973190966

Rugby Experience L’Aquila: Eni rinnova il sostegno

31 ottobre 2019
3 min di lettura
31 ottobre 2019
3 min di lettura
Il cane a sei zampe title sponsor dell’associazione rugbistica aquilana.

L’Aquila – Per la terza stagione sportiva Eni affiancherà l’associazione Rugby Experience L’Aquila sostenendo il progetto Rex Lab e l’impegno sul campo da gioco. La multinazionale italiana, infatti, sarà title sponsor dell’ambizioso progetto di sviluppo e realizzazione di un centro sperimentale dedicato alla “crescita sana”, non solo sportiva, di bambini e ragazzi.

Giunto al terzo anno di attività, il progetto Rex Lab ha adottato il rugby come itinerario formativo, trattando sport, studio e formazione, alimentazione, benessere psicologico e posturale. Iniziato nel 2017, il programma ha l’obiettivo di garantire ai ragazzi un supporto allo studio ed allo svolgimento dei compiti scolastici; fornire programmi di attività motoria e di aiuti psicologici finalizzati al raggiungimento, al recupero e al mantenimento delle migliori condizioni di benessere psicofisico e alla prevenzione delle malattie; formare allenatori con competenze specifiche riguardanti bambini con disabilità intellettive, per migliorare la loro integrazione e potenziarne la crescita attraverso lo sviluppo di un senso di appartenenza e di partecipazione; offrire ai genitori incontri informativi e di orientamento per condurre i ragazzi in un percorso di crescita sano ed equilibrato. Un centro formativo che, grazie al contributo di partner scientifici di rilievo, quali l’Università degli Studi dell’Aquila, ASL 01 Avezzano – Sulmona – L’Aquila, coinvolge bambini e ragazzi, genitori ed allenatori, col fine di raggiungere uno sviluppo completo, assistito e condiviso dei giovani sportivi, garanzia per una crescita armonica e sana.

Dopo gli importanti risultati della passata stagione dedicata in particolare alla prevenzione e al trattamento degli infortuni nei giovani atleti, focus della stagione 2019/20 sarà l’alimentazione e i disordini alimentari: gli incontri programmati, che vedranno anche la partecipazione dei genitori, riguarderanno i principi basilari di una corretta alimentazione nella vita quotidiana e in particolare nello sport. È previsto, inoltre, un progetto di monitoraggio ambulatoriale dei giovani atleti, con l’obiettivo di prevenire i disturbi legati all’obesità e al sovrappeso in età evolutiva.

Un sostegno totale quello di Eni che accompagnerà i giovani rugbisti aquilani anche sul campo da gioco: con oltre 200 piccoli atleti, tra i 4 e i 16 anni, l’associazione aquilana svolge l’attività regionale organizzata dal Comitato regionale Abruzzese FIR, partecipa ai campionati under 14 e under 16, coinvolge ogni categoria nella partecipazione ai più importanti tornei nazionali. Rugby Experience organizza, inoltre, il Torneo Eni Rex: una competizione nazionale dedicata al rugby giovanile che convoglia nel capoluogo abruzzese centinaia di rugbisti in erba in più momenti della stagione sportiva (la passata edizione si è svolta nei mesi di febbraio e marzo).

“Siamo onorati che un’azienda come Eni decida di accompagnarci in questo percorso, sportivo e sociale insieme: come dei compagni di squadra, ci affiancano, sostenendoci nella realizzazione di progetti e nel raggiungimento di obiettivi condivisi. È sicuramente uno stimolo importante per migliorarci e fare sempre di più per crescere insieme ai nostri ragazzi e alle loro famiglie, protagonisti del nostro progetto ” – ha dichiarato Marco Molina, presidente di Rugby Experience.

Il sostegno all’iniziativa conferma l’attenzione dell’azienda verso i giovani, in un territorio come quello dell’Aquila dove Eni è da anni fortemente presente e dove ha dimostrato il proprio impegno con la ricostruzione della Basilica di Collemaggio e del Parco del Sole.

Eni supporta diversi eventi sportivi in quanto considera lo sport uno straordinario veicolo di educazione per la formazione delle nuove generazioni.