Overview

Gas & Power: performance e investimenti dell’anno
In questo approfondimento:

  • i dati relativi alle performance del 2016 nel settore Gas & Power
  • la tabella relativa agli investimenti tecnici del 2016 nel settore Gas & Power

Performance del 2016

Gas & Power - Principali indicatori di performance
  201420152016
Dipendenti in servizio a fine periodo  (numero) 4.561 4.484 4.261
TRIR (Indice di frequenza infortuni totali registrabili) (infortuni registrabili/ore lavorate) x 1.000.000 0,82 0,89 0,28
 di cui: dipendenti    0,87 0,91 0,27
contrattisti   0,70 0,81 0,31
Vendite gas mondo  (miliardi di metri cubi) 89,17 90,88 88,93
di cui: in Italia   34,04 38,44 38,43
internazionali   55,13 52,44 50,50
Clienti in Italia (milioni) 7,9 7,9 7,8
Emissioni dirette di GHG (milioni di tonnellate di CO2 eq) 10,12 10,57 11,22
Emissioni di GHG/energia elettrica equivalente (EniPower) (gCO2 eq/kWheq) 409 409 398
Capacità installata centrali elettriche (GW) 5,3 4,9 4,7
Energia elettrica prodotta (terawattora) 19,55 20,69 21,78
Vendite di energia elettrica   33,58 34,88 37,05
Grado soddisfazione clienti (a) (scala da 0 a 100) 81,4 85,6 86,2
(a) Valutazione media data dai risultati ottenuti dalle interviste ai clienti sulle performance relative a chiarezza, cortesia e attesa.

Nel 2016:
  • l’indice di frequenza infortuni totali registrabili (TRIR) ha registrato un rilevante miglioramento (-68%) rispetto all’anno precedente attestandosi a 0,28, grazie al contributo dei dipendenti (-70%) e dei contrattisti (-61%)
  • nel 2016 le emissioni di gas serra sono aumentate di circa il 6%, coerentemente con la crescita delle produzioni di energia elettrica (+5,3%) e dei quantitativi di gas trasportato
  • le emissioni di GHG/kWheq riferite alla produzione di energia elettrica hanno registrato una riduzione del 3% rispetto all’anno precedente grazie al proseguimento degli interventi di energy savings
  • nel 2016 il settore Gas & Power ha registrato la perdita operativa adjusted di 390 milioni di euro con un peggioramento di 264 milioni di euro, penalizzato dallo scenario negativo in particolare nel GNL e da minori effetti economici una tantum rilevati nel 2015. Tali effetti sono stati compensati da azioni di ottimizzazione e maggiori performance nel trading
  • le vendite di gas nel mondo sono state di 88,93 miliardi di metri cubi, con una flessione del 2,1% rispetto al 2015 (-1,95 miliardi di metri cubi). Stabili le vendite in Italia (38,43 miliardi di metri cubi)
  • le vendite di energia elettrica evidenziano un incremento del 6,2% (+2,17 terawattora) rispetto al 2015, per effetto principalmente dei maggiori volumi commercializzati nel segmento grossisti.

Risultati

Risultati - Gas & Power 
2014 (€ milioni)20152016Var. ass.Var. %
64 Utile (perdita) operativo    (1.258) (391) 867 (68,9)
(119) Esclusione (utile) perdita di magazzino   132 90    
223 Esclusione special item:   1.000 (89)    
25 - svalutazioni   152 81    
  - oneri ambientali     1    
(42) - accantonamento a fondo rischi   226 17    
   - di cui fondo su crediti per fatture da emettere del retail   226 17    
9 - oneri per incentivazione all'esodo   6 4    
(38) - derivati su commodity   90 (443)    
205 - differenze e derivati su cambi   (9) (19)    
64 - altro   535 270    
168 Utile (perdita) operativo adjusted    (126) (390) (264) ..
7 Proventi (oneri) finanziari netti (a)   11 6 (5)  
49 Proventi (oneri) su partecipazioni (a)   (2) (20) (18)  
(138) Imposte sul reddito (a)   (51) 74 125  
61,6 Tax rate (%)   ..    
86 Utile (perdita) netto adjusted    (168) (330) (162) 96,4
(a) Escludono gli special item.          

Nel 2016 il settore G&P ha conseguito la perdita operativa adjusted di 390 milioni di euro con un peggioramento di 264 milioni di euro rispetto al 2015. Il peggioramento è attribuibile principalmente ai minori margini dei mercati a premio GNL e alla circostanza che il 2015 beneficiava di effetti economici una tantum dalle rinegoziazioni dei contratti di approvvigionamento relativi a forniture di esercizi precedenti. Tali effetti negativi sono stati in parte compensati dalle azioni di ottimizzazione dei costi di logistica e da maggiori performance nel trading. In calo i risultati del segmento retail per effetto climatico negativo. La perdita operativa adjusted è ottenuta escludendo una perdita di magazzino di 90 milioni di euro e proventi netti special di 89 milioni di euro che comprendono la componente valutativa positiva dei derivati su commodity (443 milioni di euro), la revisione di stima dei crediti per fatture da emettere relativi a precedenti esercizi ante 2015 conseguenti il piano di ristrutturazione avviato nel 2015 (161 milioni di euro), la svalutazione di un asset di trasporto gas a causa dell’aumentato rischio Paese e di alcuni asset minori a seguito della debolezza dello scenario (81 milioni di euro). Inoltre gli special item includono la riclassifica del saldo negativo per 19 milioni di euro delle differenze di cambio e derivati per esposizioni in valuta di natura commerciale. L’esercizio chiude con una perdita netta adjusted di 330 milioni di euro a seguito della riduzione della performance operativa.

Investimenti tecnici

Investimenti tecnici - Gas & Power
(€ milioni)201420152016Var. ass.Var. %
Mercato 164 138 110 (28) (20,3)
Mercato 66 69 69 0 0,0
Italia 30 31 32 1 3,2
Estero 36 38 37 (1) (2,6)
Generazione elettrica 98 69 41 (28) (40,6)
Trasporto internazionale 8 16 10 (6) (37,5)
  172 154 120 (34) (22,1)
di cui:          
Italia 128 100 73 (27) (27,0)
Estero 44 54 47 (7) (13,0)

Nel 2016 gli investimenti tecnici di 120 milioni di euro hanno riguardato essenzialmente iniziative relative all’attività di commercializzazione del gas (69 milioni di euro) e le iniziative di flessibilizzazione e upgrading delle centrali a ciclo combinato per la generazione elettrica (41 milioni di euro).
Back to top