703_20_M_ENI_RavennaFestival_Programma_90x140_Musica_4_2.pdf

Eni è partner della XXXI edizione del Ravenna Festival

18 giugno 2020
2 min di lettura
18 giugno 2020
2 min di lettura
Dal 21 giugno al 30 luglio 2020 alla Rocca Brancaleone, a Cervia e Lugo, l’arte torna a prendersi la scena.

Anche quest’anno Eni è Partner Principale del Ravenna Festival per l’edizione 2020 della manifestazione che si terrà in Romagna dal 21 giugno al 30 luglio 2020. Saremo, inoltre, Partner Unico del concerto inaugurale, oltre che sponsor della Trilogia d’Autunno, in programma dal 6 al 15 novembre 2020.

  

Eni e il concerto di Riccardo Muti con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini

La serata di domenica 21 giugno 2020 sarà dedicata proprio a Eni, il concerto inaugurale diretto dal maestro Riccardo Muti, alla guida dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, vedrà l’intero programma concertistico omaggiare il talento di Mozart. Il concerto sarà trasmesso in diretta streaming gratuito sulla piattaforma dedicata e in diretta radiofonica su Rai Radio 3.

  

L’Italia dell’arte torna a vivere, in sicurezza

È un modo per far ripartire l’Italia della musica, e non solo, con oltre quaranta eventi, una sede divisa in più location e un gran numero di artisti coinvolti. Per adempiere alle restrizioni imposte a seguito dell’emergenza COVID-19, la Fondazione ha poi messo a punto un nuovo protocollo, approvato dalle autorità, che prevede la rappresentazione dei concerti all’aperto negli spazi della Rocca Brancaleone: una fortezza veneziana del XV secolo, simbolo della città.

Il programma prevede appuntamenti dal vivo e in streaming per tutti gli spettacoli, con la presenza di una piattaforma digitale dedicata. Dall’incontro con Riccardo Muti che dirige l’Orchestra Giovanile Cherubini, passando per le abilità canore del soprano Rosa Feola per il concerto di apertura del 21 giugno; tra gli altri artisti a calcare il palco della manifestazione anche Accademia Bizantina, Beatrice Rana, Mario Brunello, Valery Gergiev, Ivan Fischer, Anna Prohaska, Sergio Castellitto, Isabella Ferrari, Neri Marcorè, Vinicio Capossela, Giovanni Sollima e Stefano Bollani.

Le attività della Fondazione includono, inoltre, un’iniziativa dedicata agli studenti delle scuole presenti sul territorio. Attività che la Fondazione ha riprogrammato nella seconda parte della stagione, a novembre, in occasione della Trilogia d’Autunno.

L'arte si riprende la scena, la musica riprende vita. È l’energia che torna a fare la differenza.