Le nostre attività negli Stati Uniti

Siamo presenti nel Paese dal 1968: nel Golfo del Messico, in Alaska e Texas. Operiamo nei settori E&P, Global Gas & LNG, R&M e Chimica e in attività di sviluppo, investimento e gestione di impianti rinnovabili con Plenitude e Power.

681897175

L'AD Claudio Descalzi ha ricevuto il premio Atlantic Council per la leadership imprenditoriale

Il 9 maggio 2022 l'organizzazione internazionale Atlantic Council ha annunciato i nomi delle personalità che si sono distinte per il loro ruolo di leader capaci di influenzare il futuro globale e che, per questo, hanno ricevuto il premio Distinguished Leadership Awards 2022. Tra loro il Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana Mario Draghi e l'AD di Eni Claudio Descalzi che sono stati premiati l'11 maggio presso The Anthem a Washington, DC.

Licenze, partnership e accordi

Le attività di esplorazione e produzione negli Stati Uniti sono regolate da contratti di concessione. Nel Golfo del Messico partecipiamo complessivamente in 62 blocchi di esplorazione e sviluppo nell’offshore profondo e convenzionale, in 26 siamo operatori. I principali giacimenti operati sono Allegheny, Appaloosa (Eni 100%), Pegasus (Eni 85%), Longhorn, Devils Towers e Triton (Eni 75%). Altre partecipazioni riguardano Europa (32%), Medusa (Eni 25%), Lucius (Eni 8,5%), K2 (Eni 13,4%), Frontrunner (37,5%), Heidelberg (Eni 12,5%) e St. Malo (Eni 1.25%). In Texas la produzione onshore è fornita essenzialmente dall’area Alliance (Eni 27,5% non Operatore), situata nel bacino di Fort Worth e che contiene riserve di gas non convenzionale, detto anche shale gas. In Alaska partecipiamo in 166 blocchi di esplorazione e sviluppo. Nel 2018 abbiamo acquisito 124 nuove licenze esplorative con una quota del 100%. Le licenze sono localizzate nell’Eastern North Slope della regione, considerata un’area ad alto potenziale minerario e in prossimità di facility produttive esistenti. All’inizio del 2019 abbiamo stretto un accordo per la completa acquisizione del campo in produzione di Oooguruk, acquisito il rimanente 70%. I principali giacimenti sono attualmente Nikaitchuq e Oooguruk, di cui siamo operatori al 100%.

Plenitude amplia la propria capacità in esercizio e pipeline di sviluppo rinnovabile

A febbraio 2022 Plenitude, attraverso Eni New Energy US Inc, ha ampliato il proprio portafoglio di capacità rinnovabile sul territorio con l’acquisizione di due impianti in Texas per una capacità complessiva di 466 MW sviluppati dalla società di energia rinnovabile BayWa r.e. Per Eni New Energy US Inc l’operazione è stata condotta da Novis Renewables LLC. In particolare, Eni New Energy US, Inc. ha acquisito l’impianto fotovoltaico Corazon I da circa 266 MW situato nella Contea di Webb, in Texas (USA). L’impianto, in esercizio da agosto 2021 e dotato di moduli fotovoltaici bifacciali e inseguitori monoassiali, produrrà circa 500 GWh all’anno, consentendo una riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera equivalente a circa 250.000 ton/anno. Nella stessa area, Eni New Energy US Inc ha anche acquisito il progetto di stoccaggio Guajillo, da circa 200 MW/400 MWh, in fase di sviluppo avanzato che, secondo le previsioni, sarà operativo prima della fine del 2023. Il progetto utilizzerà le stesse infrastrutture di interconnessione dell’impianto fotovoltaico Corazon I e supporterà la rete locale, stoccando energia quando la generazione di energia rinnovabile è elevata e rilasciandola quando è maggiormente necessaria per soddisfare i picchi di consumo. Attualmente nel Paese è in corso di costruzione l’impianto solare da 260 MW di Brazoria County in Texas, la cui realizzazione è attesa entro fine 2022.

L’accordo con Falck Renewables per l’avvio di progetti di energia solare ed eolica

A marzo 2020 è stata perfezionata l’acquisizione da parte di Eni del 49% del portafoglio di Falck Renewables North America (FRNA) in esercizio negli USA (1 impianto da 92 MW in North Carolina e 4 impianti per complessivi 24 MW in Massachusetts). Ad agosto 2020 abbiamo firmato, tramite Eni New Energy US Inc, un accordo con Falck Renewables S.p.A. per l'acquisizione di Building Energy Holdings US, LLC (BEHUS). L’attività dell’azienda BEHUS comprende 62 MW di progetti eolici e solari in esercizio negli Stati Uniti, un team di sviluppo e asset management e una pipeline di progetti eolici fino a 160 MW. Attraverso Novis Renewables Holdings LLC acquisiremo cinque impianti solari - per un totale di 31,59 MW, un impianto eolico di 30 MW e due progetti eolici in fase avanzata, fino a 80 MW ciascuno. La produzione degli impianti in esercizio contribuirà a compensare oltre 93.000 tonnellate di CO₂ all'anno. A novembre 2020 Falck Renewables North America, Inc. e Eni New Energy US, Inc., attraverso Novis Renewables Holdings, LLC (Novis) hanno firmato un accordo con Savion, LLC (Savion) per l’acquisizione entro la fine del mese del progetto solare “ready to build” Westmoreland da 30 MW situato nel Westmoreland County in Virginia. Una volta entrato in esercizio l’impianto fornirà energia solare pulita a una utility regionale per il fabbisogno di consumatori finali e industrie per i prossimi decenni, evitando oltre 33 mila tonnellate di CO₂ all’anno. L’entrata in esercizio dell’impianto è attesa nel terzo trimestre 2021.

A dicembre 2019 abbiamo firmato con Falck Renewables un accordo strategico finalizzato alla creazione di una piattaforma paritetica tra Eni New Energy US Inc. (“ENE US”) e Falck Renewables North America Inc. (“FRNA”) per lo sviluppo di progetti di energia rinnovabile nel Paese, per esempio solari fotovoltaici, eolici onshore e di stoccaggio. La nuova societ๠ basata su una governance congiunta mira a sviluppare almeno 1 GW di progetti entro la fine del 2023. Secondo i termini dell’accordo, FRNA cederà a ENE US il 49% delle quote di partecipazione negli impianti attualmente in esercizio negli Stati Uniti. La cessione riguarda un portafoglio complessivo di 112,5 MW composto da cinque impianti fotovoltaici in esercizio in North Carolina e in Massachusetts, uno dei quali, Middleton (Massachusetts), con uno stoccaggio di energia di 6,6 MWh. Tutte le strutture continueranno a essere gestite, controllate e consolidate da FRNA con il 51%. L’operazione ci consentirà di sviluppare progetti da fonte rinnovabile in un mercato evoluto e con importanti aspettative di crescita come quello statunitense, di operare attraverso una nuova società in grado di coprire le fasi di sviluppo, la costruzione, il finanziamento di nuovi progetti, unendo il know-how di Falck Renewables negli asset rinnovabili con le nostre competenze tecnologiche e finanziarie. Infine, attraverso questa partnership potremo contribuire al raggiungimento dei rispettivi obiettivi in termini di capacità installata e generazione di energia verde.

1) Le parti saranno reciprocamente esclusive in relazione a progetti superiori a 5 MWdc negli Stati Uniti.

egp-usa-mappa-impianti-desktop-ita-2022.jpg
egp-usa-mappa-impianti-mobile-ita-2022.jpg

Lubrificanti per l’industria ed elastomeri

Con Eni USA R&M Co. Inc., detta anche Eni USA e costituita nel 1987 come American Agip, siamo attivi nella produzione e vendita di lubrificanti finiti in Nord America, primariamente nell’est degli Stati Uniti e in Texas, ma anche nelle province canadesi del Quebec e dell’Ontario. Il portafoglio di prodotti include sia lubrificanti per trazione sia per applicazioni industriali. Possediamo un impianto di produzione a Cabot, in Pennsylvania, per prodotti sia sfusi, sia imballati e un deposito a Jane Lew in West Virginia. La nostra attività commerciale è realizzata sia con vendite dirette a clienti finali, sia tramite una rete di distributoriNel settore chimico siamo presenti nel Paese tramite le reti commerciali di Versalis Americas, una controllata della nostra società chimica Versalis. Versalis Americas, costituita nell’agosto 2015 e operativa da gennaio 2016, ha sede a Houston con la responsabilità commerciale dei mercati del nord e sud America. La società opera nei settori elastomeri, stirenici e polietilene, ma esclude sostanze chimiche pericolose. Dispone di diversi depositi di stoccaggio prodotti in Texas, Louisiana, Ohio e conta circa 30-40 clienti in USA, Canada e Messico principalmente nei settori automotive, pneumatici, adesivi e sigillanti

Creiamo energia

Nelle Americhe siamo attivi soprattutto nell’esplorazione e nella produzione di idrocarburi e nel settore Refining & Marketing e Chimica. Nel 2008, negli Stati Uniti, abbiamo stretto un’alleanza con il Massachusetts Institute of Technology di Boston che si avvale di più di cento ricercatori, docenti e dottorandi e ha attivato oltre quaranta progetti. Insieme e in linea con la nostra nuova mission percorriamo la strada che conduce a un modello energetico low carbon, fatto anche di competenze e tecnologie all’avanguardia che cambieranno il nostro mondo e il nostro modo di produrre e consumare energia. 

La collaborazione con il MIT e altre nove università

La collaborazione con il MIT avviene su un portafoglio di progetti diversificato, con un focus in ambito di energia solare, cattura e riutilizzo del carbonio, stoccaggio energetico, caratterizzazione ambientale, valorizzazione del gas, modellizzazione avanzata dei giacimenti, sistemi petroliferi e tecnologie per la sicurezza sul lavoro. In aggiunta alla partnership con il MIT sono attive o lo sono state attività di collaborazione con altre università statunitensi.

Scopri il progetto
Scopri il progetto

Eni e Commonwealth Fusion Systems

Commonwealth Fusion Systems è uno spin-out del Massachusetts Institute of Technology finalizzato a velocizzare l’applicazione industriale della fusione a confinamento magnetico. Nata come start-up da un gruppo di ricercatori e scienziati provenienti dal MIT, la società ha creato una forte sinergia tra il sapere scientifico e il dinamismo delle aziende istituendo una collaborazione con il Plasma Science and Fusion Center del MIT e con i principali gruppi di investimento privati di rilevanza mondiale.

Scopri il progetto
Scopri il progetto
1154698037

La fusione a confinamento magnetico: l’energia che imita le stelle

La fusione a confinamento magnetico occupa un ruolo centrale nella ricerca tecnologica finalizzata al nostro percorso di decarbonizzazione.

APPROFONDISCI
PDF 102.40 KB