cover-accesso-energia-congo.jpg

Progetto Integrato di accesso all’energia in Congo

Dal 2007 al 2015 abbiamo favorito l’accesso all’energia delle comunità locali del Congo, costruendo infrastrutture su larga scala.

I nostri risultati

Dopo aver acquisito il giacimento onshore M’Boundi nel 2007 abbiamo lanciato il progetto “Projet intégré” (Progetto Integrato) che ci ha permesso di costruire le centrali elettriche Djéno (CED) e Congo (CEC), di riqualificare l’infrastruttura di trasporto dell’energia (RIT) e di ampliare la rete di distribuzione dell’energia elettrica fino alla città di Pointe-Noire (DEPN). 

Nel 2009 la centrale Djeno (CED) ha raddoppiato la sua potenza installata da 25 a 50 MW, mentre dal 2010 la centrale Congo (CEC) ha una capacità installata di 300 MW. Entrambe le strutture, alimentate dal gas proveniente dai giacimenti M’Boundi e Marine XII field, sono state inserite in un programma che prevede il rilancio e la ricostruzione della rete energetica nazionale ad alto voltaggio fra Brazzaville e Pointe-Noire (510 km) e lo sviluppo della rete di distribuzione dell’energia nella città di Pointe-Noire. Le centrali CEC e CED coprono oggi circa il 60% della produzione di energia elettrica nazionale e la potenzialità della sola centrale CEC sarebbe in grado di soddisfare il consumo medio giornaliero di elettricità del Paese. 

Il programma di accesso all’energia, che ha permesso anche la buona riuscita del progetto Hinda, assicurando l’elettricità a 33 strutture comunitarie alimentate da pannelli solari (11 centri sanitari e 22 pozzi d’acqua potabile), è stato completato nel 2015. Con due turbine a gas di 314 MW, la centrale copre i tre quarti della domanda di energia della popolazione locale. Un nuovo investimento prevede l’installazione di una terza turbina da 170 MW.

Infine, nel 2013 abbiamo dato vita a un ulteriore progetto per lo sviluppo del gas proveniente dal giacimento onshore di Kouakouala nei pressi di M’Boundi: grazie a un sistema di generatori portatili alimentati a gas nel villaggio di Mboubissi, situato a fianco del giacimento, alimentiamo quattro pozzi d’acqua, una struttura per l’assistenza sanitaria e l’illuminazione pubblica locale. 

 

91414854
1/1

Dati significativi

Per la distribuzione elettrica ad ampio raggio
6500Punti
di illuminazione stradale a Pointe-Noire
300 MW Capacità installata CEC
Centrale Elettrica di Djeno
50 MWCapacità
installata CED
Rientra nel programma di modernizzazione della rete nazionale
510 kmLunghezza
rete energetica tra Brazzaville e Pointe-Noire

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDGs)

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione sottoscritto nel settembre 2015 da 193 Paesi membri dell’ONU che ingloba 17 obiettivi tesi allo sviluppo socio-economico delle comunità e dei territori. In linea con il settimo e il nono obiettivo, con il Progetto Integrato di Accesso all’energia abbiamo cercato di assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni (Obiettivo 7) e costruito delle infrastrutture resilienti, promuovendo l'innovazione e una industrializzazione equa e responsabile (Obiettivo 9).

CEC and LIM Onshore2TRS2239.jpg

La storia della centrale elettrica in Congo

La sicurezza prima di tutto

Consideriamo la sicurezza sul lavoro un valore imprescindibile che condividiamo con i dipendenti, i contrattisti e le comunità locali. Per questa ragione mettiamo in atto tutte le azioni necessarie per evitare gli incidenti, tra cui modelli organizzativi per la valutazione e gestione dei rischi, piani di formazione, sviluppo di competenze e promozione della cultura della sicurezza.

 

Che la CEC sia una ricchezza per il Paese lo dimostra il fatto che l’identità della centrale sia fortemente congolese. Il rapporto con la popolazione locale per noi è assolutamente fondamentale. Il potenziale umano sviluppato in CEC è rilevante per lo sviluppo del Paese.

di Mauro Dalmazzone, direttore generale di CEC da febbraio 2015

L’impatto sull’ambiente e sulla comunità

Le centrali CEC e CED forniscono energia all’intero comune di Pointe-Noire, mentre l’elettricità in eccesso viene inviata alla città di Brazzaville tramite una rete ad alto voltaggio recentemente ristrutturata. Abbiamo inoltre installato oltre 6.500 punti di illuminazione stradale, migliorando in modo significativo la sicurezza della città. In questo modo abbiamo esteso  la fornitura di luce a una zona della città di Brazzaville abitata da 350 mila persone.