hero-image-cultura-diversita-2.jpg

D&I: la valorizzazione della diversità nei percorsi di Carriera

Guardare il mondo da più punti di vista moltiplica la possibilità di trovare opportunità e soluzioni, arricchendoci come azienda e come persone.

In Eni valorizziamo le differenze siano esse di genere, religione, nazionalità, opinione politica, orientamento sessuale, status sociale, abilità fisiche o di età. L’incontro con persone, terre e culture diverse ha sempre fatto crescere questa realtà, portandola a sviluppare una visione plurale e innovativa. Per Eni, la pluralità è una risorsa, un’occasione di arricchimento e un patrimonio che rende l’azienda più forte nelle sfide globali. Un’identità che si esprime nella valorizzazione delle diversità, dal multiculturalismo, all’eterogeneità anagrafica, passando per la parità di genere.

 

Un fattore di sviluppo umano

La parità di genere è uno dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite, il quinto, che chiede che entro il 2030 venga eliminata ogni forma di discriminazione nei confronti di tutte le donne, bambine e ragazze di ogni parte del mondo.

Tra le iniziative che mettiamo in campo nelle pari opportunità c’è la promozione di iniziative per avvicinare bambine e ragazze alle materie tecnico scientifiche: il nostro obiettivo è far sì che ci siano sempre più donne di scienza e di tecnologia, nella speranza che un giorno possano diventare donne di Eni.

  

Le pari opportunità in concreto

Per essere reale, la parità di genere deve essere concreta. Deve cioè comprendere opportunità e servizi in grado di sostenere efficacemente le donne nel loro percorso di carriera. Come la parità salariale, che in Eni è realizzata al 98% (dato riferito all’Italia, mentre all’estero la percentuale sale al 101% per il pay ratio retribuzione totale). La diversità, infatti, è una risorsa da salvaguardare e valorizzare sia in azienda sia in tutte le relazioni con gli stakeholder esterni, tra cui fornitori, partner commerciali ed industriali, come sottolineato dalla mission e dal Codice Etico di Eni.

Tali principi e valori vengono poi promossi attraverso un sistema di misurazione della performance che coinvolge tutto il management e tutti coloro che lavorano con noi, fissando obiettivi concreti di inclusione delle diversità.

Eni si impegna a creare un ambiente di lavoro nel quale differenti caratteristiche o orientamenti personali e culturali sono considerati una risorsa e una fonte di arricchimento reciproco e un elemento irrinunciabile della sostenibilità del business.

POLICY: LE NOSTRE PERSONE

* il dato si riferisce al pay ratio totale Italia donne vs. uomini per la sola retribuzione fissa. Se si considerasse il pay ratio totale Italia donne vs. uomini per la retribuzione totale, esso sarebbe pari a 98%)

 

Disabilità

Ulteriore area di impegno inclusivo è costituita dalle iniziative rivolte alle persone con disabilità, dove l’obiettivo è quello di rilevare l’esistenza di legislazioni protettive per i lavoratori disabili, di obblighi assuntivi e/o formativi, di tutele nelle varie fasi del rapporto di lavoro e di eventuali schemi e/o programmi di supporto statale alle aziende.

Inoltre, uno degli obiettivi del recruiting in Eni è quello di garantire pari opportunità nei processi di selezione e incoraggiare l’espressione della diversità: scopri di più sul nostro processo di selezione

  

Impegno, determinazione e inclusione: la storia di Claudio Zappador - Health Reporting Manager in Eni
EniForInclusion29-11_D-I-Zappador.jpg

Il multiculturalismo

La scelta di stringere alleanze con i Paesi che ci ospitano ha sempre fatto parte del nostro modo di lavorare, spingendoci a crescere fino a diventare un’azienda globale dell’energia. Ognuno ha portato la sua cultura e l’ha condivisa, creando una vera comunità professionale fatta di persone. In tutti i Paesi in cui operiamo, inoltre, garantiamo al personale locale livelli minimi di remunerazione significativamente superiori a quelli di mercato.

Esplora dove siamo presenti nel Mondo

L’eterogeneità anagrafica

La promozione del confronto fra persone di età diverse è un altro aspetto della nostra pluralità. Per valorizzare la conoscenza dei dipendenti senior, negli ultimi anni abbiamo realizzato iniziative per favorire lo scambio intergenerazionale. Due esempi sono il progetto di Mentoring, in cui manager di esperienza sostengono il percorso professionale di risorse più giovani, e la Faculty Eni che, con più di 800 active trainer, valorizza il capitale interno di conoscenza e sviluppa l’abilità di trasmetterla.

I nostri programmi di formazione

Policy Le nostre persone

PDF 603.90 KB 05 ottobre 2010 CEST 12:15
PDF 603.90 KB
PDF 11.10 MB