Upstream

Eni si aggiudica il blocco North Ganal in Indonesia

04 ottobre 2011 10:25 AM CEST

San Donato Milanese (Milano), 4 ottobre 2011 – Eni, nell’ambito del primo Bid Round internazionale lanciato in Indonesia nel 2011, in qualità di operatore di un consorzio che comprende Niko Resources Ltd., Black Platinum Energy Ltd, Statoil ASA e GDF SUEZ, ha ottenuto l’assegnazione del blocco di North Ganal, situato offshore al largo di East Kalimantan, in Indonesia. Il  PSC (Production Sharing Contract), di cui Eni sarà operatore, sarà firmato entro l’anno.

Il blocco North Ganal si estende per 2.432 chilometri quadrati all’interno del bacino di Kutei, un’area  estremamente prolifica dal punto di vista della presenza di idrocarburi che ha registrato diverse scoperte “giant”, già in produzione. Il programma di lavoro legato all’impegno contrattuale prevede l’esecuzione di un rilievo sismico 2D su 200 chilometri e la perforazione di un pozzo durante i primi tre anni della fase esplorativa. Nell’area è presente l’’impianto di trattamento LNG di Bontang, situato a circa 80 chilometri a ovest dal blocco.

Questo risultato conferma il significativo impegno di Eni nelle attività E&P in Indonesia e si inserisce in una serie di successi che comprende la recente e importante scoperta di Jangkrik NE, nell’offshore del bacino di Kutei (Muara Bakau PSC), situato vicino al blocco di North Ganal. Inoltre, nella medesima area, Eni ha presentato alle Autorità indonesiane il piano di sviluppo per il campo di Jangkrik che, grazie un’attività di sviluppo accelerata, si prevede possa entrare in produzione già a partire dal 2015.

Eni, presente in Indonesia dal 2001, possiede nel Paese 12 permessi, di cui 6 in qualità di operatore, localizzati nei bacini petroliferi di Tarakan e Kutei (Borneo orientale), di Nord Sumatra di West Timor. Eni partecipa inoltre allo sviluppo di ingenti riserve di gas localizzate nei blocchi di Ganal e Rapak, posizionati nel bacino di Kutei.

Eni è inoltre attiva nella regione del Delta del Mahakam dove è operatore, attraverso l'affiliata VICO Ltd (Eni 50%, BP 50%), del campo Sanga Sanga che fornisce una produzione in quota Eni di circa 20.000 barili di olio equivalente al giorno. Nella stessa area, recentemente Eni ha ottenuto tramite l'affiliata VICO CBM (Eni 50%, BP 50%) l'assegnazione di una licenza per la ricerca e produzione di gas non convenzionale (CBM o coal-bed methane). Anche in questo caso il gas, in caso di successo del progetto, sarà liquefatto presso l'impianto di Bontang, rappresentando il primo caso al mondo di alimentazione con CBM di un impianto GNL.

Eni si aggiudica il blocco North Ganal in Indonesia

PDF 29.69 KB 04 ottobre 2011 CEST 10:25
PDF 29.69 KB