• COMMENTI E PRECISAZIONI

Eni: soddisfazione per l’archiviazione del procedimento del cosiddetto “depistaggio”

San Donato Milanese (MI), 14 marzo 2023 – Eni prende atto con soddisfazione del decreto di archiviazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano nei confronti di Eni S.p.A. in relazione al procedimento penale del cosiddetto “depistaggio”.

Eni evidenzia come nel decreto la Procura specifichi che l’ipotesi di reato contestata alla Società in base al DL 231/2001, vale a dire l’induzione a rendere dichiarazioni mendaci di Vincenzo Armanna nell’ambito del procedimento penale Opl245, si fondasse unicamente sulle dichiarazioni rilasciate da soggetti privi del requisito dell’indipendenza (specificatamente Piero Amara, Vincenzo Armanna e Giuseppe Calafiore) e che non hanno trovato alcun riscontro nell’ambito dell’attività investigativa.

Eni ha altresì appreso dal decreto che, alla luce di quanto illustrato, la Procura della Repubblica ha esercitato l’azione penale nei confronti di Amara, Armanna e Calafiore reputando il loro narrato calunnioso nei confronti dell’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, e del Direttore Human Capital & Procurement Coordination della Società, Claudio Granata.

Rapporti con i Media - Milano

ufficio.stampa@eni.com

Rapporti con i Media - Roma

ufficio.stampa@eni.com

Investor Relations

Piazza Vanoni, 1 - 20097 San Donato Milanese (MI)

investor.relations@eni.com

Centralino

Ufficio Stampa

ufficio.stampa@eni.com

Numero verde azionisti (dall’Italia)

segreteriasocietaria.azionisti@eni.com

Numero verde azionisti (dall’estero)

investor.relations@eni.com


Back to top
Back to top