Upstream

Eni: importante scoperta a gas nell’ offshore dell’Indonesia

27 ottobre 2014 11:34 AM CET

San Donato Milanese (MI), 27 ottobre 2014 – Eni ha effettuato un’importante scoperta a gas  nel prospetto esplorativo indonesiano denominato  Merakes,  situato nel blocco East Sepinggan, di cui Eni è operatore con la quota del 100%. Il blocco si trova al largo di East Kalimantan (Borneo), 170 chilometri a sud del centro di liquefazione di gas naturale Bontang GNL e a 35 chilometri dal campo offshore in sviluppo di Jangkrik, sempre  operato da Eni.

La scoperta è stata effettuata attraverso il pozzo Merakes 1, che è stato perforato in una profondità d’acqua di 1.372  metri e ha raggiunto una profondità complessiva di 2.640 metri. Il pozzo ha incontrato un importante accumulo di gas nella sequenza geologica clastica di età Pliocenico Inferiore. Il pozzo ha attraversato una colonna di idrocarburi di 60 metri in sabbie di ottima qualità.

Merakes è il primo pozzo esplorativo perforato da Eni nel Blocco East Sepinggan, acquisito dalla società nel 2012 a seguito di una gara internazionale. 

Eni stima preliminarmente il potenziale della scoperta di Merakes in circa 36 miliardi di metri cubi di gas  in posto e prevede un ulteriore potenziale che verrà valutato con una campagna di delineazione.

Claudio Descalzi, Amministratore delegato di Eni, ha commentato:  "Questo nuovo successo concretizza ulteriormente la nostra strategia di crescita nel bacino del Pacifico, dove oltre alla presenza già consolidata in Indonesia, Australia e Cina, Eni ha recentemente firmato nuovi contratti esplorativi in Vietnam, Myanmar e nella stessa Cina. Questa nuova scoperta è  importante, poiché rafforza la nostra posizione di operatori in Indonesia e, grazie alla sua vicinanza al campo di Jangkrik , oggi in sviluppo,  potrà fornire ulteriori volumi di gas  all’impianto di GNL di Bontang. Questo risultato dimostra ancora una volta l’efficacia dell’approccio strategico di Eni nell’esplorazione, volto a operare con partecipazioni elevate al fine di valorizzare al meglio le  scoperte" 

Eni è presente in Indonesia dal 2001 e detiene nel Paese un ampio portafoglio di asset esplorativi, produttivi  e in sviluppo che rivestono un'importanza sempre maggiore nel contribuire alla crescita complessiva della società.  Eni detiene nel Paese 14 permessi, di cui 10 in qualità di operatore: le attività esplorative sono localizzate nei bacini petroliferi di Tarakan e Kutei (Borneo orientale), di Nord Sumatra, di West Timor e West Papua. Nel Kutei Basin Eni ha avviato lo sviluppo del campo deep offshore di Jangkrik,  nell’ambito del Production Sharing Contract (PSC) di Muara Bakau, e partecipa allo sviluppo di ingenti riserve di gas localizzate nei PSC di Ganal e Rapak. Le attività produttive sono localizzate  nella regione del Delta del Mahakam e sono svolte attraverso la partecipata VICO Ltd (Eni 50%, BP 50%), operatore del PSC di Sanga Sanga che fornisce una produzione in quota Eni di circa 17 mila barili di olio equivalente al giorno.

PDF 32.88 KB