Eni a Ferrara Arte per la mostra Lo sguardo di Michelangelo. Antonioni e le arti, Palazzo dei Diamanti, dal 10 marzo al 9 giugno 2013

La mostra, a cura di Dominique Païni, rende omaggio a Michelangelo Antonioni, grande protagonista della modernità cinematografica, che ha esercitato un notevole ascendente sull’arte e sul cinema di ieri e di oggi. La rassegna indaga, per la prima volta, l’opera del regista ferrarese alla luce del rapporto con le altre arti. A tal fine i suoi lavori sono accostati a dipinti di grandi artisti del Novecento citati nei suoi film come ad esempio Rothko, Pollock, Morandi e De Chirico.

La Mostra

Il percorso espositivo, articolato in nove sezioni, alterna un racconto cronologico ad alcuni approfondimenti tematici che evidenziano le polarità della sua poetica: le nebbie della nativa pianura padana e la luce abbagliante dei deserti in cui sono ambientati i capolavori della maturità; il periodo "del bianco e nero" e quello "del colore"; la bellezza notturna di Lucia Bosè e la solarità di Monica Vitti; l’indolenza della mascolinità latina protagonista dei primi lungometraggi e la vitalità della gioventù anglosassone degli anni Sessanta e Settanta; la straniante modernità delle grandi metropoli e dei centri industriali e il fascino silenzioso dei rilievi delle Montagne incantate.

La Fondazione Ferrara Arte e le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara-Museo Michelangelo Antonioni, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, dedicano una grande mostra che ripercorre l’intera parabola creativa di Antonioni, attraverso un suggestivo dialogo tra film e pittura, letteratura e fotografia. 

Il sostegno a Ferrara Arte consolida la vicinanza di Eni alla città, dove da molti anni è presente attraverso iniziative per lo sviluppo della conoscenza dell’arte e della cultura.

Didattica

L’esposizione presenta uno spazio speciale dedicato ai più giovani, nell’ambito del quale Eni è partner unico del progetto educativo di didattica digitale Guardare il mondo con altri occhi, destinato a un pubblico giovane e fruibile attraverso computer e ipad.
Il progetto didattico Guardare il mondo con altri occhivuole offrire alle scuole, alle famiglie e agli adulti un’occasione per scoprire o mettere a fuoco l’opera di Antonioni, uno dei protagonisti della modernità cinematografica.

L’iniziativa presenta un programma di taglio interdisciplinare, per lo più centrate su metodologie che favoriscono il coinvolgimento e la partecipazione attiva: dalla sperimentazione di percorsi per le scuole primarie e secondarie all’attuazione di un progetto "peer to peer" scuola-università, dal libro illustrato agli strumenti di didattica digitale, dagli incontri a teatro con artisti e autori fino alle conferenze.

Il programma prevede cinque proposte principali:

  • Progetti pilota e visite alla mostra per le scuole e le famiglie
  • Progetti sperimentali scuola-università
  • Ciak, il Cinema!
  • Appuntamenti a teatro e al cinema per le scuole
  • L’orizzonte di Antonioni. Ciclo di conferenze
Back to top