cover-sicurezza-alimentare-myanmar.jpg

Agricoltura, acqua e salute in Myanmar

Il progetto lanciato nel 2017 sostiene il Myanmar nella lotta alla malnutrizione.

Contribuiamo a migliorare la produzione agricola, l’accesso all’acqua e alla salute

Nel corso del 2017, con il supporto dell’Università di Milano e dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), Eni Foundation ha completato gli studi di fattibilità del progetto e firmato il Memorandum of Understanding con il Dipartimento della Sanità Pubblica del Ministero della Salute e dello Sport. Eni Foundation si è impegnata a finanziarlo e a gestirlo fino al termine. L’iniziativa si concentra nelle città di Myothit, Magway e Minhla, tutte situate nella regione di Magway. Eni Foundation ha fissato una serie di obiettivi in ambito agricolo, idrico e sanitario. Per quanto riguarda la componente agricola, il progetto ambisce a migliorare la produttività delle colture e la resilienza degli agricoltori, sostenendo il servizio di consulenza rurale e di promozione delle buone pratiche agricole (GAP), e a ottimizzare l’accesso alla tecnologia per l’irrigazione applicata alla produzione orticola e alla sicurezza nutrizionale a livello familiare e di comunità. 

Allo stesso tempo, Eni Foundation mira a sostenere il sistema di gestione multi-livello per raccogliere e sistematizzare la produzione agricola, l’approvvigionamento idrico e i dati sulle acque sotterranee. Per la componente idrica, Eni Foundation intende migliorare l’accesso all’acqua potabile e per l’irrigazione in siti prioritari selezionati, con un totale di 20 pozzi d’acqua e 11 bacini idrici. Per la componente sanitaria, Eni Foundation si impegna inoltre a: incoraggiare il cambiamento dei comportamenti legati all’igiene e alla salute materna e infantile, migliorare l’offerta di servizi nei centri sanitari rurali e secondari attraverso una formazione speciale, fornire energia, impianti idrici, attrezzature e mobili, sostenere la formazione dell’autorità sanitaria regionale sulle malattie trasmissibili, fornire nutrizione e micronutrienti per i neonati affetti da malnutrizione grave, basso peso alla nascita e a migliorare il legame tra le comunità e il sistema sanitario pubblico.

 

Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs)

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 da 193 Paesi membri dell’ONU che ingloba 17 obiettivi tesi allo sviluppo socio-economico delle comunità e dei territori. In linea con il secondo, il terzo e il sesto obiettivo, con questo progetto stiamo contribuendo a combattere la malnutrizione e migliorare la produttività agricola (Obiettivo 2) e alla promozione del benessere e della salute della comunità (Obiettivo 3). Collaboriamo inoltre per garantire la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie (Obiettivo 6).

video-myanmar-alimentazione.jpg

I villaggi dove Eni Foundation sta lavorando per fornire assistenza agricola, idrica e sanitaria.

La sicurezza prima di tutto

Consideriamo la sicurezza sul lavoro un valore imprescindibile che condividiamo con i dipendenti, i contrattisti e le comunità locali. Per questa ragione mettiamo in atto tutte le azioni necessarie per evitare gli incidenti, tra cui modelli organizzativi per la valutazione e gestione dei rischi, piani di formazione, sviluppo di competenze e promozione della cultura della sicurezza.

Partnership e organizzazioni con cui abbiamo implementato il progetto

Eni Foundation gode del pieno sostegno del Ministero della Salute e dello Sport e del Ministero dell’Agricoltura, dell’Allevamento e dell’Irrigazione a livello nazionale. Il dipartimento regionale all’agricoltura di Magway, il dipartimento dello sviluppo rurale, il dipartimento dell’irrigazione e dell’acqua e il dipartimento regionale della sanità pubblica sono direttamente impegnati nell’attuazione delle iniziative, fornendo strutture, personale tecnico, attrezzature e qualsiasi altro supporto eventualmente richiesto da Eni Foundation. Eni Foundation collabora inoltre con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e, tra i partner scientifici, con l’Università degli Studi di Milano. Eni Foundation ha selezionato le proprie organizzazioni di attuazione seguendo un processo di gara. Le ONG selezionate sono la Fondazione AVSI (AVSI) per la componente idrica e Progetto Continenti Myanmar (PC Myanmar) per le componenti sanitaria e agricola.