img-ns-cleaning-cook.jpg

Eni Ghana e i partner del progetto OCTP raggiungono il primo traguardo del progetto “Rural Clean Cooking” nel distretto di Ellembelle

11 gennaio 2021
1 min di lettura
11 gennaio 2021
1 min di lettura

Accra (Ghana), 11 Gennaio 2021 – Eni Ghana, per conto di GNPC e Vitol, partner del progetto OCTP, ha completato la distribuzione di 600 fornelli migliorati alimentati a legna nelle comunità costiere del distretto di Ellembelle, nella Western Region del Ghana. L’iniziativa ha l’obiettivo di migliorare l’accesso a fonti di energia moderne, sicure e pulite, ed è il primo traguardo del progetto pilota “Rural Clean Cooking” sviluppato assieme alla Banca Mondiale e la Ghana Alliance for Clean Cookstove (GHACCO) per ridurre l'esposizione ai fumi tossici della legna e lo sfruttamento delle foreste.

Le dieci comunità beneficiarie del progetto sono Sanzule, Krisan, Eikwe, Bakanta, Atuabo, Anokyi, Asemda, Ngalekpoley, Ngalekyi e Baku, tutte situate all’interno della zona di influenza dell’impianto di ricezione del gas di OCTP. Prima della distribuzione è stata effettuata nelle dieci comunità una campagna di sensibilizzazione sull’utilizzo e i benefici dei nuovi fornelli.

I fornelli sono stati realizzati localmente da produttori ghanesi, e sono stati testati dall’Institute of Industrial Research (IIR) del Council for Industrial and Scientific Research (CISR). Il coinvolgimento del CISR ha assicurato che la scelta della tecnologia sia coerente agli standard nazionali e dell’International Standards Organization.

Il progetto pilota Rural Clean Cooking rientra in un piano di sviluppo locale più ampio, dal budget di oltre 9 milioni di dollari, sviluppato da Eni Ghana con i partner del progetto OCTP, GNPC e Vitol, per promuovere una crescita economica inclusiva e il benessere delle persone che vivono nelle zone di operazione di OCTP.

Eni è Operatore nel progetto integrato OCTP (Eni 44,44%, Vitol 35,56%, GNPC 20%) che produce olio e gas non associato nei giacimenti di Sankofa e Gye-Nyame.