Overview

Egitto
Siamo presenti in Egitto dal 1954 con attività di esplorazione e produzione, oltre che nel settore Gas & Power. Le nostre principali attività produttive sono collocate nel Golfo di Suez con produzione di petrolio e condensati e nelle concessioni del Delta del Nilo con produzione prevalentemente a gas. Nel marzo 2015 abbiamo firmato un accordo con il Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano per lo sviluppo delle risorse petrolifere del Paese che prevede investimenti totali per un valore stimato di circa cinque miliardi di dollari al 100%.

Exploration & Production

Nel 2015 la produzione di idrocarburi è stata di 189 mila boe/giorno in quota Eni, rappresentando l'11% della produzione annuale di idrocarburi. Eni opera su una superficie complessiva sviluppata e non sviluppata di 23.452 chilometri quadrati (9.668 chilometri quadrati in quota Eni). Le principali attività produttive Eni sono condotte:
  • nel Golfo di Suez, principalmente nel giacimento Belayim (Eni 100%) e nel Western Desert, essenzialmente nella concessione Melehia (Eni 76%) e Ras Qattara (Eni 75%) con produzione di petrolio e condensati
  • nelle concessioni del Delta del Nilo di North Port Said (Eni 100%), di El Temsah (Eni 50%, operatore), di Baltim (Eni 50%, operatore) e di Ras el Barr (Eni 50%) con produzione prevalentemente a gas. Nel 2015, la produzione di queste concessioni ha rappresentato circa il 92% della produzione in quota Eni del Paese.

Nel Marzo 2015, Eni e il Ministro del Petrolio e delle Risorse Minerarie egiziano hanno firmato un accordo quadro che prevede investimenti di $5 miliardi (al 100%) nei prossimi anni finalizzati alla realizzazione di progetti di sviluppo di riserve di gas e olio nell’ottica di valorizzare il potenziale minerario locale. In tale ambito è stata definita con le controparti la modifica di alcuni parametri e termini dei contratti petroliferi esistenti, con effetti economici retroattivi al 1 gennaio 2015. L’accordo comprende la definizione di nuove forme di recupero dei crediti commerciali scaduti vantati da Eni per forniture di idrocarburi nei confronti delle Compagnie di Stato. Nel novembre 2015, così come previsto dall’accordo, sono stati firmati tre emendamenti per le concessioni di Sinai 12 (Eni 100%) e Abu Madi (Eni 75%), North Port Said e Baltim, per permettere l’attuazione di progetti da realizzare nei prossimi anni per far fronte alle crescenti esigenze energetiche della domanda locale egiziana. Inoltre è stato firmato anche un nuovo accordo di Concessione per l’area di Ashrafi (Eni 25%). Alcune delle attività previste sono in fase di esecuzione e un pozzo aggiuntivo nella concessione di Baltim è già in produzione.

È stata effettuata la scoperta giant a gas di Zohr nella licenza operata di Shorouk (Eni 100%) nelle acque profonde del Mar Mediterraneo. Il giacimento ha il potenziale di contenere fino a 850 miliardi di metri cubi di gas in posto. La scoperta potrà assicurare indipendenza energetica al Paese per molti anni. Nel febbraio 2016, il Ministero del Petrolio e delle Risorse Minerario egiziano ha approvato l’assegnazione a Eni del Zohr Development Lease che sancisce l’avvio dello sviluppo del giacimento a gas. Il first gas è previsto a fine 2017. Inoltre è stato perforato con successo il pozzo Zohr 2X, primo pozzo di delineazione della scoperta. Il programma di delineazione prevede la perforazione di ulteriori 3 pozzi.

Nel corso del 2015 sono stati ratificati i Concession Agreement relativi ai blocchi: 
  • South-West Melehia (Eni 100%) nel deserto occidentale; 
  • Karawan (Eni 50%, operatore) e North Leil (Eni 100%) nell’offshore profondo del Mediterraneo; 
  • North El Hammad (Eni 37,5%, operatore) e North Ras El Esh (Eni 50%) nell’offshore del Nile Delta, queste ultime in attesa di ratifica da parte delle Autorità del Paese.
Le attività di esplorazione e produzione di Eni in Egitto sono regolate da contratti di Production Sharing Agreement.

 

Golfo di Suez

La produzione dell’area è fornita principalmente dal giacimento Belayim, la prima grande scoperta a olio nel Paese, che ha prodotto circa 97 mila barili/giorno (64 mila boe/giorno in quota Eni) nel 2015. Sono state eseguite attività di perforazione di pozzi di infilling nell’area di Belayim al fine di ottimizzare il recupero del potenziale minerario residuo. L’attività esplorativa ha avuto esito positivo con il pozzo ARM-14, con una scoperta a olio, nella concessione di Abu Rudeis (Eni 100%), già allacciato alle facility produttive dell’area, permettendo di raddoppiare la produzione del campo.

 

Delta del Nilo

Nel 2015 la produzione della concessione di North Port Said è stata di circa 25 mila boe/giorno (circa 18 mila boe/giorno in quota Eni), circa tre milioni di metri cubi/giorno di gas e circa tre mila barili/giorno di condensati. Parte della produzione della concessione è destinata all’impianto di proprietà United Gas Derivatives Co (Eni 33,33%) con una capacità di trattamento di 37 milioni di metri cubi di gas/giorno e una produzione annua di circa 380 mila tonnellate di propano, 305 mila tonnellate di GPL e 1,5 milioni di barili di condensati. Le attività eseguite hanno avuto l’obiettivo di mantenere la produzione di gas. Nel 2015 la produzione della concessione di Baltim è stata di circa 40 mila boe/giorno (circa 12 mila boe/giorno in quota Eni), circa sette milioni di metri cubi/giorno di gas e circa settemila barili/giorno di condensati. Le attività eseguite in fase di sviluppo hanno avuto l’obiettivo di mantenere la produzione di gas. Nel 2015 la produzione dell’area di Ras el Barr è stata di circa 83 mila boe/giorno (circa 25mila boe/giorno in quota Eni), principalmente gas proveniente dai giacimenti Ha’py, Akhen, Taurt e Seth. Nel corso dell’anno è stato avviato il progetto di sviluppo sub-sea END Phase 3. La concessione di El Temsah comprende principalmente i campi di Temsah, Denise e Tuna la cui produzione nel 2015 è stata di circa 115 mila boe/giorno (circa 32 mila boe/giorno in quota Eni), circa diciassette milioni di metri cubi/giorno di gas e circa tremila barili/giorno di condensati in quota Eni. Le attività di sviluppo hanno riguardato attività di infilling al fine di ottimizzare il recupero del potenziale minerario residuo.


Esplorazione nel Delta del Nilo

L’attività esplorativa ha avuto esito positivo con la scoperta a gas nel prospetto esplorativo Nooros, situato nella licenza di Abu Madi West (Eni 75%). Le stime preliminari indicano che il giacimento possa contenere 15 miliardi di metri cubi di gas in posto, con ulteriore potenziale, a cui si sommano i condensati associati al gas. Il nuovo giacimento è stato messo in produzione a solo 2 mesi dalla scoperta attraverso il suo collegamento alla centrale di trattamento del gas di Abu Madi. Inoltre nel febbraio 2016 è stato perforato con successo il pozzo Nidoco North 1X. L’avvio della nuova scoperta è previsto nel secondo trimestre 2016 e consentirà di raggiungere una produzione complessiva dell’area pari a 45 mila boe/giorno.


Western Desert

Altre attività produttive operate da Eni sono condotte nel Western Desert, in particolare nei permessi di sviluppo di Meleiha, Ras Qattara, West Abu Gharadig (Eni 45%) e West Razzak (Eni 100%) prevalentemente di petrolio. Nel 2015 le concessioni localizzate nel Western Desert hanno fornito circa il 15% della produzione in quota Eni del Paese. Le attività di sviluppo hanno riguardato attività di infilling al fine di ottimizzare il recupero del potenziale minerario. L’attività esplorativa ha avuto esito positivo con la scoperta a olio di Meleiha West Deep nella concessione Meleiha.

Sedi e contatti

Exploration & Production
Ieoc Production B.V.
P.O. box, 52
1, Road 204
Degla Square
11742 Maadi
Il Cairo
Tel. (0020) 2 7057171

Tecnomare Egypt Ltd.
4A St. 200, Degla, Maadi - Cairo, Egypt
Tel. +20 2 7028432
+20 2 7028349
Fax. +20 2 7028461


Gas & Power
Egyptian International Gas Technology Co.
Gastec Building
El Teseen -5th Street Settlement Area
Cairo
Egypt



Back to top