Overview

Libia
In questo approfondimento:

  • le principali attività legate al settore Upstream che Eni svolge in Libia dal 1959, onshore e offshore
  • la presenza di Eni in ambito Gas & LNG Marketing and Power attraverso il gasdotto Green Stream
  • le sedi e i contatti societari di Eni in Libia

Exploration & Production

Eni è presente in Libia dal 1959. L’attività è condotta nell’offshore mediterraneo di fronte a Tripoli e nel deserto libico per una superficie complessiva sviluppata e non sviluppata di 26.636 chilometri quadrati (13.294 chilometri quadrati in quota Eni). L’attività di esplorazione e sviluppo è raggruppata in 6 aree contrattuali;

onshore:

  • Area A, comprendente l’ex Concessione 82 (Eni 50%);
  • Area B, ex Concessione 100 (Bu-Attifel) e il Blocco NC 125 (Eni 50%);
  • Area E, con il giacimento El Feel (Eni 33,3%);
  • Area F, con il Blocco 118 (Eni 50%)
  • Area D, con il Blocco NC 169, nell’ambito del Western Libyan Gas Project (Eni 50%);

 

offshore:

  • Area C, con il giacimento a olio di Bouri (Eni 50%);
  • Area D, con il Blocco NC 41, parte del Western Libyan Gas Project.

 

Nel 2018 la produzione in quota Eni è stata di 302 mila boe/giorno.

 

Negli ultimi mesi le tensioni interne e gli scontri si sono nuovamente intensificati. Eni sta monitorando la situazione per valutare eventuali possibili misure per salvaguardare la sicurezza del personale e la sicurezza degli impianti e delle infrastrutture produttive. Per maggiori informazioni si rinvia alla sezione Fattori di rischio della Relazione Finanziaria Annuale 2018.

 

Le attività Eni in Libia sono regolate da contratti di EPSA che hanno durata fino al 2038 per l’Area C, fino al 2041 per l’Area E, fino al 2042 per l’Area A e B nonché fino al 2043 per l’Area D.

Sviluppo

Nel corso del 2018 le attività di sviluppo hanno riguardato:

  • l’avvio produttivo del progetto offshore Bahr Essalam fase 2 (Eni 50%), il cui completamento è previsto entro il secondo trimestre 2019. Il programma di sviluppo prevede la perforazione di dieci pozzi, di cui sette completati e avviati in produzione nel 2018, nonché l’upgrading delle facility esistenti per incrementare la capacità produttiva;
  • il potenziamento degli impianti di trattamento gas nell’area di Mellitah e Sabratha;
  • l’avvio di un programma di ottimizzazione della produzione del giacimento di Wafa. Il progetto prevede attività di drilling e la realizzazione di nuove unità di compressione gas. In particolare, sono state avviate nel 2018 attività di infilling: un primo pozzo a gas è stato completato nel novembre 2018 e un secondo pozzo nel marzo 2019. Il completamento è atteso nel corso del 2019.

 

Nell’ambito degli accordi firmati nel 2017 per la realizzazione di iniziative relative alla salute ed educazione a supporto delle comunità locali, sono state definite due aree di intervento:

  • supporto alle Autorità Sanitarie locali, in particolare con un programma di ristrutturazione della clinica presso l’area di Jalo, assistenza tecnica ed iniziative di formazione medica;
  • la realizzazione di una pipeline per l’impianto di desalinizzazione nell’area di Zuara per fornire acqua alle comunità locali.

 

Nel dicembre 2018 è stato firmato un Memorandum of Understanding con la compagnia elettrica nazionale GECOL e la compagnia petrolifera di stato NOC che include l’avvio di un progetto di riabilitazione di alcune centrali elettriche a supporto dell’accesso all’energia per le comunità.

Inoltre sono proseguiti gli altri progetti Eni a supporto delle comunità.

In particolare:

  • attività in ambito sanitario e di accesso all’acqua e all’energia presso le aree produttive di Bu-Attifel ed El Feel;
  • programmi di formazione in ambito medico e nel settore Oil & Gas;
  • e interventi di ristrutturazione e realizzazione di infrastrutture a scopo sociale nonché la fornitura di farmaci.

 

Esplorazione

Nel 2018 è stato finalizzato un accordo con la società di stato NOC e BP per l’assegnazione a Eni dell’operatorship e di una quota del 42,5% nell’Exploration and Production Sharing (EPSA) di BP nel Paese, in particolare nelle aree contrattuali onshore A e B e nell’area offshore C. L’accordo prevede il rilancio delle attività di esplorazione e sviluppo in sinergia con le infrastrutture Eni presenti nell’area per accelerare la messa in produzione delle riserve. Inoltre l’accordo rafforza la partnership nell’ambito di iniziative di sviluppo sociale attraverso l’attuazione di programmi specifici di istruzione e formazione.

Gas & LNG Marketing and Power

L’attività di gas si esplica attraverso il gasdotto Green Stream per l’importazione del gas libico prodotto dai giacimenti di Wafa e Bahr Essalam operati da Eni. Il gasdotto, composto da una linea di 520 chilometri, realizza l’attraversamento sottomarino del Mar Mediterraneo collegando l’impianto di trattamento di Mellitah sulla costa libica con Gela in Sicilia, punto di ingresso nella rete  nazionale di gasdotti. La capacità del gasdotto ammonta a circa 8 miliardi di metri cubi/anno. La produzione di gas naturale in Libia nel 2018 è stata pari a 33,4 milioni di metri cubi al giorno, mentre l’approvvigionamento di gas naturale è stato pari a 4,55 miliardi di metri cubi.

Sedi e contatti

Exploration & Production 
Eni North Africa B.V. (Filiale) 
Dahra Building 
Tripoli 

Gas & Power 
Mellitah Oil & Gas B.V. 
Dat El Imad Complex 
P.O. Box 91651 
Tripoli

Voci collegate

I progetti di sostenibilità di Eni in Libia

La sostenibilità è un elemento chiave della nostra presenza in Libia, tra tutela del patrimonio artistico e salute.
Back to top