Mobilità sostenibile: da Snam4Mobility ed Eni una nuova stazione di rifornimento a gas naturale e biometano ad Aversa

30 settembre 2021
3 min di lettura
30 settembre 2021
3 min di lettura

Aversa (Caserta), 30 settembre 2021 – Snam4Mobility, la società di Snam attiva nella mobilità sostenibile, ed Eni hanno aperto ad Aversa (Caserta) una nuova stazione di rifornimento di gas naturale e biometano per auto.

Il distributore, situato in Via Vito di Jasi angolo Viale Kennedy, rafforza l’offerta di CNG (gas naturale compresso) come carburante alternativo in Campania ed erogherà anche biometano (Bio-CNG) prodotto nell’impianto Snam di Albairate (Parco Agricolo Sud di Milano) e poi immesso nella rete di trasporto. 

Grazie alla partnership tra Snam4Mobility ed Eni, sono già state aperte stazioni di rifornimento di gas naturale e biometano anche in Trentino-Alto Adige (Levico Terme, TN), Piemonte (Busano, TO), Veneto (Schio, VI), Emilia Romagna (Modena e Bologna) e Puglia (Noicattaro, BA).

L’inaugurazione di Aversa è un altro un importante traguardo nell’impegno di Eni nella promozione della mobilità sostenibile in Italia. La mobilità a gas naturale è una tra le tecnologie disponibili per abbattere le emissioni inquinanti: e con il progressivo sviluppo di una filiera del biometano, che può essere immesso nelle infrastrutture già esistenti, la mobilità a gas naturale sta diventando anche rinnovabile. Eni ha già avviato in quota parte la distribuzione di biometano nella propria rete di stazioni CNG in Italia (al momento 104, con un piano che prevede di arrivare a 120 entro la fine del 2022) e prevede di distribuire solo biometano dal prossimo anno: a seguito dell’acquisizione di FRI-EL Biogas Holding, Eni diverrà il primo produttore di biometano in Italia con le potenzialità d’immissione in rete, a regime, di oltre 50 milioni di metri cubi anno di biometano prodotto da fonti rinnovabili.  

Con l’apertura della stazione di rifornimento di Aversa, Eni rafforza ulteriormente la sua offerta per la mobilità sostenibile: su una rete di circa 4.000 impianti, 3.500 erogano Eni Diesel+, il diesel premium con il 15% di HVO (olio vegetale idrogenato), biocarburante di cui Eni è l’unico produttore italiano e che oggi viene prodotto nelle bioraffinerie a Gela e Venezia. Inoltre, circa 1.000 impianti Eni erogano GPL e/o metano. Per il rifornimento dei mezzi pesanti, Eni ha già 14 stazioni di servizio che erogano LNG e ha in corso un piano di sviluppo che prevede di arrivare a 20 stazioni entro il prossimo anno. Inoltre, Eni a inizio 2022 inaugurerà la prima stazione di rifornimento idrogeno in Italia in ambito urbano a Mestre (Venezia), e a seguire sarà realizzata la seconda a San Donato Milanese.
La produzione di biometano e la vendita di vettori energetici low carbon e di servizi alla mobilità nelle stazioni di servizio, insieme allo sviluppo delle bioraffinerie e alla recente fusione dei business rinnovabili e del retail, sono tra le principali leve del percorso di decarbonizzazione del piano strategico di Eni, che consentirà di fornire una varietà di prodotti interamente decarbonizzati, coniugando sostenibilità ambientale e finanziaria.

Snam4Mobility, società controllata al 100% da Snam, fornisce servizi integrati per una mobilità sostenibile “smart green” a gas naturale e biometano, realizzando infrastrutture di distribuzione e fornendo componenti per distributori (compressori, dispenser) di cui, attraverso Cubogas, è tra i leader di mercato. Per rafforzare la rete distributiva, Snam4Mobility realizza infrastrutture di distribuzione di gas compresso (CNG e bio-CNG) per automobili e liquefatto (GNL e bio-GNL) per i trasporti pesanti. Nel piano strategico 2020-2024 di Snam è prevista la realizzazione di 150 nuove stazioni di rifornimento di gas naturale e biometano e delle prime cinque stazioni di rifornimento di idrogeno.