Il premio Nobel per la pace è stato assegnato quest'anno a Leymah Gbowee, l'organizzatrice di un movimento di protesta che, coinvolgendo migliaia di donne cristiane e musulmane, è stato in grado di indurre l'allora Presidente della Liberia Charles Taylor ad incontrarsi con i gruppi ribelli al tavolo della pace in Ghana, ed infine a raggiungere un accordo di pace.

Leymah Gbowee è co-fondatrice e membro del Consiglio per la Dignita', il Perdono, la Giustizia e la Riconciliazione istituito a Roma il 21 aprile 2010 in occasione dell'incontro dell' Iniziativa Ara Pacis di cui Eni è partner.

In quell'ambito, alcuni tra i più dotati e capaci operatori di pace provenienti da diversi contesti religiosi, etnici e nazionali e principalmente da regioni in conflitto si sono impegnati a condividere e scambiare approcci, intuizioni e metodologie; sostenere a vicenda il proprio lavoro; richiamare l'attenzione di governi e legislatori sull'importanza di affrontare la dimensione umana della pace nella prevenzione e nella trasformazione dei conflitti e, in generale, a forgiare nuove vie per uno spostamento dell'umanita' verso una politica culturale della dignità, del perdono e della riconciliazione.

Back to top