sostenibilita_05.jpg

Eni Ghana lancia il progetto “Clean Beach”

18 febbraio 2019
2 min di lettura
18 febbraio 2019
2 min di lettura
Il progetto è in linea con il modello di economia circolare integrato di Eni, che mira ad ottenere significativi benefici ambientali attraverso il riutilizzo dei rifiuti.

Accra, 18 Febbraio 2019 – Eni Ghana ha lanciato l'iniziativa "Clean Beach", un progetto dedicato alla pulizia delle coste nelle comunità di Sanzule, Bakanta, Krisan ed Eikwe, nella Western Region. Il progetto mira a migliorare le attività di raccolta e gestione dei rifiuti nell'area.

La prima giornata "Clean Beach" si è svolta il 31 gennaio con una massiccia partecipazione da parte delle comunità e dello staff di Eni Ghana e dei principali appaltatori. L’amministratore distrettuale Kwasi Bonzoh e il suo team hanno preso parte all’iniziativa, così come rappresentanti della Ghana National Petroleum Corporation, la Environmental Protection Agency e la Petroleum Commission.

 

Durante l’iniziativa sono stati raccolti oltre 11.300 kg di rifiuti, di cui oltre 500 kg di plastica. Le società specializzate nella gestione dei rifiuti Zoomlion e Zoil hanno poi preso in consegna i rifiuti raccolti per il relativo trattamento, in conformità con i requisiti Eni e Nazionali. I rifiuti plastici, in particolare, saranno inseriti nel flusso di riciclaggio di Zoil, in linea con il modello di economia circolare integrato di Eni, che mira ad ottenere significativi benefici ambientali attraverso il riutilizzo dei rifiuti. Tutti i materiali per la pulizia sono stati donati alle comunità per migliorare la cultura della gestione dei rifiuti non solo sulla spiaggia ma anche nelle comunità stesse.

 

Il "Clean Beach Day" fa parte delle iniziative di Eni Ghana per promuovere buone pratiche in materia di salute, sicurezza e ambiente e si basa su una forte collaborazione con le istituzioni locali e con le comunità su come separare e trattare i rifiuti di plastica e organici.

 

Sanzule, Bakanta, Krisan ed Eikwe si trovano nelle immediate vicinanze dell'Onshore Receiving Facility, lo stabilimento in cui il gas prodotto dal campo di Sankofa, nel blocco OCTP, viene compresso e consegnato alla rete del gas del Ghana.

 

Eni è presente in Ghana dal 2009 attraverso la sua controllata Eni Ghana. Eni è operatore del progetto di sviluppo integrato Oil & Gas OCTP (Eni 44,44%, Vitol 35,56%, GNPC 20%).