Africa

È il continente in cui abbiamo mosso i primi passi fuori dall’Italia nel 1954 e dove trovano spazio i capisaldi del nostro modello di business.

cover-africa-1280.jpg

Il passato, il presente e il futuro dell'azienda

Le nostre sfide

La storia del cane a sei zampe non può prescindere dal suo rapporto con l’Africa: passato presente, futuro per Eni, l’Africa è il continente in cui abbiamo mosso i primi passi fuori dall’Italia a partire dal 1954. Il continente più antico dove ha avuto origine la vita dell’uomo, oggi, con il 70% della popolazione sotto i trent’anni, sta assumendo sempre più un nuovo ruolo strategico che sfida gli stereotipi tradizionali. Mentre il Nord Africa affronta la sfida dell’industrializzazione per crescere lungo tutta la catena del valore industriale, in Africa Subsahariana centinaia di milioni di persone non hanno ancora accesso all’energia elettrica, che è una delle basi fondamentali per migliorare la qualità della vita delle comunità e favorire lo sviluppo.  L’Africa fornisce oltre la metà della produzione totale di greggio e gas naturale di Eni, che è primo produttore internazionale nel continente. E intendiamo continuare a crescere, portando avanti iniziative di sviluppo che coinvolgano sempre più attori per una crescita durevole e continua.

La strategia

Accesso all’energia e lotta al cambiamento climatico sono le principali sfide di una compagnia del settore energetico come la nostra: lavoriamo insieme ogni giorno per creare sviluppo e stabilità. Una crescita durevole, continua, che si basa su valori condivisi: fin dal principio abbiamo investito sul capitale locale per far fiorire il suo potenziale. In linea con la strategia di trasformazione fondata sull’efficienza, l’integrazione e l’impiego di nuove tecnologie messe in atto a partire dal 2014, anche in Africa vogliamo rafforzare e diversificare ulteriormente il nostro portafoglio. Continuiamo a perseguire nuove opportunità nel settore Upstream e a crescere nelle rinnovabili, integrando le nostre attività di business con l’innovazione tecnologica e i progetti di sviluppo locale, sempre più in stretta collaborazione con le comunità locali. Anche qui contribuiamo al raggiungimento di uno dei nostri obiettivi principali, la decarbonizzazione, grazie a un progetto di conservazione delle foreste associato alla crescita sostenibile del settore agricolo che interesserà in particolare l’Africa subsahariana.

84544784
1/1

Investimenti per lo sviluppo locale nel 2018

Formazione professionale e infrastrutture scolastiche
43,9mln di €
Investimenti nell’area sub-sahariana
A Luanda, 2 milioni di abitanti, di cui circa 240 mila bambini
6,2mln di €
Investimenti progetto Kilamba Kiaxi in Angola
A favore delle comunità
13,4mln di €
Investimenti in sviluppo infrastrutturale
46,7 mln di € Investimenti per lo sviluppo locale per l’Africa
Per oltre 18 milioni di persone
1GW
Capacità installata di centrali termoelettriche
Assistenza sanitaria dedicata ai più piccoli, attraverso programmi di vaccinazione
10mln di €
Investimenti progetto Salissa Mwana in Congo
La potenza totale è destinata a raggiungere i 5 GW nel 2025
43%
Potenza elettrica da fonti rinnovabili al 2022

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

L’impegno per la conservazione delle foreste

L’Africa ha un grandissimo patrimonio boschivo che vogliamo preservare. Ci impegniamo a ridurre il livello di CO₂ nell’atmosfera, infatti, non solo diversificando le attività di business, ma anche puntando sui progetti di forestry che porteranno impatti positivi sulle comunità, in termini di sviluppo economico e sociale. Le foreste consentono di sviluppare nuove attività e di aumentare l’occupazione. La nostra strategia prevede lo sviluppo di progetti di “Riduzione delle Emissioni causate dalla Deforestazione e dal Degrado forestale" (REDD+), la partecipazione a iniziative internazionali e le partnership di valore. Abbiamo già stretto i primi accordi tramite la sottoscrizione di Memorandum of Understanding (MoU) per lo sviluppo di progetti forestali in partnership con sviluppatori internazionali.

 

cover-foreste-divorano-CO2.jpeg
FOCUS

La tutela delle foreste in Africa

La conservazione del patrimonio boschivo del continente è parte integrante della nostra strategia low-carbon.

Abbiamo avviato progetti di forestry in molti Paesi, tra cui Zambia, Ghana, Angola e siamo membri della governance di REDD+.

I principali progetti sviluppati nel continente africano

Sviluppiamo le attività di business sul territorio, favorendo la crescita socio-economica locale.

3/3
cover-OCTP-ghana-gruppo.jpg

OCTP e lo sviluppo integrato del Ghana

Offshore Cape Three Points (OCTP) si trova a circa 60 chilometri al largo della costa occidentale del Paese.

È un progetto integrato avviato nelle acque profonde del Ghana che unisce la creazione di valore e la sostenibilità ambientale in un’unica grande iniziativa. 

Scopri OCTP
cover-ghana-salute.jpg

Kilamba Kiaxi e la promozione della salute

Abbiamo realizzato con Eni Foundation un progetto sanitario-nutrizionale di tre anni destinato alle donne e ai bambini della città di Luanda in Angola. SDGs: 3

Il progetto è stato avviato per aumentare la consapevolezza dei cittadini riguardo la prevenzione delle malattie e promuovere la cura di sé anche attraverso l’educazione alimentare delle famiglie. 

 

Scopri Kilamba Kiaxi
Algeria-Bir-3.jpg

Il fotovoltaico d’Algeria

Nel 2018 abbiamo inaugurato sul territorio algerino l’impianto solare da 10 MW presso il giacimento a olio Bir Rebaa North.

L’impianto, operato congiuntamente da noi e da Sonatrach, renderà autosufficiente le attività Upstream dal punto di vista energetico.

Scopri Bir Reeba North

La nostra presenza

La prima impronta sul territorio il cane a sei zampe l’ha lasciata nel deserto egiziano a dicembre del 1954 e oggi l’Africa fornisce oltre la metà della nostra produzione totale di greggio e gas naturale.