Upstream

Eni: avviata la produzione di gas nel giacimento offshore di Seth in Egitto

28 giugno 2012 2:10 PM CEST

San Donato Milanese (Mi), 28 giugno 2012 - Eni ha avviato la produzione di gas del giacimento offshore di Seth, situato nella concessione Ras El Barr, a circa 60 chilometri dalle coste egiziane del Mediterraneo.

Dopo una prima fase di ramp-up, il giacimento produrrà circa 4,8 milioni di metri cubi di gas al giorno, dei quali 1,7 (circa 11.000 barili di olio equivalente al giorno) di spettanza Eni. I partner della concessione Ras El Barr sono Eni (50%), attraverso la sua controllata Ieoc, e BP (50%) in qualità di operatore.

Il progetto Seth, la cui realizzazione e gestione è stata assegnata da Eni e BP a Petrobel,  joint venture tra Ieoc e la compagnia di stato egiziana EGPC, consiste in una piattaforma collocata a una profondità d’acqua di circa 80 metri, due pozzi produttivi e un gasdotto di 11 chilometri. Il gasdotto collega la piattaforma all’impianto di trattamento a terra di El Gamil, che gestisce circa il 20% del gas prodotto in Egitto, attraverso la rete di trasporto esistente.

Lo sviluppo di questo progetto è un’ulteriore testimonianza dell’impegno di Eni in Egitto e del suo contributo al raggiungimento della crescente domanda di gas nel Paese attraverso l’esplorazione e lo sviluppo delle riserve di gas del Mediterraneo.

Eni è il primo operatore internazionale di idrocarburi in Egitto con una produzione operata , nel 2011, di circa 236.000 barili al giorno di olio equivalente. Eni opera nel Paese attraverso la Ieoc, che svolge direttamente le attività di esplorazione e partecipa a quelle di produzione attraverso joint venture  con la compagnia di stato egiziana EGPC.

 

PDF 30.46 KB