cover-eni-award.jpg

Eni Award, il nostro “premio Nobel” dell’energia

Nel 2008 si è svolta la prima edizione di Eni Award. In 12 anni sono stati premiati 78 ricercatori di 5 continenti. E la storia continua.

di Eni Staff
05 febbraio 2020
7 min di lettura
diEni Staff
05 febbraio 2020
7 min di lettura

Premi Nobel del passato in giuria. Premi Nobel del futuro tra i premiati. Scoperte scientifiche importanti e il riconoscimento del valore che arriva anche dalle più alte cariche istituzionali, visto che la premiazione si svolge al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica. In poco più di dieci anni, Eni Award è diventato ben più di un premio aziendale. La sua storia attraversa cinque continenti e le vite di decine di ricercatori. È stato istituito nel 2007 ed è quindi un premio relativamente giovane, ma è già diventato un appuntamento fisso per il mondo della ricerca su carburanti, chimica, ambiente, salute, gas e rinnovabili, sicurezza, esplorazione e raffinazione. 

La storia

Possiamo chiamarlo Nobel dell’Energia, dato che il prestigioso Nobel made in Stoccolma non contempla questo campo e che Eni Award, in poco più di dieci anni, è diventato un punto di riferimento per l’innovazione sull’energia a livello internazionale. La sua storia comincia nel 2007 quando viene inserito nel Master Plan Tecnologico Eni e sostituito al premio Eni-Italgas con l’obiettivo di sviluppare un migliore utilizzo delle fonti energetiche, promuovere la scienza e la tecnologia applicate all’ambiente e valorizzare le nuove generazioni di ricercatori.

Negli anni il Premio si è evoluto abbracciando temi come il risanamento ambientale, gli idrocarburi e le energie rinnovabili, con un occhio attento ai Paesi in via di sviluppo e alle idee dei giovani studenti e delle persone di Eni. A cadenza annuale, oggi Eni Award coinvolge sia le più importanti istituzioni scientifiche di tutto il mondo che i Centri di Ricerca di Eni.

Le sezioni di Eni Award

  • Premio Transizione energetica: ricerca nell’ambito dell’utilizzo innovativo degli idrocarburi e dell’efficienza energetica come ponte verso la decarbonizzazione del sistema energetico.
  • Premio Frontiere dell’energia: innovazione tecnologica nel campo delle fonti di energia rinnovabile e dello stoccaggio di energia, nell’ottica della decarbonizzazione del sistema energetico e dell’accesso all’energia nei Paesi in via di sviluppo.
  • Premio Soluzioni ambientali avanzate: ricerca e sviluppo di tecnologie nel campo della tutela e del risanamento ambientale.
  • Premio Giovane ricercatore dell’anno: due premi destinati a laureati autori di tesi per il dottorato di ricerca svolte in università italiane sui temi della prevenzione dell’inquinamento delle acque, del suolo e dell’atmosfera, nonché del recupero e riutilizzo di siti industriali dismessi, dell’innovazione tecnologica nel campo delle energie rinnovabili e dello stoccaggio di energia, dell’utilizzo innovativo degli idrocarburi come ponte verso il processo di decarbonizzazione energetica.
  • Premio Debutto nella ricerca - Giovani talenti dall’Africa: due premi da assegnare a laureati provenienti da Paesi africani autori di tesi di laurea o di master svolte in università africane sui temi della prevenzione dell’inquinamento delle acque, del suolo e dell’atmosfera, nonché del recupero e riutilizzo di siti industriali, dell’innovazione tecnologica nel campo delle energie rinnovabili e dello stoccaggio di energia, dell’utilizzo innovativo degli idrocarburi come ponte verso il processo di decarbonizzazione energetica. La sezione è stata istituita nel 2017 in occasione del decennale del Premio.
  • Riconoscimenti all’innovazione Eni (donne e uomini che lavorano in Eni): un premio per le migliori idee in termini di impatto potenziale dell’innovazione da essa derivante tutelate da domande di brevetto depositate. E due premi per le migliori innovazioni tecnologiche generate dalla ricerca Eni.

La Commissione Scientifica del Premio che valuta le candidature e assegna i riconoscimenti è composta da scienziati che appartengono ai più avanzati istituti di ricerca a livello mondiale. Tra questi ricordiamo l’americano Robert Richardson, premio Nobel per la Fisica nel 1996 e l’inglese Sir Harold Kroto, premio Nobel per la Chimica nel 1996 recentemente scomparsi. 

I numeri

Nel 2008 le candidature ammontavano a 167 e hanno raggiunto punte di 1.253 nel 2014. La media è di circa 600 application all’anno, dopo che si è deciso di stringere i parametri di ammissione per l’elevato numero di domande inoltrate e per alzare il livello qualitativo.

Nel complesso i ricercatori che in questo decennio hanno presentato la loro candidatura sono stati 7.559: 1.795 nel settore degli idrocarburi, 2.897 delle rinnovabili, 2.700 della protezione dell’ambiente. Un numero imponente che ha raccolto il meglio della ricerca mondiale dimostrando la vivacità della ricerca innovativa e l’attenzione ai temi cruciali dell’energia e dell’ambiente.

I premiati: alcuni “case studies”

Nell’ultimo decennio sono state premiate figure di grande prestigio: nel 2012, per esempio, è stata scelta la canadese Barbara Sherwood Lollar per il suo lavoro sull’applicazione della geochimica degli isotopi stabili alla protezione delle risorse di falda e dell’ambiente. Peraltro, nell’ambito dell’Eni Award, si distingue tra i premiati una importante presenza femminile: 7 su 20 sono donne.

Nel 2013 il ricercatore italiano Roberto Danovaro ha visto premiare i suoi studi sull’ambiente marino e sul suo ruolo nel ciclo della CO2. Poco dopo il riconoscimento, diventato famoso in tutto il mondo, il professor Danovaro ha ottenuto l’incarico di presidente della Stazione Geologica Anton Dohrn di Napoli: istituto nazionale di grande rilevanza internazionale. Anche Emiliano Mutti, uno dei padri della geologia moderna, ha vinto Eni Award.

Ad aggiudicarsi il premio agli Eni Award 2018 per la sezione Giovane ricercatore dell’anno sono stati Gianluca Longoni, dell’Università degli Studi di Milano Bicocca e Michele De Bastiani, dell’Università degli Studi di Padova e dell’Istituto Italiano di Tecnologia.

Longoni ha condotto una ricerca che getta le basi per quella che sarà la prossima generazione di batterie. L’attività di De Bastiani, invece, ha avuto come obiettivo la stabilità delle celle solari di terza generazione. 

video-vincitori-eni-award-2018.jpg

La cerimonia per la premiazione

La cerimonia di consegna degli Eni Award si svolge a Roma, al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, del Presidente e dell’Amministratore Delegato di Eni, contestualmente ai riconoscimenti all’Innovazione conferiti a tre team di ricerca interni che si sono particolarmente distinti per il livello di innovazione e di rilevanza per il business dei risultati ottenuti.

Il bando Eni Award 2020

Il concorso per l’anno 2020 è composto da tre sezioni tematiche (Soluzioni Ambientali Avanzate, Frontiere dell’Energia e Transizione Energetica), a cui si aggiungono due premi Giovane Ricercatore dell’Anno, quattro premi Debutto nella ricerca: Giovani Talenti dall’Africa e un’ulteriore sezione riservata ai nostri ricercatori. Ognuna di esse prevede un premio e un bando specifico mentre le regole generali del concorso sono contenute nel Regolamento. 

Eni Award 2020 - Bando transizione energetica

PDF 686.88 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 686.88 KB

Eni Award 2020: Bando frontiere dell’energia

PDF 684.40 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 684.40 KB

Eni Award 2020 - Bando soluzioni ambientali avanzate

PDF 682.21 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 682.21 KB

Eni Award 2020 - Bando giovane ricercatore dell’anno

PDF 738.37 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 738.37 KB

Eni Award 2020 - Bando giovani talenti dall’Africa

PDF 687.83 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 687.83 KB

Eni Award 2020 - Bando riconoscimenti innovazione

PDF 651.53 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 651.53 KB
PDF 113.24 KB

Eni Award 2020 - Young Researcher Candidature Proposal

PDF 717.96 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 717.96 KB

Eni Award 2020 - Young Researcher Summary

PDF 646.43 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 646.43 KB
PDF 671.15 KB

Eni Award 2020 - Young Researcher CV

PDF 630.10 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 630.10 KB
PDF 725.43 KB
PDF 661.37 KB
PDF 672.62 KB
PDF 635.64 KB
PDF 595.37 KB

Eni Award 2020 - Candidature Proposal

PDF 102.62 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 102.62 KB

Eni Award 2020 - List of Publications and Patents Form

PDF 695.17 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 695.17 KB

Eni Award 2020 - Curriculum Vitae Form

PDF 524.45 KB 30 giugno 2019 CEST 00:00
PDF 524.45 KB