Rapporti con il territorio | Ricerca, sviluppo e tecnologia

Eni Chair in Energy Markets, la nuova cattedra alla Bocconi di Milano

11 luglio 2012 10:00 AM CEST

 

San Donato Milanese (Milano), 11 Luglio 2012 – Eni, con l’obiettivo di promuovere attività di studio e analisi del mercato dell’energia, ha deciso di sostenere la creazione della Eni Chair in Energy Markets all’Università Bocconi, ateneo di cui è partner strategico dal 2007. La cattedra, intitolata e permanente, è assegnata al Professor Michele Polo, direttore dello Iefe (centro di ricerca in economia e politica dell’energia e dell’ambiente della Bocconi) e Prorettore per l’Organizzazione Interna dell’Università Bocconi.

L’area tematica della cattedra è l’energia, che verrà trattata sia nell’ambito didattico, sia nella ricerca e consentirà a Eni di fruire di un dialogo continuo, privilegiato e sempre più qualificato nell’ambito dell’energia e di altre aree collegate.

Per Eni è una conferma del positivo rapporto di collaborazione sviluppatosi con l’Università Bocconi e, più in generale, con il sistema universitario italiano e internazionale con cui sono state siglate numerose partnership  in ambito formativo e di ricerca e sviluppo.

Con riferimento all’ambito prevalentemente formativo tra gli accordi con atenei italiani per la realizzazione di master universitari di secondo livello e lauree magistrali sono da ricordare  il master di 2° livello e la laurea in Ingegneria del Petrolio realizzate con il Politecnico di Torino, i Master in Progettazione Impianti Oil & Gas e in Sicurezza e Protezione Ambientale nell’industria Oil & Gas con l’Università di Bologna e la laurea in Ingegneria Energetica “orientamento energetico idrocarburi” con il Politecnico di Milano. A livello internazionale l’accordo con la Said Oxford Business School sulle tematiche di Corporate Reputation prevede 3 borse di studio assegnate a brillanti studenti africani presso il college St Antony della Oxford University,  tra i più prestigiosi in Europa per gli studi relativi all’Africa.

Eni collabora con il mondo accademico anche sul versante della ricerca e sviluppo con l’obiettivo di diventare riferimento  di eccellenza per  l'innovazione tecnologica nel petrolio, nel gas, nell'ambiente e nelle frontiere più avanzate delle rinnovabili. Tra le partnership più prestigiose quella con il MIT -  Massachussetts Institute of Technology   (USA), siglata nel febbraio 2008 e di durata quinquennale, seguita nel 2011 dall’alleanza strategica con la Stanford University.
In Italia Eni ha sottoscritto Accordi Quadro per attività di ricerca e sviluppo con i Politecnici di Milano e Torino e il CNR.

PDF 38.86 KB