Incontri e accordi | Upstream

Incontro di lavoro tra Paolo Scaroni e il Ministro dell'Energia algerino Youcef Yousfi

18 luglio 2013 4:44 PM CEST

Algeri, 18 luglio 2013 – Il Ministro dell’Energia algerino, Youcef Yousfi, e l’Amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, si sono incontrati oggi ad Algeri per discutere delle attività di Eni nel Paese, dei progressi dei progetti in corso e dei relativi sviluppi futuri.

Nell’ambito dell’incontro, che si è tenuto in un clima di cordialità, il Ministro ha condiviso con Paolo Scaroni l’importanza strategica della presenza di Eni nel Paese. L’AD di Eni ha confermato l’interesse della società per lo sviluppo di nuove attività esplorative sia nell’offshore (profondo e ultra profondo) in cui Eni ha l’esperienza di maggiore operatore dell’area mediterranea, sia nell’onshore algerino, in particolare nell’area dell’Atlante situata 100 chilometri a sud di Algeri, dove Eni ha già condotto studi negli anni passati. A questo riguardo, la società ha offerto a Sonatrach attività di training per i suoi tecnici.

Le parti hanno inoltre condiviso i futuri sviluppi della cooperazione tra Eni e Sonatrach nell’ambito dell’esplorazione e sviluppo di shale gas, rispetto al quale le due compagnie hanno già finalizzato un Memorandum of Understanding e apporteranno la vasta esperienza maturata nell'esplorazione e produzione di idrocarburi non convenzionali.

Eni è presente in Algeria dal 1981, partecipa in 24 permessi di ricerca e sviluppo già in produzione e in 8 permessi in fase di sviluppo. Eni nel 2012 è stato il primo produttore nel paese con una produzione equity giornaliera di circa 80.000 barili di olio equivalente.