"Cambia Italia. Riforme per crescere": questo il titolo del Convegno Biennale organizzato dal Centro Studi di Confindustria che si terrà a Milano, dal 16 al 17 marzo 2012.
Un appuntamento al quale parteciperanno, tra gli altri, anche il Presidente della BCE, Mario Draghi; il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti; il Ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera; il Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia.

Filo conduttore dell'evento sarà il "Cambiamento", quindi le riforme necessarie per il rilancio dell'economia italiana e le sfide da affrontare a livello europeo e internazionale. L'Italia si trova infatti ad un bivio storico: si gioca oggi il destino dei prossimi vent'anni.
Quali sono i cambiamenti strutturali che fanno rimuovere le cause del regresso e fanno tornare a crescere? Qual è il contesto più favorevole per adottarli?

Le lezioni che vengono da sei casi di successo (Brasile, Cile, Germania, Polonia, paesi dell'Est Europa e Svezia) indicano che occorre operare su più fronti: la stabilizzazione macroeconomica e l'apertura alla concorrenza, il quadro politico-istituzionale e il consenso sociale, la flessibilità e l'orientamento strategico di tutte le politiche.

Partendo da livelli di competitività molto bassi, secondo i parametri del World Economic Forum, l'Italia può trasformare gli attuali svantaggi in altrettante leve di rilancio e quadruplicare l'incremento annuo del PIL.

Back to top