visore-strategy-2020.jpg

La nuova Eni: verso una rapida transizione energetica

Strategy Update

A febbraio, abbiamo comunicato il nostro piano strategico da oggi al 2050, che guiderà la compagnia attraverso il processo di transizione energetica.

In linea con tale Strategia, a giugno abbiamo annunciato la nuova organizzazione, che vedrà la creazione di due nuove Direzioni Generali integrate:

  • Natural Resources svilupperà in modo sostenibile il portafoglio upstream Oil & Gas, promuovendo l'efficienza energetica e la cattura della CO2. La Direzione Generale sarà integrata lungo l’intera catena del valore del gas, dall'esplorazione allo sviluppo, fino alla vendita all'ingrosso via gasdotto o GNL, e farà leva sulle nostre competenze tecniche e commerciali. Inoltre, focalizzerà la sua azione sullo sviluppo di progetti di cattura e compensazione delle emissioni di CO2, di conservazione delle foreste, e di sostenibilità e risanamento ambientale, attività cruciali per la fornitura sostenibile di prodotti decarbonizzati.
  • Energy Evolution, supporterà l’evoluzione dei business della generazione di energia elettrica, trasformazione e vendita di prodotti da fossili a bio, blue e green. Grazie al coordinamento della Direzione Generale queste attività si potranno sviluppare geograficamente e per linea di business in maniera integrata così da poter conseguire migliori risultati in termini di sviluppo dei nuovi prodotti, di servizio al cliente e di massimizzazione dei ritorni economici.

Oltre che dalle funzioni corporate, le due Direzioni saranno supportate da una nuova unità Technology, R&D, Digital.

La nuova organizzazione consentirà di mettere a punto un portafoglio più equilibrato, riducendo l'esposizione alla volatilità dei prezzi degli idrocarburi e permettendo così a Eni di affermarsi come leader nel processo di decarbonizzazione. 

La Nuova Eni: Struttura Organizzativa

The New Eni

La nostra strategia a lungo termine resta invariata e la nostra trasformazione è irreversibile. I recenti avvenimenti legati alla pandemia di Covid-19 sottolineano ulteriormente la necessità di accelerare l’attuazione del percorso che permetterà di creare una Eni più sostenibile.

Tale priorità ha costituito un criterio guida nell'allocazione del capitale per il piano quadriennale e porterà a una significativa riduzione della nostra impronta carbonica in linea con i nostri obiettivi, che consentiranno a Eni di produrre zero emissioni nette Scope 1, 2 e 3 in Europa entro il 2050.

Ma focalizziamoci sulle misure adottate in termini di Capex e di costi per il 2020 e il 2021.

Abbiamo reagito alla pandemia con effetto immediato: nell’arco di un solo mese, abbiamo dichiarato un set di azioni e svolto un’analisi approfondita per ridurre ulteriormente i nostri costi.  Al contempo, abbiamo rivisto il nostro scenario, ipotizzando un Brent a 40 $/barile per quest’anno, in crescita a 60 $/barile nel 2023.

Il risultato è che oggi stiamo migliorando i nostri targets, sia per quanto riguarda la riduzione dei Capex che l’ottimizzazione dei costi.

Nel complesso, nel 2020 e nel 2021, miriamo a un taglio medio dei capex di oltre il 30% e ad un’ottimizzazione dei costi complessiva pari a 2,8 miliardi di €, di cui il 25-30% strutturali. Complessivamente questo si traduce in una riduzione di circa 8 miliardi di € rispetto al piano originario.


Ulteriore taglio capex e riduzione costi per il 2020 e il 2021


The New Eni

Il mantenimento di una rigorosa disciplina del capitale è fondamentale nella definizione del nostro Piano di investimenti.

Con un Brent atteso a 40 $/barile nel 2020, manterremo i Capex a poco più di 5 miliardi di €. In linea con le nostre previsioni di crescita graduale del Brent, i nostri investimenti aumenteranno in modo flessibile a partire dal 2021, fino a raggiungere circa 8 miliardi di € nel 2022, in linea con il nostro piano originario pre-Covid.

Il mix nel piano investimenti cambierà, accelerando la transizione energetica.

Rispetto al Piano originario, il nuovo Piano prevede:

  • una riduzione di quasi 6 miliardi di € nell’Upstream;
  • al contrario, nelle attività Green, gli investimenti cresceranno di 0,8 miliardi di € e saranno principalmente dedicati alla Bio-Raffinazione, alle Rinnovabili e a un’espansione del settore retail.

Complessivamente, nel piano, gli investimenti green costituiranno il 17% del totale (verso il 12% originario), raggiungendo il 26% nel 2023 (contro il 20%). Il peso degli investimenti green diventerà sempre più importante consentendo il graduale riequilibrio del nostro portafoglio.

The New Eni

Upstream

La produzione 2020 è confermata nel range 1,71-1,76 milioni di barili equivalenti di petrolio al giorno (inclusi tagli OPEC+). Il CAGR 2019-2023 sarà nell’ordine del 2%. Con uno scenario più forte del previsto nel 2021, avremo la flessibilità necessaria per riattivare alcune iniziative di ottimizzazione della produzione.

La crescita nel medio e lungo termine è funzione del profilo di investimenti Upstream. In termini di sviluppo di progetti, il nuovo piano di investimenti 2020-2023 include una serie di revisioni che interesseranno in particolar modo i primi 2 anni, avendo posticipato diverse decisioni finali di investimento.

Il target dell’esplorazione è di 2 Mld di barili di nuove scoperte nel Piano, con un costo unitario di 1,6 $/barile.  Nella ricerca esplorativa nessuna attività è stata cancellata ma è stato rifasato il 50% degli investimenti previsti per il 2020. Parte dei pozzi posticipati nel 2020 verranno perforati nel 2021.

The New Eni
descalzi-official.jpg

L'Upstream sarà incentrato sul gas. Renderemo il profilo produttivo più flessibile e sostenibile, grazie alla cattura del carbonio e compensando le nostre attività con progetti di conservazione delle foreste.

Claudio Descalzi

Crescita dei prodotti decarbonizzati

Per quanto riguarda il mid-downstream, confermiamo lo sviluppo delle nostre attività decarbonizzate, ulteriormente accelerato dall'aumento degli investimenti green, dedicati principalmente alla Bio-Raffinazione, alle Rinnovabili e all'espansione nel Retail.

Forniremo un aggiornamento dei nostri obiettivi nei business green in occasione del prossimo piano strategico.

The New Eni