Upstream

Eni si aggiudica nuove licenze esplorative nel Mare di Barents

12 giugno 2013 3:45 PM CEST

San Donato Milanese (MI), 12 giugno 2013 – Eni si è aggiudicata 4 licenze esplorative nell’offshore norvegese del Mare di Barents, delle quali 3 come operatore.

L'assegnazione a Eni delle 4 licenze è avvenuta nell'ambito del ventiduesimo round internazionale competitivo indetto dal governo norvegese che si è concluso oggi.

Eni si è aggiudicata l'operatorship e la partecipazione del 40% nelle licenze PL 717, PL 712 e PL 716 e la partecipazione del 30% nelle  licenza  PL 714 (operatore Statoil).

Questo ulteriore successo di Eni nell'upstream norvegese conferma l'impegno della società in un'area a elevato potenziale esplorativo dove recentemente Eni ha effettuato le importanti scoperte a olio di Skrugard (2011) e di Havis (2012), recentemente rinominate Johan Castberg. 

Eni opera in Norvegia attraverso Eni Norge AS, è presente nel paese dal 1964 e con circa 111 mila barili di olio equivalente al giorno di produzione è uno dei principali operatori.

Eni in Norvegia detiene l’operatorship in 13 licenze, tra le quali l’importante scoperta di idrocarburi di Goliat, nel Mare di Barents, dove è partner di Statoil (Eni 65%, Statoil 35%). Goliat è il primo giacimento a olio sviluppato nel settore norvegese del Mare di Barents. 
Eni detiene inoltre partecipazioni in diverse altre licenze esplorative e giacimenti in sviluppo e produzione nel paese, tra cui i campi Ekofisk, Norne, Marulk, Åsgard, Heidrun, Kristin, Mikkel, Thyrians  e Urd.

PDF 50.83 KB