visore-sviluppo-energetico-messico-2.jpg

Un esempio di collaborazione con le autorità locali in Messico

Intervista a Sheila Guadalupe Cadena Nieto, prima donna ad assumere la direzione della Segreteria per lo Sviluppo Energetico, e la più giovane del Governo.

La Segreteria per lo Sviluppo Energetico e l'importanza per lo Stato

La Segreteria per lo Sviluppo Energetico (da ora in poi SEDENER) è stata creata dall’attuale amministrazione dello Stato del Tabasco (mandato 2019-2024), quale agenzia responsabile delle questioni energetiche, vista la loro enorme preponderanza nella crescita economica dello Stato.

Ai sensi della Legge organica del potere esecutivo dello Stato di Tabasco, si occupa di promuovere davanti alle autorità federali competenti, agli organismi di regolamentazione e alle Imprese Produttive dello Stato, l’implementazione di progetti strategici di sviluppo energetico attraverso la creazione di strumenti giuridici e meccanismi di associazione che permettano di attirare investimenti pubblici e privati, allo scopo di garantire lo sviluppo energetico in idrocarburi, petrolio, petrolchimica, elettricità ed energie rinnovabili.

Inoltre coadiuva, partecipa e sostiene progetti di investimento, infrastrutture e servizi energetici nelle loro diverse modalità insieme al governo federale, alle Imprese Produttive dello Stato e al settore privato in conformità con le disposizioni dell’articolo 27 della Costituzione politica degli Stati Uniti Messicani e le disposizioni giuridiche, amministrative e normative applicabili.

Infine, la SEDENER prende parte alla Commissione Federale dell’Elettricità e alle autorità competenti affinché la fornitura di elettricità avvenga nella quantità e nella qualità sufficienti e con tariffe accessibili per la popolazione e lo sviluppo di Tabasco.

Tutto ciò, tenendo conto del rispetto dei diritti umani degli abitanti dell’entità, aspirando a uno sviluppo energetico sostenibile, con impegno e responsabilità sociale, verso un uso efficiente e razionale delle risorse.

Pertanto, in ambito sociale, è responsabile di incoraggiare la popolazione e i settori produttivi a risparmiare energia attraverso il suo uso efficiente e sostenibile; inoltre intraprende e coordina azioni concertate con il settore e favorire un equilibrio armonioso tra le attività petrolifere e di elettrificazione e le altre attività produttive dello Stato, al fine di migliorare le condizioni sociali, economiche e ambientali delle zone petrolifere.

Allo stesso modo, ha il compito di promuovere programmi di energia alternativa per fornire elettricità a comunità isolate o disperse, che non hanno la possibilità di accedere ai servizi energetici tradizionali; gestisce gli indennizzi in caso di alterazioni alle zone produttive e di altra natura causate dai lavori delle attività petrolifere, di elettrificazione e idrauliche; e favorisce la partecipazione sociale degli abitanti delle zone, al fine di promuovere il rafforzamento dei sistemi produttivi, il miglioramento del contesto ecologico e l’aumento della qualità dei servizi di base richiesti da queste comunità.

Il perseguimento del benessere sociale nelle comunità che circondano i centri di esplorazione e sfruttamento degli idrocarburi richiede la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti.

Sheila Guadalupe Cadena

Sheila Guadalupe Cadena Nieto si è laureata in Giurisprudenza presso l’Universidad Autónoma de Guadalajara. Ha lavorato nel settore legale di Petróleos Mexicanos (PEMEX); è stata coordinatrice generale dell’Istituto della Gioventù e dello Sport di Tabasco e attualmente è una deputata locale autorizzata della LXIII Legislatura del Congresso dello Stato. Il 1° novembre 2020, con la nomina da parte del governatore costituzionale di Tabasco, Adán Augusto López Hernández, è diventata la prima donna ad assumere la direzione della Segreteria per lo Sviluppo Energetico dell’entità, oltre che la più giovane del gabinetto.

img-sheila-fascia.jpg
img-sheila-mobile.jpg
PDF 141.75 KB

Eni si è assunta un impegno specifico su questo tema, con una Dichiarazione approvata dal suo Amministratore Delegato, a cui sta dando seguito con iniziative specifiche nelle aree in cui sviluppa i suoi progetti. In Messico, in particolare nello stato di Tabasco, Eni ha condotto un’analisi di impatto sui diritti umani avvalendosi di un consulente esterno, seguita da un piano d’azione specifico. Quali suggerimenti potrebbe dare all’azienda per migliorare ulteriormente la tutela dei diritti umani nel Paese?

L’analisi dei rapporti sulla valutazione d’impatto sui diritti umani (Human Rights Impact Assessment) e il Piano di Azione sui diritti umani (Human Rights Action Plan) rivela la natura trasversale della tutela dei diritti umani nelle imprese e nel settore pubblico. Per decenni, è stato necessario prendere in considerazione le conoscenze e le potenzialità locali, la cultura e i costumi delle comunità che sono beneficiarie di una politica pubblica, o ospiti di un progetto imprenditoriale.

Il legame con le istituzioni di istruzione superiore della regione permetterà di rafforzare la conoscenza generata in queste relazioni. In tutto questo, il monitoraggio e la valutazione saranno importanti, quindi l’azienda dovrà generare indicatori che valutino le azioni intraprese.

Il perseguimento del benessere sociale nelle comunità che circondano i centri di esplorazione e sfruttamento degli idrocarburi richiede la partecipazione di tutti i soggetti coinvolti; in questa logica è essenziale prendere in considerazione l’esperienza e le capacità del governo dello Stato di Tabasco, rappresentato in questo caso dalla SEDENER.

La nuova struttura organizzativa del potere esecutivo ha permesso la creazione di agenzie che rivestono un ruolo strategico per sostenere lo sviluppo e la crescita dell’entità in tutti i sensi. Pertanto, la SEDENER ha l’opportunità di diventare il collegamento istituzionale tra la società civile, i comuni e le aziende del settore energetico, per formulare, attuare e valutare azioni, programmi e progetti per lo sviluppo della comunità nelle aree di influenza del settore. 

L’occupazione della superficie deve passare dalla norma alla pratica, basandosi su efficienza, efficacia e rispetto dei diritti umani, facendo del potenziale energetico di Tabasco un motore di sviluppo sociale.