visore-carta-consumo-circolare.jpg

Nasce la Carta del Consumo Circolare

Un documento per sostenere la scelta di prodotti e servizi che applicano i principi dell’economia circolare, promosso dalle Associazioni dei Consumatori insieme ad Eni. Guarda il video della presentazione.

17 giugno 2021
2 min di lettura
17 giugno 2021
2 min di lettura

Frutto di una partnership tra Eni e le Associazioni dei Consumatori italiane, la Carta del Consumo Circolare è stata presentata ufficialmente giovedì 17 giugno 2021, con la partecipazione di Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni.

L’evento ha ospitato una tavola rotonda divisa in due sessioni a cui hanno preso parte le Associazioni dei Consumatori, insieme a rappresentanti delle Istituzioni, del mondo scientifico e del settore delle certificazioni.

I principali temi affrontati dai relatori sono stati l’importanza della sussidiarietà nell’economia circolare, il rapporto tra stili di vita e sostenibilità ambientale, sociale ed economica e il legame tra territorio e buone pratiche.

Il convegno è stato moderato dal Professor Marco Frey della Scuola Superiore Sant’Anna.

Guarda il video on demand dell’evento.

La Carta del Consumo Circolare
visore-carta-consumo-circolare.jpg

La Carta del Consumo Circolare

Il documento nasce da una partnership tra Eni e le Associazioni dei Consumatori riconosciute dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

SCARICA LA CARTA

Uno strumento per aiutare a scegliere

La Carta del Consumo Circolare ha l’obiettivo di attivare, incentivare e supportare i consumatori nella scelta di uno stile di consumo più circolare. Seguendo le indicazioni del New Circular Economy Action Plan della Commissione Europea sul ruolo strategico del consumatore nella transizione ecologica, la carta individua una serie di principi guida e proposte d’azione.

Fra i principi, si va dalla trasparenza delle informazioni alla possibilità di comparare prodotti simili, dalla necessità di considerare l’intero ciclo di vita all’utilità delle tecnologie digitali. Le proposte d’azione, invece, spaziano dai percorsi educativi agli incentivi economici, da un vademecum sulle etichette all’attivazione di piattaforme fisiche e digitali. Oltre a supportare il consumatore finale nella sua scelta, la Carta vuole ispirare le strategie di tutti gli attori del sistema economico, dalle Istituzioni al mondo produttivo.

Il confronto di idee coordinato dalla Scuola Superiore Sant'Anna

A partire dalla partnership con le Associazioni dei Consumatori, a novembre 2019 Eni ha promosso il Circular Lab sul consumerismo, un percorso di confronto e generazione di idee coordinato dalla Scuola Superiore Sant'Anna. Dopo un primo evento negli spazi Eni a Castelgandolfo a fine gennaio 2020, il laboratorio è continuato con quattro incontri online. A conclusione dei lavori, si è arrivati alla predisposizione della Carta del Consumo Circolare.

Partnership tra Eni e le Associazioni dei Consumatori italiane
Partnership tra Eni e le Associazioni dei Consumatori italiane