Overview

Algeria
In questo approfondimento:

  • le principali attività legate al settore upstream che Eni svolge in Algeria dal 1981. Oggi le esplorazioni si compiono nell’area Bir Rebaa e nella parte meridionale del Paese dove l’azienda ha ottenuto concessioni
  • l’impegno nel campo delle fonti rinnovabili
  • l'attività del settore G&P per la fornitura di gas naturale
  • le sedi e i contatti societari di Eni nel Paese

Upstream

Eni è presente in Algeria dal 1981, e occupa una superficie complessiva sviluppata e non sviluppata di  3.359 chilometri quadrati, di cui 1.141 in quota Eni.

Nel giugno 2017 e stato firmato l’accordo di estensione contrattuale per 15 anni dei giacimenti del Blocco 403 (Eni 50%). L’accordo prevede la possibilità di sviluppo del potenziale gas dell’area anche attraverso l’utilizzo delle facility di trattamento del progetto MLE del Blocco 405b (Eni 75%). Inoltre è prevista la possibilità di estensione contrattuale per ulteriori 10 anni. L’accordo ha ricevuto tutte le necessarie autorizzazioni previste dal Paese.

Nel dicembre 2017 Eni e la compagnia di stato Sonatrach hanno firmato un Memorandum d’Intesa nello sviluppo di progetti nel settore delle rinnovabili, che ha portato alla realizzazione di un impianto a energia solare da 10 MW a Bir Rebaa North (BRN) in Algeria, inaugurato a novembre 2018. L’impianto, operato congiuntamente da Eni e Sonatrach attraverso il GSA (Groupement Sonatrach-Agip), fornirà energia verde al giacimento di olio, contribuendo in questo modo alla decarbonizzazione del sistema energetico algerino.

Al fine di rafforzare ulteriormente la loro partnership nel settore dell’energia rinnovabile, Eni e Sonatrach hanno firmato un accordo per realizzare la costruzione di un laboratorio di sviluppo e ricerca avanzata nel sito BRN al fine di testare le tecnologie solari e ibride in un contesto ambientale desertico.

Le due società hanno firmato inoltre un accordo per allargare l’ambito della loro cooperazione attraverso la creazione di una joint venture interamente dedicata al settore dell’energia rinnovabile in Algeria. La jv avrà lo scopo di installare e gestire impianti per la produzione di energia solare non solo nei siti produttivi di SONATRACH ed Eni, ma anche in altre realtà. L’impianto fotovoltaico di BRN è la prova che i progetti di energia rinnovabile possono fornire un supporto efficiente alle attività di olio e gas e contemporaneamente contribuire alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Queste iniziative rappresentano una parte integrante della strategia che Eni sta sviluppando in ogni paese in cui opera, e che punta a modificare l’energy mix delle proprie attività attraverso la sostituzione dell’energia da fonti fossili con quella da fonti rinnovabili, fornendo energia verde anche alle reti nazionali.

 

 

Le attività di sviluppo hanno riguardato:

  • attività di infilling e ottimizzazione della produzione dei campi di Zea nei Blocchi 403 a/d (Eni dal 55% al 100%) e ROD e SF/SFNE nei Blocchi 401a/402a (Eni 55%);
  • attività di workover sui giacimenti BRN, BRW e BRSW nel Blocco 403 e HBNS, HBNN e Ourhoud nel Blocco 404 (Eni 12,25%);
  • nel Blocco 405b, il completamento dell’impianto di trattamento, con capacita pari a 32 mila barili/giorno, del progetto CAFC olio, il proseguimento delle attività di drilling pianificate nell’area nonché attività di infilling sul progetto MLE;
  • il proseguimento dello sviluppo del campo di El Merk nel Blocco 208 (Eni 12,25%), con la perforazione di pozzi produttori e di water injection.

Gas & LNG Marketing and Power

Eni è il primo partner della compagnia di stato Algerina, Sonatrach, e il primo fornitore di gas del paese.

Nel 2017 le forniture di gas naturale algerino in quota Eni sono state pari a 13,18 miliardi di metri cubi (incluso GNL), con un incremento pari a circa il 17% rispetto all’anno precedente.

Sedi e contatti

Exploration & Production

Eni Algeria Production B.V.

Pins Maritimes Algeria Business Center 16211

Algeri

Tel. (00213) 21  891200

Back to top