F03520.jpg

Karachaganak

Situato nella parte occidentale del Kazahkstan, Karachaganak è un giacimento giant che produce petrolio, condensati e gas naturale.

Operiamo a grandi profondità

Le operazioni condotte dal consorzio Karachaganak Petroleum Operating (KPO), in concessione fino al 2037, sono regolate da un Production Sharing Agreement di cui noi e Shell siamo co-operatori (Eni 29,25%). Conduciamo l’attività operativa producendo liquidi (condensati e olio) dalle sezioni  più profonde del giacimento. Utilizziamo circa il 50% del gas prodotto per la vendita alla centrale di Orenburg in Russia e il restante volume per la reiniezione nelle parti superiori del giacimento e la produzione di fuel gas. Circa il 95% della produzione di liquidi è stabilizzato presso il Karachaganak Processing Complex (KPC) per la successiva commercializzazione sui mercati occidentali attraverso il Caspian Pipeline Consortium e tramite la pipeline Atyrau-Samara che si connette con i sistemi di esportazione russi. La rimanente parte di liquidi è stata invece inviata non stabilizzata alla centrale di Orenburg fino a settembre 2018, quando è scaduto il contratto d’acquisto. Per quanto riguarda lo sviluppo, nell’ambito dei progetti di ampliamento della capacità di trattamento gas degli impianti del giacimento di Karachaganak è stato approvato il progetto Karachaganak Process Center Debottlenecking. Le attività sono in corso di esecuzione con completamento atteso nel 2020. La capacità di reiniezione addizionale sarà garantita nei prossimi anni dall’installazione di ulteriori facility di reiniezione di gas che si aggiungeranno a quelle esistenti.

La sicurezza prima di tutto

Consideriamo la sicurezza sul lavoro un valore imprescindibile che condividiamo con i dipendenti, i contrattisti e le comunità locali. Per questa ragione mettiamo in atto tutte le azioni necessarie per evitare gli incidenti, tra cui modelli organizzativi per la valutazione e gestione dei rischi, piani di formazione, sviluppo di competenze e promozione della cultura della sicurezza.

 

L’impatto sull’ambiente e sulla comunità

Prosegue l’impegno a sostegno delle comunità presso l’area del giacimento. In particolare, continuano gli interventi in ambito di formazione professionale, realizzazione di asili e scuole, manutenzione di ponti, strade e costruzione di centri sportivi. Alla fine del 2017 abbiamo investito oltre 367 milioni di dollari nello sviluppo di infrastrutture locali. Abbiamo utilizzato il finanziamento principalmente per migliorare le strutture sanitarie, educative, culturali e sportive. Abbiamo costruito nuove scuole e asili, ospedali, strade e servizi pubblici.

Non abbiamo mai svolto attività di esplorazione e sviluppo di idrocarburi all’interno dei confini dei Siti Naturali inclusi nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO e a maggio 2019 ci siamo impegnati formalmente, dando riconoscimento ufficiale alla policy Biodiversità e dei Servizi Ecosistemici (BES) che già seguiamo nelle operazioni e che si inserisce nel nostro cammino di trasformazione. Ci impegniamo in investimenti a lungo termine, andando oltre le priorità di profitto a breve termine dal punto di vista operativo e sociale, così come riconosciuto dalla nuova mission aziendale, ispirata agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.