Rapporti con il territorio | Upstream

Eni annuncia lo start-up del campo di Vandumbu nel Blocco 15/06, nell’offshore dell’Angola

10 dicembre 2018 - 2:42 PM CET
 
Il ramp-up di Vandumbu porterà ad una produzione totale di 170.000 barili di petrolio al giorno.

San Donato Milanese (MI), 10 dicembre 2018 – Eni ha avviato la produzione dal campo di Vandumbu, a circa 350 km a nord-ovest di Luanda e 130 km a ovest di Soyo, tramite la FPSO N’Goma, nel West Hub del Blocco 15/06, nelle acque dell’Angola.

Il First oil dal campo di Vandumbu è avvenuto alla fine di Novembre 2018, con 3 mesi di anticipo sui programmi. Questo start-up, insieme all’avvio di una pompa sottomarina multifase (Subsea Multiphase Boosting System, SMBS) avvenuto all’inizio di dicembre, ha aumentato di 20.000 barili al giorno la produzione di petrolio dal Blocco 15/06. Il ramp-up di Vandumbu sarà completato nel Q1 2019, e porterà ad una produzione totale di 170.000 barili di petrolio al giorno, estendendo ulteriormente il plateau di produzione.

Questi due start-up segnano un ulteriore passo avanti nella strategia di sviluppo per fasi e per cluster che Eni ha adottato per il Blocco 15/06, e che ha permesso l’avvio di otto campi dal Novembre 2014, quando è iniziata la produzione del West Hub tramite il campo di Sangos.

Il Blocco 15/06 è sviluppato da una Joint Venture formata da Eni (36,84%, Operatore), Sonangol P&P (36,84%) e SSI Fifteen Limited (26,32%).

Eni è presente in Angola dal 1980 ed attualmente ha una produzione equity di circa 150,000 barili di olio equivalente al giorno.