cover-ghana-salute.jpg

La tutela della salute in Ghana

Dal 2012 al 2017 abbiamo realizzato con Eni Foundation un progetto per migliorare i servizi sanitari che ha interessato tre distretti.

I nostri risultati

Il sistema sanitario ghanese è strutturato su cinque livelli: comunitario, subdistretturale, distrettuale, regionale e nazionale. Il progetto ha puntato al miglioramento dell’efficienza della struttura a tutti i livelli.

A livello comunitario abbiamo costruito, equipaggiato, fornito di acqua ed elettricità e messo in funzione otto ambulatori di base (Community-based Health Planning and Services - CHPS compounds) a Nyamebekiyere e Jaway Wharf, a Fawoman e Sanzule, a New Ankasa e Tewakor II (Jomoro), a Abudrim e Asomase (Ellembele).

A livello sub-distrettuale abbiamo effettuato lavori di ristrutturazione, fornitura di equipaggiamento, di acqua ed elettricità destinati a dieci centri di salute a New Town, Samaye, Tikobo, Ekabeku (Jomoro) e Aido Suazo, Aiyinasi, Asasetre, Essiama e Nkroful (Ellembele) e Agona Nkwanta (Ahanta West). Abbiamo donato quattro ambulanze e un battello ambulanza per il distretto di Jomoro, situato in zona lagunare. 

A livello distrettuale abbiamo realizzato un nuovo reparto prenatale nell’ospedale di Saint Martin des Porres (Eikwe, Ellembele) e lo abbiamo dotato di una vettura 4x4 per potenziare le attività di prevenzione e assistenza sanitaria nei villaggi poco serviti del territorio. Inoltre, abbiamo realizzato nell’ospedale di Half Assini, oltre a una generale ristrutturazione delle strutture, una sala operatoria con equipaggiamento, attrezzature e ampliato il reparto maternità e le corsie di degenza. 

A livello Regionale abbiamo realizzato un programma formativo specifico per lo staff delle diverse strutture, abbiamo collaborato alla ottimizzazione del sistema di raccolta dati telematico nella regione, abbiamo supportato due istituti inferimeristici attraverso la fornitura di materiale didattico e sviluppato un programma di informazione, educazione e comunicazione indirizzato alla popolazione su temi di salute, per esempio la prevenzione dalle malattie endemiche, la gestione di parto sicuro, la formazione al rispetto delle norme igieniche che ha raggiunto anche le zone più remote grazie alla sua diffusione via radio.

Infine, a livello nazionale il progetto ha supportato l’esecuzione di un studio sull’efficacia della Clorexidina nel prevenire le infezioni neonatali svolto dal Dipartimento di Statistica del Ministero della Salute, il cui risultato ha portato alla definizione di una nuova politica sul tema a livello nazionale.

95756763
1/1

Dati significativi a fine progetto

Per il distretto di Jomoro, zona lagunare
1
battello ambulanza donato
Servizi di medicina primaria infantile e materna
8
ambulatori messi in funzione
Un progetto a sostegno dell’azione delle autorità sanitarie locali
10
centri di salute ristrutturati
300.000 Beneficiari del progetto
Migliorare le capacità mediche e gestionali del personale
4
ambulanze donate
Il progetto è durato da novembre 2012 a maggio 2017
8mln €
costo complessivo del progetto
Il sistema sanitario ghanese è gestito dall’agenzia governativa Ghana Health Service
1 Sala
operatoria costruita nell’ospedale Half Assini
Per potenziare la prevenzione e l’assistenza sanitaria nei villaggi poco serviti del territorio
1
vettura 4x4 attrezzata per le urgenze

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs)

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 da 193 Paesi membri dell’ONU che ingloba 17 obiettivi tesi allo sviluppo socio-economico delle comunità e dei territori.Con questo progetto abbiamo dato il nostro contributo  per il raggiungimento dell’obiettivo che si propone di assicurare la salute e il benessere alla popolazione (Obiettivo 3).

 

Il nostro impegno in Ghana: la photogallery

Il progetto è nato per migliorare l’efficacia del sistema sanitario nel Paese. In cinque anni siamo riusciti a ristrutturare centri di salute, ad avviare ambulatori e a formare il personale sanitario raggiungendo anche le zone meno servite dai servizi.

La sicurezza prima di tutto

Consideriamo la sicurezza sul lavoro un valore imprescindibile che condividiamo con i dipendenti, i contrattisti e le comunità locali. Per questa ragione mettiamo in atto tutte le azioni necessarie per evitare gli incidenti, tra cui modelli organizzativi per la valutazione e gestione dei rischi, piani di formazione, sviluppo di competenze e promozione della cultura della sicurezza.

 

Abbiamo costruito otto ambulatori di base (CHPS) che sono dotati di acqua depurata ed energia elettrica. Sono luoghi in cui mamme e bambini trovano una prima risposta ai problemi di salute e dove i bambini vengono vaccinati.

di Giada Namer, Project Manager Eni Foundation

L’impatto sull’ambiente e sulla comunità

L’aspetto più innovativo del progetto è stato il fatto che abbiamo lavorato a livello di sistema, con un notevole focus sul capacity building delle autorità sanitarie e con la creazione di una piattaforma di raccolta e condivisione delle informazioni sanitarie. Questo ha permesso alle istituzioni di conoscere, comprendere e intervenire per venire incontro alle reali esigenze sanitarie della popolazione.

 

Partnership

Per realizzare il progetto abbiamo collaborato con il Ministero della Salute del Ghana, l’agenzia Ghana Health Service che gestisce le strutture sanitarie pubbliche, il Christian Health Association of Ghana (CHAG) e l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma che ha fornito supporto tecnico in materia di formazione del personale medico e infermieristico. Per valutare l’impatto delle attività svolte sulle abitudini e sullo stato di salute dei beneficiari Eni Foundation, in accordo con il Ghana Health Service e con il supporto della University of Cape Coast, ha condotto un’indagine per definire i bisogni delle popolazioni residenti nell’area di progetto e gli indicatori di base.