Overview

In questo approfondimento:

  • la tabella che raccoglie i dati sui Paesi con attività di produzione
  • gli avvii di produzione di petrolio e gas naturale conseguiti da progetti rilevanti

Le attività di produzione: i key fact del 2016

Nel 2016 la produzione di idrocarburi è stata di 1,759 milioni di boe/giorno, in linea rispetto al 2015, nonostante l’interruzione delle attività produttive in Val d’Agri. Lo start-up di nuovi giacimenti e il ramp-up di quelli avviati nel 2015, in particolare in Angola, Egitto, Kazakhstan, Norvegia e Venezuela nonché le maggiori produzioni in Iraq sono state compensate dalle fermate programmate, in particolare nel Regno Unito, e dal declino di giacimenti maturi. La quota di produzione estera è stata del 92% (90% nel 2015). La produzione di petrolio (878 mila barili/giorno) è diminuita di 30 mila barili/giorno, pari al 3,3%, a seguito in particolare dell’interruzione della produzione in Val d’Agri, delle fermate programmate e del declino dei giacimenti maturi. Questi effetti negativi sono stati parzialmente compensati dagli avvii/ramp-up in particolare in Angola, Kazakhstan e Norvegia, nonché dalle maggiori produzioni in Iraq.

La crescita delle vendite e i pozzi produttivi

La produzione di gas naturale (136 milioni di metri cubi/giorno) è aumentata di 3 milioni di metri cubi/giorno rispetto al 2015, pari al 2,3%. Le maggiori produzioni in Egitto e Venezuela sono state parzialmente compensate dalle fermate programmate e dal declino dei giacimenti maturi. La produzione venduta di idrocarburi è stata di 608,6 milioni di boe. La differenza di 35,2 milioni di boe rispetto alla produzione di 643,8 milioni di boe è dovuta essenzialmente ai volumi di gas destinati all’autoconsumo (32,1 milioni di boe), alla variazione delle rimanenze e altri fattori. La produzione venduta di petrolio e condensati (320 milioni di barili) è stata destinata per circa il 68% ai settori mid-downstream. La produzione venduta di gas naturale (44,6 miliardi di metri cubi) è stata destinata per circa il 22% al settore Gas & Power. Eni continua a monitorare le proprie attività produttive e a garantire tutte le misure necessarie per una gestione sempre più efficiente delle operazioni.

Nel 2016 i pozzi dedicati alla produzione di idrocarburi sono 9.399 (3.737,6 in quota Eni). In particolare i pozzi produttivi di petrolio sono pari a 6.673 (2.494,7 in quota Eni); i pozzi in produzione di gas naturale sono pari a 2.726 (1.242,9 in quota Eni).

La tabella con i dati sulla produzione di idrocarburi Eni nei Paesi

PAESI CON ATTIVITÀ DI PRODUZIONE
2016Produzione in quota EniProduzione del Paese
PetroliobGas naturalecPetroliobGas naturaled
Algeria 77 3,3 1.921 86,58
Angola 109 2,2 1.820 0,67
Australia 3 3,2 515 51,39
Cina 2 2 4.103 96,6
Croazia - 0,7 20 2,59
Ecuador 10 - 468 0,51
Egitto 76 16,9 739 60,06
Indonesia 4 2 975 91,47
Iraq 67 - 3.419 6,98
Italia 47 13,3 108 8,11
Kazakhstan 65 7,2 1.688 37,83
Libia 84 41,5 1.661 15,39
Nigeria 68 7,6 2.436 32,06
Norvegia 86 7,3 2.151 108,73
Pakistan - 4,9 61 30,26
Regno Unito 23 6,1 860 39,15
Repubblica del Congo 71 4,2 292 0,06
Stati Uniti 59 5,3 7.805 600,15
Trinidad e Tobago - 2 113 41,98
Tunisia 7 0,5 87 3,2
Turkmenistan 9 0,2 196 43,17
Venezuela 14 7,2 2.438 24,5

(b) Migliaia di barili/giorno
(c) Milioni di metri cubi/giorno
(d) Miliardi di metri cubi

 

Back to top