Overview

La crescita professionale delle persone di Eni
Formazione, studio, informazione, promozione della mobilità professionale: abbiamo a cuore la crescita delle nostre persone e facciamo di tutto per favorirla. Abbiamo messo in atto una serie di iniziative con questo proposito: un percorso online sulla sostenibilità, circolazione delle professionalità e mobilità interna.

Un percorso online sulla sostenibilità

Per noi la sostenibilità è un valore importante e vogliamo che tutte le nostre persone siano informate a questo proposito. Per questo è stato realizzato uno strumento di formazione on-line che fornisce le principali e basilari nozioni di sostenibilità e descrive con esempi concreti le modalità di integrazione della sostenibilità nelle attività e nei processi aziendali. Il percorso, realizzato in collaborazione con Eni Corporate University, è disponibile sia in lingua italiana sia in inglese ed è fruibile in qualsiasi momento e da tutte le persone di Eni attraverso l’intranet aziendale. È possibile navigare sia in modalità sequenziale sia in modalità “libera”, utilizzando un menù di navigazione interattivo a scomparsa che consente al partecipante di accedere liberamente alle slide che lo compongono.

Professionalità e crescita interna
Per noi la crescita interna è un’importante leva per mantenere e sviluppare il capitale intellettuale. Per questo favoriamo la circolazione delle professionalità tra le diverse aree di business, attraverso processi di balancing e mobilità sostenuti da piani di formazione che permettono, se necessario, la riqualificazione professionale. Eni ha a cuore la gestione e lo sviluppo delle professionalità e pertanto individua costantemente ruoli professionali, “mestieri” e know-how strategici, attraverso l’applicazione e l’aggiornamento del sistema di gestione e sviluppo dei Modelli Professionali. Eni ha recentemente aggiornato la struttura dei propri Modelli Professionali, in coerenza con la mappa dei processi e delle normative aziendali classificando in maniera univoca tutti i mestieri che vengono esercitati al proprio interno. Nel 2015 è stato affinato il repertorio delle competenze professionali che raccoglie le competenze tecniche richieste per lo svolgimento delle attività lavorative proprie dei ruoli. Esso costituisce il riferimento condiviso per descrivere le competenze tecniche utili allo svolgimento dei mestieri. Il repertorio conta circa 1500 voci, per le 31 aree professionali ed è organizzato su 3 livelli: cluster (che coincide con l’area professionale), skill (gruppi omogenei di competenze) e competenza tecnica. Ciascuna area professionale conta mediamente 60 voci. Eni si è dotata inoltre di un sistema informativo dedicato alla gestione e sviluppo delle competenze creato in-house; con il suo supporto è possibile mappare le competenze delle singole persone eni ed effettuare le analisi utili a identificare i punti di forza e le aree di miglioramento e impostare coerenti piani di sviluppo. L’utilizzo dei Modelli Professionali consente a Eni di sviluppare le competenze e le professionalità necessarie al raggiungimento degli obiettivi strategici di breve, medio e lungo periodo. In particolare, in presenza di “gap”, Eni avvia piani di azione adeguati a sostenere lo sviluppo professionale, sia a livello aggregato, sia a livello di singola persona.

Mobilità interna e riqualificazione professionale

In un contesto competitivo e dinamico come l’attuale, il balancing favorisce l’incontro efficace tra fabbisogni e disponibilità professionali interne per rispondere tempestivamente alle esigenze del business e pianificare piani di sviluppo delle competenze in un’ottica di medio e lungo termine. Nel 2015 sono state realizzate 1,183 mobilità interne (tra aree di business diverse, tra società all’interno delle aree di business e a supporto di specifici progetti rilevanti, per esempio la ricollocazione personale della Raffineria di Gela e dell’impianto enipower di Nettuno in chiusura), un dato fortemente in crescita rispetto agli anni precedenti. Questo risultato è stato raggiunto anche mediante il portale interno dedicato al Job Posting che nel 2015 è stato integrato con tutti i sistemi HR dedicati alla pianificazione e alla ricerca esterna e selezione del personale. La mobilità interna, sia a livello nazionale che internazionale, porta come vantaggio anche quello di mettere a disposizione di aree di business in espansione risorse provenienti da altri business, attraverso adeguati piani di riqualificazione professionale: questo è particolarmente vero per il settore Upstream dove, nel 2015, sono stati inseriti oltre 220 lavoratori qualificati, provenienti da altre aree aziendali. È stato così possibile gestire importanti riassetti industriali, anche nei casi di chiusura o forte riorganizzazione dei siti produttivi o delle attività commerciali dell’azienda in Italia e all’estero, senza pregiudicare i posti di lavoro: molte persone sono state riorientate verso nuove attività o aree in cui le loro competenze potevano essere valorizzate. Inoltre, attraverso la mobilità interna, si è perseguito l’obiettivo di aumentare l’efficienza organizzativa, prendendo in carico alcune attività precedentemente gestite da fornitori esterni.
Back to top