Scenari energetici

Limitare le emissioni di gas serra in atmosfera e contemporaneamente soddisfare il crescente fabbisogno energetico derivante dall’incremento della popolazione e dell’economia, garantendo un adeguato accesso all’energia, sono le principali sfide a cui è chiamato a rispondere il settore energetico.

522110876

La doppia sfida che stiamo affrontando

Il panorama energetico mondiale si trova ad affrontare importanti sfide nei prossimi anni, dovendo bilanciare due fabbisogni fondamentali:

  1. la crescita dei consumi di energia, derivante dall’incremento della popolazione e dell’economia globale e dalla necessità di garantire accesso universale all’energia
  2. l’urgenza di fronteggiare il cambiamento climatico agendo sin da subito su tutte le leve disponibili e accelerando il processo di transizione verso un mix più sostenibile.

La transizione energetica potrà avvenire seguendo differenti percorsi ma l’impegno dei Governi, anche attraverso l’individuazione di politiche chiare e omogenee e l’evoluzione della tecnologia saranno elementi chiave per renderla possibile.

Eni for 2021 - A just transition
Eni for 2021 - A just transition

Domanda energetica tra passato e futuro

Nell’ultimo trentennio, la domanda energetica è cresciuta a tassi elevati trainata soprattutto dai Paesi in via di sviluppo, mentre nei Paesi OCSE si è assistito a consumi sostanzialmente stabili/leggermente decrescenti che, in termini di mix, hanno visto crescere le fonti rinnovabili e il gas naturale (unica fonte fossile in crescita). A fronte di questa evoluzione del mix, nei Paesi OCSE, si è assistito a una sostanziale stabilità delle emissioni, mentre nei Paesi non OCSE l’utilizzo crescente anche di fonti fossili, per soddisfare l’incremento del fabbisogno energetico, si è tradotto in un incremento delle emissioni abbastanza sostenuto.

Il percorso di transizione energetica è reso ancora più sfidante dallo scenario in continua evoluzione: da un lato la crescita demografica nei Paesi non-OCSE implica un importante aumento della domanda di energia, dall’altro per contrastare il cambiamento climatico è necessario ridurre le emissioni di gas serra in atmosfera. La crescita demografica si tradurrà in un incremento di 1,9 miliardi di persone al 2050, circa 60% di tale incremento sarà concentrato in Africa e 1/5 in India e Sudest Asiatico

L’impegno Eni

Il nostro impegno è sviluppare un portafoglio di prodotti e servizi totalmente decarbonizzati entro il 2050. Per realizzarlo, stiamo mettendo in campo una serie di azioni utilizzando soluzioni tecnologiche già esistenti.

Consapevole dell’emergenza climatica in atto, Eni vuole essere leader del settore energetico con una strategia di lungo termine che traguarderà la neutralità carbonica nel 2050, in linea con quanto previsto dagli scenari compatibili con il mantenimento del riscaldamento globale entro la soglia di 1,5°C a fine secolo.

Nel 2022 Eni ha rilanciato la propria strategia, con un approccio distintivo che fa leva su tecnologie proprietarie e breakthrough, nuovi modelli di business e stretta collaborazione con gli stakeholder, accelerando nel percorso verso Net Zero con nuovi target di breve e medio termine che confermano l’impegno di Eni ad allineare ulteriormente la traiettoria di riduzione agli scenari low carbon.

146832321
2/2

L’aumento della popolazione globale (fonte: United Nations)

fonte: UN, World population prospect 2019, 2020 revision
7,8Mld
popolazione globale nel 2021
fonte: UN, World population prospect 2019, 2020 revision
8,5Mld
popolazione globale attesa nel 2030
9,7 miliardi di persone al 2050
fonte: UN, World population prospect 2019, 2020 revision
25%
crescita popolazione in 30 anni
fonte: UN, World population prospect 2019, 2020 revision
60%
della crescita in Africa

L’accesso universale all’energia (fonte: International Energy Agency)

fonte: International Energy Agency (2021), World Energy Outlook 2021, IEA, Paris
670Mln
persone senza accesso all’elettricità nel 2030
fonte: International Energy Agency (2021), World Energy Outlook 2021, IEA, Paris
2,1Mld
persone senza accesso al clean cooking nel 2030
750 milioni di persone senza accesso all’elettricità oggi
responsabile di 2/3 dei consumi globali di energia
56%
popolazione che vive nelle città nel 2020
crescita concentrata in Africa Subsahariana e Asia
70%
popolazione che vivrà nelle città nel 2050

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

World Energy Review, il rapporto di Eni sul settore energetico globale

È disponibile, con dati aggiornati su petrolio, gas naturale, fonti rinnovabili e minerali critici, la versione definitiva della 21° edizione della World Energy Review, la rassegna statistica annuale curata da Eni. La rassegna sull’energia è il punto di riferimento per l’industria, uno strumento che analizza le principali tendenze nel settore energetico, di particolare rilevanza in questo periodo di cambiamenti e di nuovi equilibri che si riflettono sulla sicurezza energetica. Rispecchia l’evoluzione del settore, dalle fonti convenzionali alle rinnovabili, dedicando sempre più spazio a temi strategici come il gas naturale e i minerali critici.

world-energy-review-longform-2022.jpg

World Energy Review 2022

La rassegna annuale sull’energia, definitiva, modulare e interattiva, si estende ai minerali critici al centro della transizione energetica.

Scopri di più

La trasformazione di Eni per raggiungere il traguardo Net Zero

L’orizzonte in cui muoviamo è il Glasgow Climate Act approvato nel 2021 durante la 26° Conference of the Parties (COP26) che, recependo gli Accordi di Parigi, riafferma l’importanza di limitare l’incremento della temperatura a 1,5°C rispetto all’epoca preindustriale.​ Per centrare l'obiettivo, secondo la IEA, è necessario che le emissioni GHG nette del comparto energetico si dimezzino entro il 2040, si riducano a circa un quarto dell’attuale al 2050 e si azzerino nel 2070 (Net Zero). Accelerando questa traiettoria, il Piano strategico di Eni prevede di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050 e stabilisce una serie di tappe intermedie, fra cui -35% emissioni assolute entro il 2030, -80% emissioni assolute entro il 2040 e zero emissioni nette scope 1+2 Eni al 2035. Per concretizzare questi traguardi, l'intera azienda è coinvolta in un processo di profonda trasformazione industriale

1319893380

L'evoluzione di Eni

Vogliamo offrire prodotti e servizi decarbonizzati, ottenendo una riduzione delle emissioni scope 1+2+3 del 35% al 2030 e del 80% al 2040 (vs 2018) che accelera il nostro percorso verso il Net Zero.

scopri di più