ns-coral-sul-visore.jpg

Eni completa l’installazione dei moduli topside di Coral Sul FLNG

04 novembre 2020
2 min di lettura
04 novembre 2020
2 min di lettura

Maputo (Mozambico), 4 novembre 2020 - Eni annuncia di aver completato il lifting e l'installazione dell'ultimo dei 13 moduli topside della Coral Sul FLNG, attualmente in costruzione in Corea del Sud. Questa installazione segna la fine della campagna di fabbricazione dei moduli onshore che formano l'intero impianto di trattamento e liquefazione del gas, ed avviene nei tempi previsti per la partenza della Coral Sul FLNG per il Mozambico nel 2021, e l'avvio della produzione di gas nel 2022.

Gli imponenti moduli del topside, dal peso complessivo di 70mila tonnellate, sono stati sollevati sullo scafo uno alla volta; la costruzione ora continua con le attività di integrazione e commissioning.

"Questo è un grande risultato per i partner di Area 4, anche in funione delle criticità determinate dalla pandemia di Covid-19, e conferma il nostro impegno per lo sviluppo ed il successo del progetto Coral South" ha dichiarato Roberto Dall’Omo, Managing Director di Eni Rovuma Basin.

La costruzione dello scafo della Coral Sul FLNG e dei moduli topside è iniziata a settembre 2019. Lo scafo è stato varato a gennaio 2020, e l’nstallazione del primo modulo topside è avvenuta a maggio 2020. I lavori sono in corso presso i cantieri navali di Samsung Heavy Industries in Corea del Sud.

Coral Sul FLNG è il primo impianto di liquefazione galleggiante (FLNG, Floating Liquefied Natural Gas) in acque profonde di nuova costruzione al mondo. Con una capacità di 3,4 milioni di tonnellate di gas liquefatto all'anno, sarà situato nell'offshore del Mozambico e metterà in produzione le notevoli risorse del giacimento di gas Coral dell'Area 4 del bacino del Rovuma.

Il piano di contenuto locale di Eni prevede numerose opportunità di formazione e lavoro in Mozambico e all'estero, a conferma del continuo impegno dei partner di Area 4 per lo sviluppo sostenibile a lungo termine del Paese.

Il progetto Coral South è gestito da Eni Rovuma Basin per conto dei partner dell'Area 4, ovvero Mozambique Rovuma Venture (MRV, joint venture di Eni, ExxonMobil e CNPC), Galp, KOGAS ed ENH (Empresa Nacional de Hidrocarbonetos E.P.). La produzione del campo Coral avverrà tramite sei pozzi in acque ultra profonde (circa 2.000 metri), che alimenteranno il Coral Sul FLNG tramite un sistema flessibile.

Il giacimento Coral contiene circa 450 miliardi di metri cubi (16 TCF) di gas ed è stato scoperto da Eni nel maggio 2012.