img-NS-distretto-Hinda.jpg

Eni Congo inaugura 3 pozzi di acqua potabile nei villaggi di Tchitondi, Dionga e Bondi nel Distretto di Hinda, Dipartimento di Kouilou

16 dicembre 2020
2 min di lettura
16 dicembre 2020
2 min di lettura

Pointe Noire (Repubblica del Congo), 16 dicembre 2020 - Alla presenza di Alexandre Mabiala, Presidente del Consiglio Dipartimentale di Kouilou, Guy Edmond Loemba, Sottoprefetto di Hinda, dei capi-villaggio, di altri enti locali e della popolazione, il Sig. Gaston Yvon Nkouka-Dienita Capo della Divisione Iniziative Comunitarie e Territoriali di Eni Congo, in rappresentanza del Direttore Generale, ha inaugurato oggi tre pozzi di acqua potabile nei villaggi di Tchitondi, Dionga e Bondi. Con questi, sale a 30 il numero di pozzi d’acqua potabile realizzati, a beneficio di una popolazione di circa 20.000 abitanti.

I tre pozzi sono alimentati da energia fotovoltaica; le cisterne hanno una capacità da 10 a 12 m3 e sono dotate di pompe da 1250W, 1980W e 3500W rispettivamente. Per assicurare la corretta gestione tecnica, Eni Congo ha istituito e formato comitati di gestione, che hanno il compito di controllare l'accesso della popolazione all'acqua secondo programmi prestabiliti, di garantire la manutenzione tecnica, e di assicurare il rispetto delle norme igieniche, in particolare delle misure di protezione contro il Covid-19. I comitati di gestione favoriscono la sostenibilità dell’iniziativa in quanto facilitano il coinvolgimento delle comunità locali.

Questa iniziativa è conforme al Memorandum of Understanding firmato il 31 agosto 2011 con il Governo Congolese, e fa parte del Progetto Integrato Hinda (PIH), che mira a contribuire allo sviluppo umano attraverso il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità locali situate nella zona operativa onshore di Eni Congo.

L'accesso all'acqua è una delle aree prioritarie di intervento del PIH, in quanto contribuisce alla riduzione delle malattie causate dalla cattiva qualità dell'acqua. Inoltre, un migliore accesso all'acqua favorisce la creazione di reddito, in quanto contribuisce all'aumento della produttività agricola.

Eni Congo promuove lo sviluppo locale attraverso iniziative di investimento comunitario in ottica di partenariato pubblico-privato, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDG) delle Nazioni Unite. Il PIH interviene in più settori, con obiettivi specifici nell’ambito della salute, dell'agricoltura, dell'accesso all'acqua, dell'istruzione (SDG 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 12, 15, 17), per un budget di oltre 13 milioni di dollari per la prima fase (2011-2015) e di 5 milioni per la seconda (2016-2019).