cover-ponticelle-ok.jpg

La valorizzazione di Ponticelle a Ravenna

I progetti in corso di realizzazione sono un esempio virtuoso di riqualificazione di un'area industriale dismessa in ottica circolare e low-carbon.

“70 anni e oltre”. La mostra fotografica dedicata a Ravenna e alla sua realtà industriale

È stata inaugurata la mostra fotografica “70 anni e oltre. Il Distretto Upstream di Ravenna, la sua storia, il suo futuro”: racconta l’evoluzione del Distretto, centro di grandi cambiamenti del settore energetico fin dal 1952, dai progetti di business offshore a quelli più recenti e innovativi, avviati nell’ambito della transizione energetica. L’esposizione, che celebra il polo ravennate come punto di riferimento per la crescita di esperienze e competenze tecniche e manageriali uniche al mondo adottate localmente ed esportate all’estero, è gratuita e aperta al pubblico fino al 27 dicembre, presso i Chiostri Francescani di Via Dante 4, aperti dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

A Ponticelle la valorizzazione di un’area industriale dismessa

Il progetto per la rinascita di Ponticelle, un’area industriale dismessa esterna allo stabilimento petrolchimico di Ravenna, coniuga inclusività e sostenibilità in piena sinergia con i principi dell’economia circolare ed è un esempio concreto di come la bonifica possa rappresentare un valore aggiunto per il territorio, prevedendo fino dalla fase progettuale lo sviluppo futuro dell’area in sinergia con gli stakeholder locali. Attraverso la nostra società ambientale Eni Rewind ed Eni New Energy, realtà dedicata allo sviluppo di energia da fonti rinnovabili, stiamo dando vita a un modello operativo virtuoso per la valorizzazione del territorio. Oggi Eni Rewind, proprietaria dell’area, è impegnata nelle attività di messa in sicurezza permanente (MISP) con la realizzazione di un capping che interesserà 18 dei 26 ettari totali. L’intervento ambientale è preliminare all’avvio del piano di riqualificazione che prevede:

  • Un impianto fotovoltaico con storage lab La struttura è ideata nel rispetto del principio “zero consumo di nuovo suolo” e verrà realizzata a terra, in una porzione di area interessata dalla MISP, con un sistema a inseguimento solare (potenza stimata di circa 5,6 MW) e con un annesso storage lab per l’accumulo di energia
  • Una piattaforma di bio-recupero dei terreni mediante trattamento meccanico e bioremediation (biopila) L’impianto dedicato alla biodegradazione aerobica dei terreni contaminati da idrocarburi attraverso l’impiego di microrganismi autoctoni (batteri) ha l’obiettivo di recuperare e riutilizzare una preziosa risorsa naturale. Comprende anche un bio-laboratorio in grado di effettuare analisi preventive sulla conformità dei rifiuti in ingresso e di monitoraggio sull’andamento e sull’efficacia dei processi di biorisanamento (bioremediation)
  • Una piattaforma ambientale all'avanguardia per la gestione di rifiuti industriali Nel 2020 abbiamo siglato con il Gruppo Hera, attraverso Eni Rewind ed Herambiente, un accordo per la costituzione di una società paritetica finalizzato a realizzare una piattaforma polifunzionale di pretrattamento e trattamento di rifiuti speciali nell’area Ponticelle. L’iniziativa ha l’obiettivo di dare un contributo concreto alla gestione dei rifiuti speciali in Italia e di massimizzare il recupero di materia e di energia. In particolare, la piattaforma gestirà fino a 60 mila tonnellate all’anno di rifiuti prodotti dalle attività ambientali e dalle attività produttive, comprese quelle del territorio, in un’ottica circolare e in linea con le direttive europee del Pacchetto Economia Circolare recepite dall’Italia nel settembre scorso.
  • Opere di urbanizzazione La riqualificazione produttiva prevede un sistema di dotazioni e servizi per l’area.
video-eni-rewind-ponticelle-ravenna.jpg

Il Rapporto locale di sostenibilità di Eni a Ravenna 2021

Ogni anno pubblichiamo un rapporto completo sulle attività svolte dalle realtà Eni presenti nel sito multi-societario di Ravenna e, in particolare, per evidenziare il contributo al percorso di Just Transition intrapreso da Eni, volto allo sviluppo locale, alla salvaguardia e valorizzazione del territorio, al miglioramento della qualità della vita dei suoi cittadini. Negli ultimi anni, il nostro percorso di just transition ha portato il polo industriale di Ravenna al centro delle strategie di decarbonizzazione ed economia circolare di Eni, con iniziative in corso di realizzazione o di recente avvio come il progetto di cattura e stoccaggio della CO2, la riqualificazione di Ponticelle e i progetti di ricerca su elastomeri di ultima generazione. Nel 2021, pur operando in un contesto caratterizzato dal perdurare dello stato di emergenza dovuto alla pandemia, abbiamo realizzato e portato avanti i principali interventi di innovazione e sviluppo.

Il documento fa parte della reportistica di sostenibilità di Eni, che include la Dichiarazione Consolidata di Carattere Non Finanziario 2021 (DNF), redatta in conformità con le richieste del D.Lgs. 254/2016, e il Report di sostenibilità Eni for 2021, cui si rimanda per ulteriori approfondimenti.

PDF 3.11 MB