PRICE SENSITIVE
Comunicazioni CdA | Finanza, Risultati e Piano Strategico

Eni: il Consiglio di Amministrazione approva l'annullamento delle azioni proprie in portafoglio e il riavvio del programma di buyback

30 maggio 2012 - 6:35 PM CEST
 

Roma, 30 maggio 2012 – A seguito della delibera che ha deciso la dismissione della partecipazione in Snam, che da una parte rafforza la struttura patrimoniale e finanziaria di Eni e dall'altra rende l'azienda più simile alle maggiori compagnie petrolifere integrate, il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto di intervenire sulle modalità di remunerazione degli azionisti affiancando alla politica di dividendo un nuovo programma di acquisto di azioni proprie, considerandolo un efficace e flessibile strumento a sostegno della creazione di valore in linea con la prassi internazionale del settore.

A tal fine, Il CdA di Eni ha approvato la convocazione e proposta all'Assemblea straordinaria degli azionisti di annullare 371.173.546 azioni proprie, detenute in portafoglio e acquisite in forza di precedenti programmi di riacquisto effettuati nel periodo 2000-2008, previa eliminazione dell'indicazione del valore nominale delle azioni ordinarie in circolazione. L'operazione descritta risulta di competenza dell'Assemblea straordinaria, che sarà chiamata a deliberare le modifiche dell'art. 5.1 dello Statuto di Eni al fine di eliminare l'indicazione del valore nominale delle azioni e modificare il numero delle azioni ai sensi dell'art. 2328, comma 2, n. 5), c.c.

Il CdA di Eni ha inoltre approvato la convocazione e la proposta all'Assemblea ordinaria degli azionisti di attribuire una delega al CdA per riavviare il programma di acquisto azioni proprie per una durata di 18 mesi, fino ad un massimo di 363 milioni di azioni, rappresentante circa il 10% delle azioni in circolazione, per un esborso massimo di circa sei miliardi di euro, ad un prezzo non inferiore a 1,102 euro per azione (parità contabile del titolo Eni dopo la cancellazione delle azioni proprie) e non superiore del 5% rispetto al prezzo di riferimento registrato il giorno di borsa precedente ogni singolo acquisto.

Ottenuta l'approvazione da parte dell'Assemblea, il CdA avvierà il programma solo dopo il varo del Piano Strategico 2013-2016, previsto nel primo trimestre del 2013.
Gli acquisti verranno effettuati nel rispetto dell'art. 144-bis, comma 1, lett. b) del Regolamento Consob 11971/1999 e delle disposizioni comunque applicabili e quindi sui mercati regolamentati, secondo le modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi.

Le Assemblee si terranno in unica convocazione il prossimo 16 luglio.