Overview

Angola
In questo approfondimento:

  • le principali attività legate al settore exploration & production che Eni svolge in Angola nell’offshore convenzionale e profondo
  • le sedi e i contatti societari di Eni nel Paese.

Exploration & Production

Eni è presente in Angola dal 1980; nel 2018 la produzione in quota Eni è stata di 146 mila boe/giorno. L’attività è concentrata nell’offshore convenzionale e profondo per una superficie complessiva sviluppata e non sviluppata di 21.441 chilometri quadrati (5.303 in quota Eni). Il principale asset nel Paese è il Blocco 15/06 (Eni 36,84%, operatore) con i progetti West Hub ed East Hub.

Altri blocchi produttivi partecipati da Eni sono:

  • il Blocco 0 (Eni 9,8%) in Cabinda nel nord della costa angolana;
  • le Development Area nel Blocco 3 e 3/05-A (Eni 12%) nell’offshore del Paese;
  • le Development Area nel Blocco 14 (Eni 20%) nell’offshore profondo a ovest del Blocco 0;
  • la Development Area Lianzi nel Blocco 14K/A IMI (Eni 10%);
  • le Development Area del Blocco 15 (Eni 20%) nell’offshore profondo.

 

Le attività di esplorazione e produzione di Eni in Angola sono regolate da contratti di concessione e da Production Sharing Agreement.

Eni è impegnata nell’implementazione di attività a supporto dello sviluppo socio-economico nella regione meridionale del Paese, nella provincia di Huila e Namibe. In particolare sono proseguite:

  • le attività a supporto dell’accesso all’energia da fonti rinnovabili e all’acqua potabile;
  • le iniziative in ambito sanitario attraverso campagne di sensibilizzazione delle comunità locali, programmi di formazione del personale, fornitura di energia elettrica nei Centri Salute e negli Ospedali, anche nell’area di Luanda;
  • e programmi a supporto dell’educazione primaria.

 

Nel 2018 le attività hanno riguardato:

  • l’avvio di iniziative a supporto dello sviluppo agricolo attraverso la creazione di centri di formazione;
  • iniziative a supporto dei programmi di sminamento di alcune aree che consentono di aumentare la sicurezza, restituire terreno per uso agricolo e migliorare la resilienza e stabilità delle comunità rurali;
  • e il progetto “Luanda refinery reliability improvement and gasoline production increase”. Il progetto prevede lo sviluppo di soluzioni specifiche per migliorare l’affidabilità della raffineria di Luanda, incrementare la produzione di benzina attraverso l’installazione di nuove unità produttive, ottimizzare i processi e formare il personale. Nel corso dell’anno è stata eseguita una prima manutenzione straordinaria e avviato il programma di training.

 

Blocco 15/06

Produzione. La produzione del blocco è fornita dai due progetti West Hub ed East Hub, che nel 2018 hanno prodotto 155 mila boe/giorno. Lo schema di sviluppo dei due progetti West Hub ed East Hub prevede l’allacciamento sequenziale alle due FPSO delle numerose scoperte dell’area a sostegno del plateau produttivo. Nel novembre 2018 è stato firmato un emendamento del PSA del Blocco 15/06 che definisce un ampliamento della superficie esplorativa nell’area occidentale del blocco. L’accordo conferma la strategia Eni di esplorazione near-field con la rapida messa in produzione delle scoperte beneficiando delle sinergie con le facility produttive esistenti.

Sviluppo. Le attività di sviluppo hanno riguardato i due progetti in produzione nell’area. In particolare per il progetto West Hub:

  • è stata completata la fase di ramp-up di Ochigufu raggiungendo il plateau produttivo di 25 mila barili/giorno;
  • e conseguito lo start-up produttivo di Vandumbu.

 

Nell’ambito del progetto East Hub:

  • è stata avviata la produzione del giacimento UM8 attraverso il collegamento alla FPSO presente nell’area;
  • è stato completato l’upgrading di alcune facility produttive;
  • sono stati sanzionati i progetti di Cabaça North & Cabaça South-East UM4/5. Le attività di sviluppo prevedono la perforazione di tre pozzi produttori, due pozzi per la water injection e collegamento alle facility produttive presenti. Lo start-up è previsto nel 2021.

 

Esplorazione. L’attività esplorativa ha avuto esito positivo con:

  • le scoperte a olio di Kalimba e Afoxé nell’area del progetto East Hub. Le scoperte presentano complessivamente un potenziale minerario stimato in 400- 500 milioni di barili di olio in posto;
  • la scoperta a olio di Agogo nell’area del progetto West Hub, con un potenziale minerario stimato in 450-650 milioni di barili di olio in posto. Lo sviluppo delle scoperte farà leva su possibili sinergie sfruttando la presenza di facility produttive esistenti.

 

Blocco 0

Produzione. Nel 2018 la produzione del blocco è stata di circa 283 mila boe/giorno (28 mila in quota Eni) fornita principalmente dai giacimenti Takula, Malongo e Mafumeira nell’Area A (19 mila boe/giorno in quota Eni) e dai giacimenti di Bomboco, Kokongo, Lomba, N’Dola, Nemba e Sanha nell’Area B (9 mila barili in quota Eni). Il gas associato alla produzione del Blocco 0 è inviato, attraverso il gasdotto Congo River Crossing, all’impianto di liquefazione A-LNG (v. di seguito) ed in parte fornito al mercato domestico, per la generazione elettrica nella regione di Cabinda.

Sviluppo. Sono state completate le attività di drilling programmate del progetto in produzione Mafumeira Sul.

 

Blocco 3 e 3/05-A

Produzione. Il Blocco 3 è suddiviso in tre aree produttive offshore. Il petrolio è inviato alla nave di stoccaggio Palanca FSO per l’esportazione. Nel 2018 la produzione complessiva dell’area è stata di circa 25 mila boe/giorno (2 mila in quota Eni).

 

Blocco 14

Produzione. Nel 2018 le Development Area del Blocco 14 hanno prodotto circa 84 mila boe/giorno (12 mila in quota Eni). I principali giacimenti in produzione sono Landana e Tombua nonché Benguela-Belize/ Lobito-Tomboco e Lianzi. Il gas associato prodotto nell’area viene trasportato attraverso il gasdotto Congo River Crossing all’impianto di liquefazione A-LNG (v. di seguito).

 

Blocco 15

Produzione. Nel 2018 il blocco ha prodotto circa 256 mila boe/giorno (32 mila in quota Eni). I principali giacimenti in produzione sono:

  • Hungo/Chocalho, avviati nel 2004, e Marimba avviato nel 2007 attraverso l’FPSO di Kizomba A;
  • Kissanje/Dikanza, avviati nel 2005 con l’FPSO Kizomba B;
  • Saxi/Batuque e Mondo avviati nel 2008 per mezzo di due FPSO aggiuntive;
  • Clochas e Mavacola avviati nel 2012 con il progetto Kizomba Satellite Fase 1;
  • e Bavuca, Kakocha e Mondo South avviati nel 2015 con il progetto Kizomba Satellite Fase 2.

 

Angola LNG

Eni partecipa con la quota del 13,6% nel consorzio Angola LNG (A-LNG) che gestisce un impianto di liquefazione, presso Soyo, con una capacità di trattamento di circa 10 miliardi di metri cubi/anno di feed gas e di liquefazione di 5,2 milioni di tonnellate/anno di GNL. La produzione nel corso del 2018 è stata di circa 20 mila boe/giorno in quota Eni.

Sedi e contatti

Exploration & Production 
Eni Angola S.p.A - Sucursal de Angola 
Downtown Center Building, 19 Joaquim Figueiredo Street,  12º Floor 
P.O. BOX 1289 
Luanda – Angola 
Tel. (00244) 222 391894

Voci collegate

I progetti di sostenibilità di Eni in Angola

In Angola promuoviamo l’economia locale, lo sviluppo sostenibile delle comunità e la salvaguardia dell’ambiente.
Back to top