1185416656

Eni nel top 5% delle aziende con le migliori performance di sostenibilità secondo EcoVadis

15 marzo 2021
2 min di lettura
15 marzo 2021
2 min di lettura

San Donato Milanese (MI), 15 marzo 2021 - Eni ha ottenuto la valutazione “Gold” nell’analisi effettuata da EcoVadis, rientrando nel 5% delle aziende con il più alto punteggio a livello globale, in un ulteriore segno dell’importanza che la responsabilità sociale d’impresa (CSR) riveste nella strategia societaria.

EcoVadis, che annualmente valuta le performance di sostenibilità delle società, è stata fondata in Francia nel 2007 e a oggi rappresenta uno dei sistemi più utilizzati per la valutazione di sostenibilità dei fornitori, potendo contare su una rete globale di oltre 65.000 aziende certificate. Le analisi di EcoVadis si basano su standard riconosciuti a livello internazionale, tra cui il Global Compact delle Nazioni Unite, la Global Reporting Initiative e l’ISO 26000.

Il punteggio assegnato a Eni si basa sulle politiche, le azioni e i risultati ottenuti dall’azienda nei 4 ambiti chiave per la sostenibilità analizzati da EcoVadis: Ambiente, Pratiche di lavoro e diritti umani, Etica e Acquisti sostenibili.

Il riconoscimento di EcoVadis è l’ultimo di una serie di valutazioni che attestano la centralità della sostenibilità per Eni.

Di recente, l’azienda è stata valutata come leader da diversi rating e benchmark internazionali ESG, tra cui FTSE4Good, CDP, MSCI ESG, Sustainalytics ESG Risk, Bloomberg ES e V.E (già VigeoEiris).

Inoltre, a gennaio 2020, Eni si è impegnata a sostenere le Stakeholder Capitalism Metrics, una serie di metriche ambientali, sociali e di governance (ESG) rilasciate dal World Economic Forum e dall’International Business Council (IBC) con l’obiettivo di misurare la creazione di valore aziendale nel lungo termine per tutti gli stakeholder. Le metriche sono state sottoscritte da una coalizione di 61 aziende globali.  

L'azienda ha fatto leva sul proprio modello di business costruito negli ultimi 7 anni per creare una solida strategia di lungo termine che la porterà a diventare leader nella produzione e vendita di prodotti energetici decarbonizzati, raggiungendo la neutralità carbonica al 2050.