Eni  è partner della mostra Matisse la figura. La forza della linea, l’emozione del colore e  del progetto didattico L’atelier di Matisse a Ferrara, Palazzo dei Diamanti, dal 22 febbraio al 15 giugno 2014.

La mostra

La mostra, curata da Isabelle Monod-Fontaine, già vicedirettrice del Centre Pompidou e autorevole studiosa di Matisse, è incentrata sul tema della figura e intende offrire un ritratto del maestro francese che metta in risalto sia le sue doti di alchimista del colore che di grande talento grafico e scultoreo. Un’ampia e rigorosa selezione di dipinti, sculture e disegni racconterà l’intero percorso dell’artista, dalle prime prove negli anni della formazione fino alle audaci creazioni della tarda maturità.

Eni ribadisce ancora una volta il suo legame alla città di Ferrara. L’obiettivo di Eni è quello di coniugare la propria natura di grande impresa energetica, fra le maggiori al mondo, con il tessuto sociale e culturale dei territori in cui opera. Un’attività che affonda le sue radici nel dialogo e nella condivisione.

L’atelier di Matisse

Dopo il successo delle passate edizioni, Eni anche quest’anno è partner unico del progetto didattico L’atelier di Matisse. Il progetto si articola in differenti iniziative interdisciplinari basate sul coinvolgimento e la partecipazione attiva dei fruitori, come il libro illustrato per bambini, legato al tema della mostra, il programma di visite animate per scuole e famiglie, le mappe interattive della mostra, il programma di laboratori per le scuole secondarie di secondo grado – che si concretizzeranno anche con una app sulla mostra - e il ciclo di conferenze dedicato alla complessa figura dell’artista.

  • Un libro illustrato per bambini legato al tema della mostra, finalizzato a permettere ai più giovani di cominciare a scoprire la straordinaria personalità artistica di Matisse. Il testo e le illustrazioni sono state commissionate a Eva Montanari, autrice-illustratrice di fama internazionale specializzata in editoria per ragazzi.
  • Un programma di visite animate per le scuole (classi delle scuole primarie e secondarie di I grado) che offriranno ai ragazzi l’opportunità di accostarsi all’opera del maestro francese e di scoprirne la portata rivoluzionaria.
  • Visite animate per le famiglie.
  • Mappe interattive della mostra per le classi e le famiglie. Considerata la positiva accoglienza della proposta nel 2011 e nel 2012, anche per la mostra dedicata a Matisse si prevede di realizzare delle“mappe interattive‘ per le classi e le famiglie, ossia degli strumenti per visitare autonomamente l’esposizione. Questi supporti didattici, distribuiti in biglietteria, forniranno ai giovani visitatori e ai loro accompagnatori una chiave di accesso all’opera di Matisse attraverso proposte di lettura e attività da sviluppare sia in mostra sia in un momento successivo.
  • Un programma di laboratori con gli artisti per le scuole secondarie di II grado.
  • Un ciclo di conferenze che approfondirà alcune delle prospettive di lettura dell’opera di Matisse aperte dai temi della mostra.

La app Matisse, forma e colore

La mostra di Matisse a portata di app.
Percorso didattico per il 90° anniversario del Liceo A.Roiti.

La app Matisse, forma e colore è nata da una collaborazione tra eniscuola, Fondazione Ferrara Arte e Liceo Scientifico “Antonio Roiti‘ di Ferrara in occasione della mostra Matisse, la figura in esposizione presso il Palazzo dei Diamanti di Ferrara (22 Febbraio – 15 Giugno 2014).

Il lavoro è stato realizzato dalla classe  4H (corso di autonomia delle Scienze  Sperimentali) coordinata dalle docenti Brigida Balboni (Disegno e Storia dell'Arte) e Mariacristina Fornasari (Matematica ed Elementi di Informatica). L’obiettivo prioritario è stato fornire allo studente, futuro soggetto di una società fortemente “ tecnologica‘, gli strumenti concettuali più idonei per operare non come semplice esecutore, ma con spirito critico e indipendenza di pensiero.

Il progetto Matisse, forma e colore ha previsto la sperimentazione di metodologie che hanno permesso il coinvolgimento degli studenti in attività educative dirette alla conoscenza del patrimonio culturale e artistico, contribuendo alla valorizzazione delle eccellenze di alunni motivati, con competenze informatiche che vanno ben oltre i normali programmi delle scuole superiori.

L’attività si è concretizzata nella realizzazione di una app per smartphone e tablet che metterà a disposizione di studenti e giovani di ogni età un ulteriore strumento per una fruizione originale della mostra di Matisse. Il visitatore verrà accompagnato in un itinerario che parte dalla stagione Fauve e si sviluppa attraverso i temi della figura e  del  ritratto, sottolineando il ruolo della modella e l’importanza del colore nel lavoro di uno dei massimi esponenti dell’arte del ”900.

Il prodotto, pensato con finalità didattiche ed educative, è arricchito da una sezione ludica, in cui gli studenti, attraverso la modalità del gioco, possono accrescere le proprie conoscenze e mettersi alla prova sui temi della mostra.

Back to top