto del settore degli agro-biocarburanti nel Paese. Il MoU definisce il quadro per la produzione di olio di ricino su scala industriale, fornendo materia prima per il nostro sistema di bioraffinazione, creando allo stesso tempo opportunità di lavoro ed espandendo le attività agricole in terreni marginali e abbandonati, evitando impatti sulle aree attualmente destinate alla produzione alimentare. La fase pilota inizierà con l'avvio dell'attività di semina di ricino su oltre 200 ettari di terreno che beneficerà circa 1.000 persone. Stiamo avviando la costruzione di un primo agri-hub a Loudima, nel dipartimento della Bouenza, da 20.000 tonnellate all’anno di olio vegetale. Sarà un impianto di trasformazione di semi in olio, ma anche un centro polifunzionale nel quale gli agricoltori locali potranno avvalersi di formazione e supporto tecnico. La fase di sviluppo industriale dovrebbe vedere coltivazioni su 150.000 ettari con 90.000 beneficiari stimati entro il 2026. Questo protocollo apre una nuova area di attività per Eni in Congo, a sostegno del Piano di Sviluppo Nazionale congolese per l'agricoltura 2018-2022, e si fonda sul nostro impegno a contribuire alla decarbonizzazione del mix energetico dei Paesi africani, facendo leva sul contributo che i biocarburanti possono dare per raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.

Claudio Descalzi Chief Executive Officer

Gli accordi per la diversificazione delle fonti energetiche

Lavoriamo in stretta sinergia con Paesi produttori, partner e istituzioni locali per differenziare progressivamente il nostro portfolio globale.

SCOPRI DI PIÙ
Generic-launch-agri-seeds.jpg

Seeds for energy

Le iniziative Eni per l’integrazione verticale nella bioraffinazione. Un viaggio per immagini alla scoperta degli agri-hub Eni tra Italia e Africa.

cover-stategie-decarbonizzare-trasporti.jpg

Nuove strategie per decarbonizzare i trasporti

Biocarburanti a partire dal ricino, dalle noci di croton e dal cotone. È questo il futuro del sistema di bioraffinazione di Eni.

Continuano le attività di esplorazione e sviluppo

Conduciamo le attività nell’offshore convenzionale e profondo di fronte a Pointe-Noire e nell’area di Koilou nell’onshore per una superficie sviluppata e non sviluppata di 2.484 chilometri quadrati (1.306 in quota Eni). La produzione è fornita principalmente dai giacimenti operati di Nené Marine e Litchendjili (Eni 65%), Zatchi (Eni 55,25%), Loango (Eni 42,5%), Ikalou (Eni 85%), Djambala (Eni 50%), Foukanda e Mwafi (Eni 58%), Kitina (Eni 52%), Awa Paloukou (Eni 90%), M’Boundi (Eni 83%) e Kouakouala (Eni 74,25%) e dai giacimenti non operati situati nei permessi produttivi Pointe-Noire Grand Fond (Eni 29,75%) e Likouala (Eni 35%). Nel corso del 2021 in linea con la strategia Eni di razionalizzazione del portafoglio produttivo, abbiamo rilasciato gli asset operati di Loango II (Eni 42,5%) e Zatchi II (Eni 55,25%), con effetto 1 gennaio 2022. Le attività di esplorazione e produzione di Eni in Congo sono regolate da Production Sharing Agreement. La produzione in quota Eni nel 2021 è stata di 70 mila boe al giorno. Le attività di sviluppo del 2021 hanno riguardato:

  • nell’ambito di possibili sviluppi di progetti GNL, il PSA del permesso produttivo Marine XII è stato emendato per includere un nuovo regime fiscale ad essi dedicato. In particolare, sono in corso gli studi per sviluppo fast-track del progetto di valorizzazione del gas associato e non associato sia per la produzione di energia elettrica per il mercato domestico sia per l’esportazione di GNL, anche con l’obiettivo di supportare il target dello zero routine flaring. Il progetto per l’esportazione del GNL prevede lo sviluppo modulare e per fasi con un ridotto time-to-market. Lo start-up è previsto nel 2023 e una capacità a regime di oltre 4,5 miliardi di metri cubi all’anno
  • l’ulteriore fase di sviluppo del giacimento in produzione Nené-Banga nel blocco Marine XII, con la costruzione della nuova piattaforma produttiva. Lo start-up è previsto nella seconda metà del 2022.

Creiamo energia

In Congo tutta la nostra produzione di gas è destinata a diventare elettricità per il consumo locale. Siamo continuando a sviluppare Nené Marine, abbiamo migliorato la salute delle comunità, promosso la tutela della biodiversità e l’accesso all’energia. Inoltre, nel 2018 abbiamo inaugurato il Musée du Cercle Africain per valorizzare la cultura e l’arte locale. Nel 2021 nell’ambito dei programmi culturali a sostegno delle comunità locali, si è proseguito nella realizzazione del Centro di ricerca sulle energie rinnovabili a Oyo, che si prevede di inaugurare e rendere operativo già nel 2022. Grazie a un’esperienza consolidata nel Global Network of Regional Sustainable Energy Centers, piattaforma nata con l’obiettivo di accelerare la trasformazione energetica e climatica nei Paesi in via di sviluppo, UNIDO ha elaborato un piano strategico di 5 anni volto a supportare il Paese nella presa in carico del Centro, garantendone la sostenibilità a lungo termine. L’ampia rete di relazioni dell’agenzia ONU in ambito industriale permetterà anche di coinvolgere nel dialogo ulteriori partner.

Nené Marine

Il campo di Nené Marine nel Blocco Marine XII (di cui siamo operatori al 65%), localizzato a circa 17 chilometri dalla costa a una profondità di 28 metri, è situato in prossimità di impianti già esistenti e produce idrocarburi dalla formazione pre-salifera Djeno a 2,5 chilometri sotto il livello del suolo. Allo sviluppo di Litchendjili Marine, che fornisce gas al mercato domestico attraverso la Centrale elettrica CEC, è seguita la scoperta e la valorizzazione dell’olio nel campo di Nené.

Scopri Nené Marine
Scopri Nené Marine

Il Progetto Integrato di Accesso all’Energia in Congo

Abbiamo sviluppato nel Paese un modello di accesso energetico su vasta scala: abbiamo lanciato il Progetto Integrato che ci ha permesso di costruire le centrali elettriche Centrale electrique du Djéno (CED) e Centrale Electrique du Congo (CEC), di riqualificare l’infrastruttura di trasporto dell’energia tra Pointe Noire e Brazzaville e di ampliare la rete di distribuzione di elettricità nella città di Pointe-Noire.

SCOPRI DI PIÙ
SCOPRI DI PIÙ
Print

Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni

SDG-icon-IT-RGB-09.jpg

Costruire un’infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile

Progetto Integrato Hinda

Contribuiamo a migliorare le condizioni di vita e lo sviluppo socio-economico dei villaggi del distretto di Hinda che si trovano nell’area dei giacimenti M’Boundi, Kouakouala, Zingali e Loufika in cui operiamo. Abbiamo promosso l’accesso all’acqua potabile, migliorato i servizi sanitari e la formazione primaria. Inoltre, abbiamo rafforzato le competenze delle comunità anche grazie al progetto CATREP. Oltre agli SDGs menzionati di seguito nelle card, contribuiamo al raggiungimento degli obiettivi 3,4,6,7.

Scopri Hinda
Scopri Hinda
SDG-icon-IT-RGB-01.jpg

Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo

SDG-icon-IT-RGB-02.jpg

Porre fine alla fame, garantire la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile

SDG-icon-IT-RGB-05.jpg

Raggiungere l’uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze

Print

Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti

Print

Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo

Print

Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

lancio-photobook-sost.jpg

Energia per lo sviluppo

Un libro fotografico per raccontare il nostro impegno in alcuni dei Paesi in cui operiamo.

SCOPRI DI PIÙ

COVID-19: il nostro impegno globale

Ci siamo assunti la responsabilità di prevenire e contrastare la diffusione della pandemia COVID-19 nei Paesi in cui operiamo, avviando numerose iniziative.