Americhe

Il nostro impegno sul continente americano si concentra nelle attività di esplorazione e sviluppo, nella raffinazione e nelle attività di ricerca tecnologica in collaborazione con il MIT.

867153172

Un’alleanza chiave per l’innovazione: dal solare alle acque profonde

Le nostre sfide

Gli Stati Uniti continuano ad essere fonte di innovazione e trasformazione nel settore dell’energia. Un produttore maturo che appena dieci anni fa sembrava destinato ad importare sempre maggiori quantità di energia, è diventato con la rivoluzione “shale” uno dei maggiori produttori mondiali di idrocarburi, con implicazioni non solo energetiche ma anche geopolitiche. Oltre che protagonisti nella produzione e nel consumo di idrocarburi, gli USA sono anche una fucina creativa e tecnologica capace di generare innovazioni fondamentali e ribaltare i paradigmi energetici e regolatori. È quanto sta avvenendo, ad esempio, nello sviluppo e crescita delle energie rinnovabili, soprattutto in alcune aree come la California.  Ma anche l’America Latina offre grandi opportunità di sviluppo del settore. Si pensi alle riserve di Brasile e Venezuela o ai nuovi temi esplorativi emersi negli ultimi anni in Guyana. Una ricchezza, sia nelle fonti convenzionali che nelle rinnovabili, che richiede capacità di indirizzo e interventi di modernizzazione, come la recente riapertura del Messico alle compagnie internazionali.

 

La strategia

Nelle Americhe perseguiamo importanti obiettivi su vari fronti: esplorazione e produzione, raffinazione, marketing e chimica, ricerca e sviluppo. Le nuove attività Upstream sono concentrate nell’Eastern North Slope dell’Alaska e nell’offshore del Messico, protagonista nei piani di investimento. Restiamo, inoltre, una delle principali compagnie in Venezuela, nonostante le difficoltà che impediscono oggi al Paese di sviluppare appieno il suo enorme potenziale. Nella raffinazione, marketing e chimica, produciamo e commercializziamo nel continente lubrificanti e metanolo ed siamo presenti nei settori elastomeri, stirenici e polietilene. La ricerca e sviluppo può contare, dal 2008, sull’alleanza strategica di Eni con il Massachusetts Institute of Technology (MIT) per lo sviluppo congiunto di progetti di ricerca ad alto contenuto tecnologico e potenziale di innovazione, sull’energia solare, sulla fusione nucleare e sulla cattura e riuso del carbonio. 

730260985
1/1

Noi e il Massachusetts Institute of Technology al 2018

In più di dieci anni abbiamo sviluppato tecnologie uniche
40+
Invenzioni brevettate
Gran parte dei progetti è sulle rinnovabili, con un’attenzione particolare al solare
10media
Borse di studio e dei dottorati all'anno
Tra le attività più rilevanti, la creazione del primo Solar Frontier Center
18
Dipartimenti del MIT coinvolti
2008 anno inizio collaborazione
Docenti, ricercatori, dottorandi, studenti
+100
Persone MIT coinvolte nelle ricerche
Le attività in corso: sviluppo di nanotecnologie e materiali per pannelli solari
200
Pubblicazioni scientifiche dal 2008 a oggi
Per tecnologie low-carbon
25
Domande di brevetto

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

I principali progetti sviluppati nelle Americhe

Operiamo utilizzando le soluzioni tecnologiche più avanzate e cercando di ridurre al minimo l’impatto sull'ambiente.

2/2
627470189

Il progetto Area 1

Abbiamo acquisito quest’area situata nel Golfo del Messico nel 2015 e due anni dopo abbiamo completato la campagna di perforazione.

La piena produzione del campo Miztón, avviato nel 2019, inizierà nei primi mesi del 2021, con l’installazione di una FPSO che ci consentirà di raggiungere il plateau produttivo.

Scopri l’Area 1
cover-eni-mit.jpg

La collaborazione con il MIT

Dal 2008 collaboriamo con il Massachusetts Institute of Technology di Boston per numerosi progetti relativi alle energie rinnovabili, all’ambiente e alla sicurezza sul lavoro.

La maggior parte delle ricerche si concentrano sulle rinnovabili (in particolare sul solare), ma anche sulla fusione, sullo stoccaggio energetico e la modellazione dei giacimenti.

Scopri il progetto

La nostra presenza

Dal Canada fino all’Argentina, dal Messico agli Stati Uniti operiamo adottando tecnologie e processi industriali rispettosi dei territori.